Testata

Sugli altri canali



E' da parecchio tempo che suggo le notizie attraverso il "filtro" dei migliori amici bloggers anzichè usare il televisore.
Pertanto mi segno queste discussioni in corso : (1) Walter stigmatizza la doppia moralità del tifoso-medio italiano di calcio (2) da Mello una discussione sugli spot televisivi (oggi e negli anni '80) è arrivata allo scoiattolo petomane della Vigorsol che è stato censurato in italia giusto un anno fa perchè "indecente" (3) il Russo ripropone un breve post da Indymedia Roma sulle commistioni improbabili
(oppure già in pratica) tra cultura di destra e di sinistra ...
A me sembra che un filo-logico unisca questi stralci internettiani ... ma con tutti i problemi che c'abbiamo qua, proprio con lo scoiattolino che spegne un incendio se la dovevano prendere ?
Se la fanno con i più deboli e i più buoni, come sempre.

Il sabato della curva



Un dio arcano (sottopelle)

Si respira un'atmosfera poetica da "sabato del villaggio" in quest'ultimo scritto del Marmus insonne per l'attesa e che ho ricevuto alla vigilia della penultima giornata del campionato di serie B : righe davvero beneauguranti, perchè il Bologna F.c. ha vinto 1 - 0 in trasferta nella terra mantovana ed ora attende la consacrazione del passaggio di categoria che andrà conquistato al Pisa (domenica prossima) ma nello stadio casalingo gremito in ogni posto.
Ho già elogiato l'autore per la sua capacità di scrivere pagine trascendentali di
vita che nasce e cresce nelle spoglie curve di cemento armato degli stadi italiani : i suoi "eroi" - ed egli stesso - sono resistenti e un po' selvatici come le erbacce che radicano tra le crepe delle strutture obsolete.
Intenta nella mansione kantiana di illuminare quegli elementi che sono a priori della conoscenza umana, immagino una divinità azteca - ? - nascosta all'interno del suo petto, baloccarsi una palla di tessuto umano dalla forma costituzionalmente irregolare di un cuore e dai rimbalzi inaspettati e beffardi (tra Immanuel Kant e H.P. Lovecraft) : é lo stesso dio pagano che morde, lacera la pelle e beve il sangue ancòra caldo degli ultras bolognesi di lungo corso ?
Io non posso rispondere, perchè ho abitato solo qualche anno "in affitto" presso quel popolo ... il pallone che rimbalzava in "casa" mia non era rotondo (o forse lo era troppo).

1/6

E così il Bologna ce l'ha fatta : rigore trasformato da Marazzina, Pisa battuto 1 - 0 e serie A raggiunta.
Evitando la compartecipazione sollecitata dagli amici seduti al bar "la Linea" in Piazza, non posso fare a meno di augurarmi che questa promozione pallonara dia un briciolo di entusiasmo ad una città che è già morta.
Roba che solo George Romero ...

Link

Marmus = Comunque vada : domenica 25 maggio

Come un maggese



In poesia

E' il solito "tonno" nichilista ed autodistruttivo ... che ormai ha desistito a costituirsi "parte civile" in questo circo bizzarro - o processo dei folli - che è il mondo, ma preferisce bruciare con gli strumenti quotidiani preferiti : pacchetti di diana blu e bicchieri di "Jäger".
Stavolta il suo lamento è gettato in forma poetica dal verso libero : può capitare anche ad un chimico, non dubitatene.
Il maggese è una pratica agricola utile a rimineralizzare un terreno inaridito, lasciandolo riposare per lungo tempo dopo averlo arato : è una metafora letteraria per i periodi in uscita da una forte ed estenuante esperienza esistenziale (ma lui non vuole "rimineralizzarsi").
L'originale della foto che ho photoshoppato ed usato per la copertina si trova in questa pagina sulla tecnica agricola, tuttavia si accettano consigli pratici nell'area delle esperienze umane ...

Link

Tonnio's = Brucio la mia vita

Chaos organizzato



Mi sono rotto il cazzo

In particolare : del fatto che, dopo tutto 'sto casino per il problema dell'immigrazione clandestina che tiene banco sui quotidiani e nei blog - e che il governo Berlusconi IV vuole risolvere a modo suo - nessuno riposizioni la barra delle discussioni sul "lavoro", ma senza lambiccarsi con irrealizzabili utopie internazionaliste.
Semplicemente guardando sotto casa.
M'hanno rotto il cazzo quelli che "tutti i rumeni sono zingari" (come ieri lo dicevano degli slavi).
M'hanno rotto il cazzo gli zingari che vanno a incassare la diaria in comune e poi insegnano ai figli a chiedere l'elemosina, a borseggiare i passanti e ad entrare negli appartamenti per rubare.
M'ha rotto il cazzo una sinistra mondialista, ecumenica e femmina, che vorrebbe salvare il mondo intero mentre ci sarebbe da aggiustare questo paese malandato.
M'hanno rotto il cazzo quelli che vorrebbero fare entrare tutti i cosiddetti "disperati" (veri e presunti) che approdano sulle coste italiane con i gommoni delle mafie multinazionali : a quelle mafie dovranno restituire il debito contratto per pagare il "biglietto", ma le suddette anime candide non si stracciano le vesti per il pizzo ai bottegai (tutti ricchi - ovviamente - come "quei parassiti degli artigiani") figuriamoci se lo fanno per quello sugli esseri umani.
Sono buoni, loro. Perchè allora non se li prendono tutti a casa loro, e se li sfamano ?
M'hanno rotto il cazzo i sinistrorsi che comprano ai vucumprà la merce prodotta o rubata dalla camorra, per mettersi il cuore in pace e sentirsi "più buoni" (imbecilli).
Idem : quelli che si fanno lavare i vetri dell'auto dai bengalesi, per lo stesso idiota motivo.
M'hanno rotto il cazzo i vucumprà, che quando mi siedo in un locale per mangiare, ogni 5 minuti ne entra uno per disturbare maleducatamente il mio pasto (m'hanno insegnato che non si disturba chi mangia, ma forse sono l'unico in italia).
M'hanno rotto il cazzo le istituzioni che regalano 20mila euro a fondo perduto ai bengalesi per aprire botteghe di nessuna addizione al commercio (anzi, hanno stroncato quelle degli italiani, assieme agli ipermercati lasciati aprire dalle colpevoli amministrazioni locali - amiche delle grandi distribuzioni di destra o di sinistra - non fuori ma dentro il territorio comunale o metropolitano) : spiegatemi quali relazioni storiche e culturali ha intrattenuto nei millenni il nostro paese con il Bangladesh a parte (forse) le fantasie domestiche di Emilio Salgari, e perchè è un nostro "dovere" ospitare e agevolare 'sti maremotati agli antipodi.

