Testata

Jolaurlo al Tpo # 5




Claudio

Un abitante attivo di questo spazio - che bagna di numerose e sensate parole i commenti ai miei post - è l'amicone Claudio : agricoltore-filosofo / motociclista-scrittore (tra le altre cose) / grande new entry virtuale e materiale di questo complicato 2008.
Anch'egli fan degli Jolaurlo, che ho qui ritratto al memorabile concerto del Tpo ... per essere precisi : ci siamo conosciuti nella vita materiale proprio grazie alla band - alla festa dell'Unità di Sala Bolognese - di cui sta curando il fan-space (al quale contribuisco con foto e - presto - video).
Comunità che si rinsaldano nel cyberspazio in cui i componenti sono abbastanza scafati per passare da un piano della realtà all'altro : alla faccia di vetero-brain e vetero-media che attaccano con regolarità sterile il mondo virtuale (web e videogiochi).
Ma ... chiudendo la serie di post dedicata al Tpo : che fine ha fatto Flash di Cortona ?

Links

Imalatidimente = sito myspace di Claudio

Jolaurlo fan space = pagina myspace curata da Claudio

Unesco Pinball




Una buona notizia

Il buon Federico Croci detto “Pinball Wizard” ha ottenuto il riconoscimento dell'Unesco per la propria biblioteca su flipper e videogiochi (italiani ed esteri) - potete leggere il comunicato ed il commento di Maso Vox sullo Spettro - che è stata giudicata un bene culturale da preservare.
Sono d'accordo con Maso sul giudizio negativo dato alla nostra città fighetta-e-sonnolenta (cioè provinciale) che per le collezioni di pubblico interesse del nostro amico - non solo libri, ma anche flipper e videogiochi - non riesce a dare uno spazio permanente e adeguato : pubblico e privato locale non soppesano il potenziale appeal culturale e/o materialmente vintage di pezzi apprezzati in sede internazionale, e Pinball ha ricevuto molte porte sbattute in faccia.
Ma ha la testa dura come una palla d'acciaio ...

Link

La biblioteca di Tilt.it

La vera Bologna




Indecente (1) ?


Una peruviana di 34 anni ha ballato sul muretto davanti alla gelateria Gianni sotto le due torri, ed ha mostrato più volte le sue forme fisiche - notevoli le poppe - ad una folla sempre più numerosa (fino all'arrivo dei carabinieri).
Un uomo nudo ha suonato la chitarra sopra un cassonetto dei rifiuti in via del Pratello, nel mezzo della folla di gente che ha reagito pacificamente (e con goliardia) alle castranti ordinanze cofferatiane con due notti di strada.
I video prima sono stati pubblicati sul web nella sezione multimediale di Repubblica.it e poi sono stati rimossi.
C'è chi si è scandalizzato - ma non era sufficiente inserire d'abord un avviso all'utenza sui contenuti ? - o forse l'esuberante sudamericana s'è pentita della generosità profusa in 30 minuti bollenti ...

Boomerang politico ?

So che il giudizio di molti amici sulle performance naives di strada nelle notti bianche del 15 e 16 novembre non è buono : ma davvero credete di potere competere nel gioco degli “scacchi” contro un campione come Sergio Gaetano Cofferati ?
Forse questa politica è eccessivamente sovrastrutturata su quelli che sono i veri bisogni della gente - sempre quelli semplici - e qualche gesto genuino dovrebbe ricordarci di