...

E mi chiedo

Perchè quando mi sono fatto vari itinerari europei (1) non ho visto zingari che chiedevano l'elemosina per strada (2) non ho visto lavavetri bengalesi ad ogni semaforo (3) nessun vucumprà m'ha rotto i coglioni quando ho messo i piedi sotto la tavola ?
L'ordine non è nè di destra, nè di sinistra, è semplicemente un prodotto dovuto dallo stato ai cittadini. Nel dna della sinistra europea c'è pure quella normalizzazione degli zingari al lavoro e vita in condominio che i regimi comunisti cecoslovacco, ungherese e rumeno hanno praticato con inflessibilità, ottenendo l'ottimo risultato di integrare gli (ex-)nomadi nel contesto civile ed urbano : perchè la sinistra italiana ne è immemore ?
Il lavoro è un diritto/dovere e non solo un diritto ... perchè Berlusconi ha vinto le elezioni ?



Chiusura ellittica

Tornando a capo - al titolo di questo post - che cazzo c'entra la stragrande maggioranza dei rumeni che vivono e lavorano onestamente in italia, con le situazioni degradate da me descritte ?
Quando la guerriglia urbana investe gruppi minoritari, è un problema di polizia e non politico. Quando i dirigenti di un "sistema" iniziano ad irritare un paese straniero, si può arrivare a quella protesi della politica che è la guerra ... a cosa puntano i burattinai italiani ?
Io sto con i rumeni, ma non con i tanti rom furbi (che incassano e poi delinquono) e nemmeno con le tante pratiche di lavoro abusivo che quotidianamente rompono i coglioni a chi deve sgobbare per arrivare al 30 del mese, che sia italiano o straniero. Sostenere che tutti hanno diritto di cittadinanza nel nostro paese e dobbiamo accogliere un numero indefinito di esseri umani importati dalle mafie, è da imbecilli/sfascisti.
Bisognerebbe fare arrivare i nodi al pettine, curare la decenza diurna delle strade italiane (colpire i parassiti) e legalizzare e magari liberalizzare la prostituzione e la droga per bastonare davvero le mafie che lavorano in questo paese : ovviamente, non accadrà mai.
O per meglio dire, la legalizzazione accadrà solo quando le mafie lo decideranno ed ovviamente staranno dal lato della cassa con facce "nuove" e pulite (i figli dei boss magari laureati in legge) : ancòra vory v zakone (il ladro nell'uomo in affari) e ci siamo abituati.

Crush dummy test # 1

Ho scagliato questo "dummy testuale" e polemico nel blog dell'amico Russo : finora si è comportato piuttosto bene, ed ha resistito (come declamato nel sottotitolo "libero, laico, resistente") contrattaccando il pupazzo. Ho ripetuto l'esperimento nello "Spettro della bolognesità" che è il primo blog bolognese per visite giornaliere, e ho ottenuto le reazioni solo dei diretti interessati, nel silenzio di tutti gli altri : è lo schema replicato - con altre proprorzioni - nella "società materiale", con la massa inerte di fronte ai problemi, non mi meraviglio affatto.

Links

Mello = "Bologna leghista ?" (nello Spettro)

il Russo = "Chi ci difende dai difensori ?"

Mara Carfagna # 1 e # 2






Partenza chiara

Brutta decisione, quella di togliere il patrocinio del Ministero delle Pari opportunità al Gay Pride : decisione legittima ma davvero
improvvida in un clima politico surriscaldato dagli squadrismi in atto, anche a Bologna.
Non si possono contestare tatticismi di sorta al Berlusconi IV : hanno subito messo le carte in tavola, ed io apprezzo sempre la franchezza. Il Prodi II illuse e poi prese per il culo la propria base elettorale, non dimentichiamolo.
Poi ... quando il ministro più bello del mondo (e forse di sempre) consiglia “sobrietà” alla comunità lgbt bisognerebbe ricordarle le parole poco sobrie del compagno di partito Mirko Tremaglia + le sue foto quasi-nude e nude per i calendari ...
che io apprezzo (tantissimo) ma in un ministro di questa repubblica dove poggio i piedi mi garba pure la coerenza : cazzo gliene deve fregare di un giorno - dicasi 1 su 365 - di pubblica trasgressione gay ?

mah.

Comunque, diciamo anche che la Carfagna ha difeso la 194 ... per il momento.
Ha un sito personale con un blog aperto ai commenti, e questo la distingue da parecchi suoi colleghi ministri e parlamentari.

...

(vediamo se 'sto Paese tiene o si sfascia).

Links

Gay pride 2008 = sito ufficiale

Mara Carfagna = sito ufficiale

All'Osteria Exodus



E' possibile recensire un'osteria con una ciucca ? Secondo me, si deve.
Con tutto questo lamentarsi del cosiddetto degrado bolognese che si fa : m'ha annoiato, io vi partecipo.

Questa è la storia della genesi di una copertina per il romanzo di Marmus (in corso d'opera).

Links

Bufalo = All'Osteria Exodus

Marmus = Crimini & disfatti

Spot # 2



Walter sta realizzando la serie di spot del Vicolo Bolognetti (gestione Jurta) : questo è il secondo (scritto, diretto e montato) con protagonisti la miss 2007 e Riccardo Paccosi, la guest star è il mitico Bruno di via Broccaindosso.

Link

Walternight = Bolognetti 2008 : spot n. 02

Anomalie trash



Italia nella scatola, 2008

In qualità di assessore alla Cultura di Milano (ruolo che ha ricoperto per due anni) Vittorio Sgarbi ha promosso mostre dedicate a Von Gloeden,
Joel Peter Witkin, il ceko Jan Saudek (mio cult) e la collettiva "Vade retro" (su arte e omosessualità, poi spostata a Firenze) ...
In quattro bigi anni cofferatiani, noi ci siamo "accontentati" di Magnus : allestita benissimo - io l'ho vista due volte - ma il sospetto che sia passata per il contributo dell'autore bolognese di fumetti alla saga di Tex Willer (con l'albo maxi "La valle della morte") di cui l'assoluto monarca della mia città è un appassionato.
Poi riga, il nulla.
Sull'ultima bagarre televisiva del critico d'arte e polemista, ha postato in modo esaustivo Walter sul blog Atypicalmovie.
A me il personaggio "Vittorio Sgarbi" è sempre piaciuto, per l'irruente ed irriverente capacità di rompere gli schemi catodici. Ora, a distanza di anni e dopo 4 di astinenza televisiva, analizzando i fatti "a freddo" avviso una stanchezza del modello proposto : crescendo scurrile in stile poco politically correct - e qui ci siamo - ma poche stoccate a segno e non usate a dovere.
Grande confusione e poco più. Magari un licenziamento dall'incarico di assessore dopo la lite con Marco Travaglio da Santoro, ordinato dalla rigida Letizia Moratti.

C'è un errore, anzi due

Ma ditemi dove sta l'anomalia : nell'insulto servito alla tavola degli italiani in prima serata, o nel fatto che un bravo critico d'arte appare in televisione non per tenere lezioni divulgative ma piuttosto per partecipare a salotti/ring d'attualità e politica, in cui il conduttore si sa che immancabilmente "gli si chiude la vena" ed inizia ad offendere l'avversario (aumentando l'audience) ?
Oh, Michele Santoro non è un'anima candida e gongolava mentre l'avversario politico si sputtanava/reclamizzava da sè : la sinistra non ha ancòra capito che essendo la tv trash ogni esposizione di cattivo gusto premia il protagonista oltre i demeriti, gli schemini non funzionano più da un pezzo.
Questa è la roba che passa il tubo catodico italiano nel 2008 : una montagna di rifiuti che nemmeno a Napoli, in questi sciagurati mesi. Questa è la roba che si mangiano a cena 'sti bifolchi di italiani.
E comunque : magari
a Bologna avessimo avuto negli ultimi 4 anni un assessore alla Cultura come Sgarbi, al posto di un glorioso Angelo Guglielmi ma cottissimo tanto da non potere prendere posto alla sua scrivania tutti i giorni del calendario per i quali - tuttavia - gli viene pagato dai contribuenti un lauto stipendio.

Link

Walternight = Sgarbi vs Travaglio

Sfumature semantiche



Chi bombarda chi

C'è un nesso tra gli sfollati dai bombardamenti nell'ultima Guerra Mondiale (molti dei quali erano nelle piazze a osannare il regime, innescando inconsapevolmente il meccanismo che li dilanierà) ed i manager che gestiscono questa nostra società ("bombardati" nella testa dai media ed isolati dagli "altri" che sono sacrificati sull'altare del risultato economico) ?
Se lo chiede Miro, che quand'era cinno scurzone si vestiva in modo approssimativo : a Bologna li chiamavano "bombardati", prima che diventasse di moda conciarsi "a cazzo" ...
La domanda di fondo, come spesso capita è : quanto è virtuale la nostra vita ? Di quali materiali è fatta la "capsula", e quali sono le conseguenze ai terzi ?
Ho posto in copertina il disegno tecnico di un bombardiere Liberator (famiglia operativa anche in italia nell'ultima Guerra Mondiale) dal sito ufficiale della Raf. Il nome dato all'aereo è paradossale.

Link

Miro = Bombardati e bombaroli

Su "Double"



3 motivi

Resettiamo, rilassiamoci, ripartiamo : sono le 3 erre che m'ispirano le opere e la teoria di Irene.
Lei è l'ideologa di alcuni dei "fondamentali" del pub e vi consiglio questo video introduttivo al progetto della serie fotografica "Double".
Il doppio - da intendersi come complementare - è per me il viatico per la felicità terrena, il nirvana quotidiano di noi sherpa che testardi continuiamo a scalare, con i piedi zuppi nella nostra "mistica privata" e soddisfatti di ogni passo avanti compiuto.
Fiduciosi nel domani anche se lamentosi del presente, incapaci di vivere in altro modo.

Link

Irene = Double (il progetto)

Ellroy su McCain



Forse un po' meglio sarà


Che dire della campagna elettorale amerikana in corso d'opera avanzato ?
Che in casa del ciuccio la Clinton è nevrastenica ed ormai scoppiata di fronte alla certa vittoria di Obama - di cui
Mello è un dichiarato supporter italiano (chissà se anche ha cacciato fuori la pilla) con un trasporto a tratti imbarazzante - e che il primo afro-americano che potrebbe diventare presidente non ce la farà se non scenderà a patti con la tremenda Hillary, che ha i contatti con la grande industria e i finanzieri che bombardano i poveracci nel mondo.
La Nicoletta della libreria Trame auspicava una Hillary presidente e Barack vice, ora è più realistico che avvenga il contrario : c'è il rischio che al coniuge Clinton con le palle scoppi il fegato a recitare il ruolo di numero due, ma dopotutto ha già fatto il presidente esecutivo alle spalle del marito per ben 8 anni, e non le dovrebbero certo mancare i dollari per comprarsi altri barili di whiskey.
Sul John McCain rilassato number one dell'elefante, beh ... col Simone del Rovescio si pesava l'esperienza vera di guerra che c'ha alle spalle, farcita di 5 anni di prigionia nell'inferno vietcong. Quindi dovrebbe pensarci due volte prima di mandare giovani yankees allo sbaraglio.
Chiunque vada su dovrebbe essere un pochino meglio di George W. Bush, insomma.

Gustatevi 'sta perla

Ma nel frattempo godetevi 'sta perla di quel malato di wasp losangelino : James Ellroy era presente alla convention del Partito Repubblicano a Filadelfia nel 2000, in piena campagna elettorale.
Questa dettagliatura sull'attuale candidato repubblicano l'ho sforbiciata dal capitolo "Padre, figlio e spirito di Clinton" in "Destination : Morgue" (ed. Bompiani, acquistato per soli 4,38 euro nei remainders di Melbookstore) :

"Intervenne John McCain. Ricevette gli applausi calorosi da sempre destinati ai perdenti di rango. Le sue indiscutibili qualità umane gli erano costate la candidatura alla presidenza.
John McCain impauriva la gente.
Certo : era un veeeero eroe. Certo : aveva passato cinque anni al Gook Hilton, e di fronte a lui Bush Junior sembrava un coglione.
Però : è un tipo strambo. Il tipo che potrebbe aprirsi l'impermeabile davanti a tua figlia o incularsi il tuo pechinese. Nella sua tirata sulle riforme c'era parecchio di jettatorio. In sostanza : l'intero sistema è corrotto, quindi perchè continuiamo coi luoghi comuni ?".

[ James Ellroy, "Destination : Morgue" ]

Links

James Ellroy = fansite

Argomento = Nine eleven

Che fare ?



Coscienza & portafoglio

Carlo Marcelletti è un medico di 64 anni specializzato in cardiologia e in chirurgia cardiovascolare. che nel lungo corso della sua carriera ha salvato la vita a centinaia di bambini affetti da patologie e malformazioni. Ha effettuato in italia il primo trapianto di cuore ad un bambino.
E' indagato per truffa e concussione in pubblico ufficio, detenzione e diffusione di materiale pedopornografico : durante una relazione con una donna matura, avrebbe corteggiato anche la figlia minorenne dell'amante dalla quale avrebbe ricevuto foto di nudo via-sms. Se la ragazzina aveva al tempo meno di 14 anni si tratta di pedofilia, se aveva almeno 14 anni si tratta di "sindrome di Lolita" : per la legge italiana c'è una significativa differenza basata sull'età del minore.
I genitori dei bambini in lista d'attesa per un'operazione salva-vita stanno organizzando fiaccolate perchè il medico torni subito in sala operatoria, ma coi tempi della Giustizia italiana ...
In sede di giudizio sarebbe giusto valutare le benemerenze professionali di un medico che pure ha salvato tante vite umane ed ha raggiunto nel suo campo un livello di specializzazione assoluto in ambito nazionale ed internazionale ?
Od occorre essere integerrimi, ovvero : anche questo caso giudiziario è un "mattone utile" per costruire un'italia più "pulita" e avanti i giovani ?
Ma soprattutto : in questo 2008 ci credete ancòra in un "Mani Pulite 2 - la vendetta" ?

Links

"Carlo Marcelletti : il principe della cardiochirurgia pediatrica" = articolo ne Lastampa.it

"Palermo, soldi in cambio di ricoveri : arrestato il primario Carlo Marcelletti" = articolo in Repubblica.it

"Marcelletti, la madre della ragazzina indagata per pedopornografia" = articolo in Repubblica.it

La Cosciona alla Sanità



Sono sbarcati ...

Sulla composizione del governo Berlusconi IV s'è già pronunciato l'amico Russo in "Arrivano i mostri ...". Sulle balle elettorali intarsiate da Berlusconi - e alla fine i conti non tornano - ha già scritto Cambiamo Pianeta in "Bella italia : presa per il culo" (Mentecritica) ma nennemo di queste mi sorprendo, essendo un classico della tradizione italiana.
Le trovate geniali del nostro piccolo Napoleone sono - ad esempio - Roberto Calderoli alla Semplificazione (vero, non è una battuta di satira) e la Mara Carfagna alle Pari Opportunità : quest'ultima mi pare invece in linea con le ultime generazioni di ragazzine che da grandi vogliono fare le veline ... ci penserà lei, ha già esperienza nel "settore".
Sono certo che Sandro Bondi (Beni Culturali) installerà una statua equestre dello psiconano in ogni piazza italiana.
Infine : a gestire le crisi internazionali ci andrà un uomo misurato e tranquillo come Ignazio La Russa (Difesa) che me lo vedo in coppia fissa con Franco Frattini (Esteri) fresco dall'esperienza in Ue, che lo tira per la manica della giacca per sedarlo.
Ma il top della seduzione - in pieno revival del cinema popolare anni '70 - è la mia quasi coetanea in copertina : non so voi, ma io non vedo l'ora che la Cosciona con la delega alla Sanità (il vecchio ministero è stato inghiottito da quello del Welfare) - al secolo Michela Brambilla - si faccia le corsie degli ospedali vestita da infermiera sexy ... i tempi sono duri, bisogna tirare su il morale della truppa e chi meglio di lei (sinceramente m'ha sempre ingrifato) ?
Se il governo assomiglia al paese, allora il nostro è uno show televisivo : almeno stavolta ci divertiremo - via le facce grigie del Prodi II - e potremo anche vedere un po' di carne (che non guasta mai) ... lo dico seriamente, da incosciente quale sono e convinto che il Popolo debba alzare la testa ed arrogarsi i diritti (ogni tanto) anzichè demandare a chi - per esempio - ha disegnato un piano regolatore della capitale a misura di Caltagirone e compagnia ...

Governo stra-cult

Questo il mio personale cartellino dei neo-ministri, in ordine di coefficiente "cult" :

1) Roberto Calderoli (Semplificazione normativa) = 110%

2) Sandro Bondi (Beni culturali) = 100%

3)
Michela Brambilla (Welfare, delega alla Sanità) = 90%

4) Mara Carfagna (Pari opportunità) = 80%

5) Ignazio La Russa & Franco Frattini (Difesa, Esteri) = 60%

16/5

Alla "rossa di Lecco" hanno infine dato l'incarico di sottosegretaria alla presidenza del Consiglio con delega al Turismo : dovrebbe rappresentare l'italia nel mondo.
Mi pare un incarico più opportuno : è ora di finire la rottamazione della Sanità pubblica e ci vogliono dei professionisti competenti ...
Eppoi la mvb ha già viaggiato parecchio : "nel 1991 lavorò come giornalista televisiva per il gruppo Fininvest (oggi Mediaset) come inviata del programma televisivo I misteri della notte, serie di speciali dedicati alla descrizione della vita notturna di Hong Kong, San Francisco, Barcellona, Budapest, Milano e Città del Messico" (fonte).

Link

Berlusconi IV = scheda in wikipedia

Vicolo Bolognetti 2008



Un'altra stagione torrida (e atypica)

E' iniziata la pre-season del quadriportico nel centro di Bologna, gestito anche quest'anno dall'associazione Jurta : il nostro Walternight ha avuto l'incarico di realizzare i trailer del 2008, e questo che ho linkato è il primo della serie.
Come diceva il beneamato "zio" Alfred (in bianco e nero) : buona visione ...

Links

Walternight = Bolognetti 2008 : trailer n. 01

Sito ufficiale del "Bolognetti"

Blog del "Bolognetti"

Ucciso per uno spinello



Se fumi erba t'ammazzo

Il classico shakespeariano attualizzato da Hollywood è più violento ed in sintonia con 'sti amari giorni italiani della classica lettura dello Zeffirelli : ma in quest'ultima storiaccia non v'è l'onore e neppure l'ordito vendicativo.
Solo una bestiale volontà di cancellare il "diverso", magari ebbra dei recenti risultati elettorali che nei cervelli di cinque ragazzotti scaligeri non ha trovato deviazioni per la scomparsa - o il decesso - delle opportune sinapsi.
"Massacrato per una sigaretta rifiutata", "pazzi assassini" ... la verità - al solito - si trova tra le righe dei lunghissimi, piagnucolosi ed omologati articoli della carta stampata italica sulla morte di Nicola Tomassoli a Verona : "[ ... ] i tre trentenni stavano fumando uno spinello. Nicola portava il codino, un suo amico pure" (da "il Bologna" di oggi, pag. 2).
Leggo dall'amico Russo un Gianfranco Fini rapido come sempre nel prendere le distanze dai naziskin (da Bruno Vespa) togliendo ogni valenza ideologica all'aggressione bestiale e "caricare" contro la sinistra con un infelice confronto tra l'assassinio e la recente
contestazione dello stato d'Israele alla Fiera del libro di Torino.

Centro-sinistra : non pervenuto

Eppure un legame palese tra l'assassinio di chi porta un'acconciatura non rapata (il codino) ma soprattutto tirava una canna e il presidente della Camera (che in questa legislatura non sarà imparziale come il trascorso Bertinotti) c'è ed è evidente : l'infame legge Fini-Giovanardi o d.p.r. n. 309/1990 che di fatto ha abolito la "minima quantità" legale per il consumo personale e la produzione casalinga, nonché ogni distinzione tra droghe leggere (cannabis ch'è più consumata dai sinistrorsi) e droghe pesanti (l'eroina degli sfigati e la cocaina dei destrorsi) in un ennesimo provvedimento di
tra il fattaccio veronese e la par condicio a cazzo.
E' probabile che quelle teste di cazzo si siano eccitate per la fila di vittorie del centro-destra alle recenti elezioni e si siano così sentiti liberi di superare ogni limite e di farsi "giustizia" alla maniera del west.
Nicola Tomassoli fumava uno spinello ed è stato pestato in strada ... Aldo Bianzino coltivava piantine di cannabis ed è stato pestato in carcere ... Federico Aldrovandi agli occhi dei cattivi poliziotti che gli hanno fracassato il torace sembrava "un drogato" : proseguire la lotta anti-proibizionista è il modo migliore di ricordare questi giovani assassinati.
Lasciamo stare l'odio politico verso gli estremisti di destra - finiremo per assomigliargli - e produciamo idee ...
(ovviamente il governo Prodi II non ha cancellato la legge suddetta).

Links

Il Mastino = Stili di vita pericolosi

"La dolce vita" = mag anti-proibizionista

Gasata




La disinibita e bisessuale Julia Volkova è stata la protagonista di party memorabili nella “nuova Mosca” : beata Russia !
Slegata dall'oscurantismo clericale e poi dal moralismo socialista ( in fondo borghesuccio ), non ha legacci moralizzanti ed ipocriti.
I 70 anni di regime comunista e di ateismo di Stato non sono stati inutili, se hanno incubato la generazione odierna ...


Links

Bufalo = Liscia

Bufalo = Julia Volkova

Yep



Nel solco dello stakanovismo

Sono giorni di lavoro intenso dentro e fuori lo schermo : la foto del mio simile rende bene l'idea della sgobba che riempie piacevolmente il mio tempo.
I miei fratelli d'acqua sono lavoratori miti ed onesti, molto apprezzati dai thailandesi - e dagli asiatici in genere - che li usano come "succedanei" di buoi, vacche e cavalli : trascinano l'aratro ed i carri, danno il latte. Sono anche i protagonisti di singolari corse agonistiche molto popolari, cavalcati da fantini come fossero equini al galoppo.
Nel nostro meridione furono reintrodotti dai Longobardi, e la lista delle utilità di questo bovide è piuttosto lunga : la mozzarella di bufala mediterranea è la mia preferita da sempre, nonostante la diossina gentilmente addizionata dal noto stato fallimentare dello smaltimento dei rifiuti.
Il bufalo insomma è un animale amato nella nazione indocinese preferita dai maschi bipedi occidentali e bisogna che - prima o poi - ci faccia un soggiorno : chissà come mi tratteranno e se verrò festeggiato ... (spero non mi legheranno una corda al naso).

Etap 2.0

Sto stringendo i tempi per chiudere la versione 2.0 del pub : interazione con questo blog per i feedback, manuale d'uso totalmente rifatto, team della "redazione" ristrutturato e qualche dettaglio grafico in più (senza perdere lo stile rudimentale da smanettone dei "vecchi tempi") ...

Notifiche



Cosa lega una raccomandata urgente da spedire e Tuco (il "brutto" di Sergio Leone) ?
Magneto - antagonista degli X-Men marvelliani - al gruppo di ultrà laziali Eagles ?
Solo il tosto Marmus lo sa ...

Link

Marmus = Notifiche

Spes



Riproduco questo dettaglio di una foto di Irene (cromaticamente variata) con una mia personale dedica a Elisabeth Fritzl e Natascha Kampusch : Spes è l'
ultima dea romana, come dire che la speranza è l'ultima a morire.
Forse ha ragione BrianOvo, quando asserisce che le donne hanno una forza morale superiore a quella di noi maschi : al posto loro, saremmo sopravissuti fino a 24 anni in uno scantinato senza luce e con una televisione ?
L'aspetto più drammatico della vita underground della figlia di Josef F. e relativi 3 figli/nipoti incarcerati, è che l'unico media presente negli angusti spazi del bunker anti-atomico fosse proprio una dannata televisione ...

Links

Irene = Spes

Bufalo = Questo non lo troverete su Umarèlls

Attacco hacker a Shinystat ?




Un'inconsueta interruzione

Stamattina ho aperto Mozilla ed ho verificato che non veniva caricato il contatore di Shinystat nella spalla di questo blog : qualche secondo di “sforzo” da parte del vetusto ma fedele browser del Gecko trasformatosi in t-rex, ma alla fine nulla da fare. Nulla di fatto anche con il basato su Trident e meno amato Maxthon.
D'accordo che anche i siti più grossi hanno bisogno di manutenzione hard/software, d'accordo che oggi è domenica, ma non mi pare di avere ricevuto alcuna mail d'avviso di imminenti “lavori in corso”, nei giorni passati.
E la home-page all'indirizzo mondiale
is not found ... improbabile poi che una società globale che ha parecchi clienti che anche pagano per i numeri intabellati, sospenda il servizio per tante ore di fila. Datemi voi qualche ragguaglio sul problema, se potete e ve ne frega ...

Ore 19 e 14

Ho appena rivisto il contatore, ma cliccandoci sopra ho ottenuto un “internal server error” prima di sparire nuovamente ... poi arriva finalmente una segnalazione di “servizio in manutenzione” (vedi frizzata) ... boh.

Ore 20

Servizio ripreso regolarmente, tuttavia la sospensione era “reale” e non limitata alla visualizzazione Java dei contatori : le statistiche non sono state aggiornate durante quasi l'intera giornata (chi paga sarà contento).
Se è stata manutenzione straordinaria, una schermatina di avviso la potevano mettere all'indirizzo principale.
Se è stato un atto di hacking allora ne leggeremo parecchio nei siti specializzati.

...

Link

Shinystat = statistiche pro e gratuite per il web

Questo non lo troverete su Umarèlls




Tre notizie recenti e ancòra calde

1) Josef Fritzl - ingegnere elettrico austriaco di 73 anni - ha segregato la figlia nel bunker anti-atomico di casa sua per 24 anni, aveva con lei periodici rapporti sessuali dai quali sono nati 7 figli (27 aprile). In un primo momento avevo inserito la sua faccia malata, poi ho preferito quest'opera pop di Victoria Van Dyke dedicata all'altra famosa segregata austriaca, Natascha Kampusch : l'artista di Toronto ha "cannibalismo" tra le sue parole-chiave, e quello consumato tra le mura di casa Fritzl mi pare proprio un caso eclatante (il padre divoratore di anime).
Chissà, dopo la "scuola belga" della pedofilia con rapimento ora possiamo delinare le caratteristiche di un'analoga "scuola austriaca".
2) Un anziano bolognese è stato arrestato dopo avere toccato il sedere ad una bambina nel parco della Lunetta Gamberini : l'umarèll in bici non sarebbe nuovo ad atti di molestie verbali e fattive, ma è in cura psichiatrica presso villa Mazzacorati e quindi potrà molestare liberamente i minori fino all'ultimo dei suoi giorni (che spero arrivi presto). L'ho letto in settimana su "il Bologna".
3) Dal blog di bJacob apprendo che è in aumento il consumo degli stupefacenti tra gli anziani : sarà che la generazione che ha fatto il '68 è diventata anziana, ma spero che invece i vecchi inizino a farsi non solo di sangiovese ... così capiranno un po' i giovani.

Buonismo al rugù grasso di terza mano

Penso che non troverò queste
nius nel premiato blog Umarèlls uotching di Danilo "Maso" Masotti : lui si coccola i suoi tranquilli nonnini mentre giocano a carte, guardano gli aerei decollare o le gru dei cantieri edili, affiggono minacciosi proclami contro il disordine (sottointesi i giovani). Peggio ancòra, tirano dei calci nel culo alle belle bionde : a tradimento, vigliacchi !
E mentre fanno tutto questo, s'inculano il
welfare in assistenza sanitaria e previdenziale che noi non avremo : hanno studiato poco, ma hanno capito tutto l'indispensabile. Bravi.
In questo spazio ch'è il cardine di un progetto editoriale più ampio e che vi consiglio di sfogliare - ogni tanto - non mancano una certa "poesia" della terza età (e del fancazzismo che si possono permettere i nostri vegliardi) che a tratti diventa surreale, nonchè trovate implicitamente umoristiche e/o rimasterizzate con la retorica minimalista, ironica e geniale di Maso Vox.
Che vi piaccia o no l'argomento, almeno una volta ci dovete navigare : ricordatevi che diventeremo tutti vecchi (classico monito da umarèll) !

Links

Pagine nello "scaffale" del pub

Umarèlls uotching = blog curato da Danilo "Maso" Masotti

Crepa grassone




Fa veramente schifo

Qualche giorno fa, mentre navigavo alla cazzo mi sono imbattuto in una insopportabile foto di Manuel Uribe, il famoso grassone messicano ch'è arrivato a pesare più di 560 chili magnando troppo e poi ha "latrato" al mondo intero di voler essere salvato : comoda, davvero.
Attenzione : Manuel non è affetto da patologie al metabolismo o da altre malattie, è ingrassato così perchè gli piaceva mangiare. E me lo vedo - già obeso e quasi impedito dei più elementari gesti (come l'alzarsi da letto) - che viene servito amorevolmente da mammà, quando la
bestia barrisce : "un altro hamburger !". Il risultato di tale inarrestabile maratona gastrica è questo (non lo pubblico perchè fa davvero schifo e non vorrei rovinare il blog).
Con il fabbisogno calorico drogato di quest'animale si potrebbero sfamare una ventina di bambini malnutriti al giorno : la mia è una stima per difetto.
Moltiplichiamo per tutti i fagocitatori di questo mondo ed immaginiamoli riempire il nostro campo visivo : sono tra noi, esistono e mangiano con la disperazione onnivora degna di un cesso. Materiale buono per i video più bizzarri dell'amico Walter Ciusa.
Poi ci si è messo l'Occidente ricco e buonista (sempre amante dello spettacolo in stile Barnum) che vuole salvare tutti (ma soprattutto i "mostri" da prima pagina) e proprio un chirurgo italiano doveva essere il capo dello staff medico che avrebbe dovuto operare parecchie volte il "malato" - vi pare seria questa definizione ? - per ridargli una vita "normale" ... quale ?
Quindi il colpo di scena : "ma non doveva venire a Modena a operarsi ? No, perchè grazie alla dieta zona ha già perso 200 kg e rotti, scendendo a 350, e sostiene che bastino la visita del primario Giancarlo De Bernardinis e il regime alimentare da lui indicato per raggiungere il suo obiettivo finale di dimagrimento. Insomma, niente bypass intestinale perchè non si sente così caso disperato !" (fonte).
La vita di Bartolazzo fa sempre nuovi proseliti in tutto il mondo, e il nostro anti-eroe - oltre a mangiare, bere e non fare mai un cazzo - ha aperto un sito-web che reclamizza 'sta miracolosa dieta denominata "zona" che gli avrebbe fatto perdere peso.
La farsa si tinge di business quando ci vanno di mezzo i vetero-media e allora ...

Aridatece Jabba the Hut e Wanna Marchi !

Quante vite davvero sofferenti si sarebbero potute salvare con la mobilitazione che produrrà un secondo evento meritevole di entrare nel Guinness dei primati ?
Già che ci siamo, ci vorrebbe una bella fusione in bronzo di Botero - insopportabile
chic buono per la terrazza del Casinò di Montecarlo, altrochè - per ricordare l'evento : "paziente", medici e giornalisti al completo accanto al maxi letto !
Lo sperpero di risorse economiche e tecnologiche per rimettere in carreggiata e pubblicizzare un inetto che - secondo me - meriterebbe di morire, mi dà l'idea di questo mondo deforme nel quale viviamo.
Spero che dopo avere finito la dieta - ma è vera ? - e speso l'ultimo centesimo in lifting (per forza) :
1) la bestia venga spedita a picconare in una miniera della provincia di Vorkuta
per il resto dei suoi giorni.
2) la bestia crepi di un colpo secco : sarebbe più umoristico e pure caritatevole.
Cattivo ?
E intanto mi guardo la donna cioccolatosa dell'artista colombiano ... (segue).


Links
 

Messicano arriva a pesare 500 kg : Chiedo agli scienziati di salvarmi = articolo in Repubblica.it

Bufalo = Dell'eccesso e dei rimedi (impossibili)

Bookmark and Share

Stetoscopio rovente



Briciola di spontaneità

Nell'ultimo Grande Fratello scoppiò un casino per la sega fatta dalla dottoressa Lina Carcuro a Roberto : una terapia necessaria per combattere l'insonnia del bauscia-tributo al commenda eppure contestata da alcuni colleghi che hanno prestato il giuramento di Ippocrate con lei (una decina di giorni fa) ed hanno presentato un esposto all'Ordine dei medici della Campania.
Il nodo è lo stesso del caso della prof. Anna Ciriani : l'attacco indegno alla libertà individuale di un/una professionista con compiti di pubblico servizio attraverso la furba confusione con finalità moralistiche tra il comportamento nelle ore della giornata spese sul luogo di lavoro, e quello tenuto nel proprio personale tempo libero.
E come la prof. friulana, anche Lina è supportata da un forum della stessa "famiglia".
Con tutto che in Campania hanno qualche problema più grave per la salute pubblica ma c'hanno pure il tempo di pensare alla
mano amica di una bella e giovane dottoressa partenopea : complimenti a quei dottori moralisti.
Eppoi la sega perpetuata a beneficio del milanès è stata uno dei pochi momenti di spontaneità nei vari anni del (triste) Gf italiano, e velata pesantemente da una coperta : questi qua li pagano per non fare un cazzo tutto il giorno per alcuni mesi, e mai una volta che si siano lasciati andare ad un sano e giovanile esibizionismo, come capita nei
reality show dei paesi un po' meno tarati del nostro !
Miro mi raccontava di averne viste di tutti i colori sui canali satellitari, e m'ha promesso che un giorno ci scriverà sopra un pezzo per il pub.

Lupa in calzamaglia

Lo scenario è quello di un ambulatorio, ma l'approccio della protagonista dell'ultimo racconto della Lupa al pub è ben diverso : uscendo dal virtuale ed entrando nella vita reale di uno dei suoi utenti, la nostra si muove con forza e decisione come una super-eroina porno ... sottomettendo il dottore che credeva di cimentarsi in una visita di routine.
Aspettando un esposto dell'Ordine dei medici dell'Emilia-Romagna, vi auguro una buona lettura ...

Link

Lupa = Visita a sorpresa (v.m. 18)

V.M. 18

Linguaggio esplicito per un'azione diretta che arriva veloce al punto : tutto nasce da una fantasia - a 3 ? - confessata da un lettore alla Lupa.
Ovviamente il contenuto del racconto è vietato agli utenti minori di 18 anni.

Link

Lupa = Intreccio (v.m. 18)

Gli eroi del Niente



Quelli veri ...


Irene ha scritto un pezzo sui "veri" eroi : quelli che tirano avanti con enormi sacrifici (nonostante tutto) eppure non perdono l'orgoglio.
Si adeguano, ma non permettono che le umiliazioni azzittiscano la voce della propria coscienza : spero davvero che siano/siamo in tanti a non perdere la ragione della speranza, nell'accanimento della lotta quotidiana.
Sennò si fa la fine dei lavoratori ritratti nella foto dal sito "Fotostoria" : in pratica deportati dalle regioni italiane d'origine per lavorare nelle retrovie del fronte '15 - '18, senza neppure sapere dove e col salario rosicato dalle ditte subappaltatrici (suona così attuale).
Il primo maggio è per loro e per noi : non c'è da festeggiare, ma dobbiamo riflettere.

Link

Irene = Gli eroi del "niente" : quelli veri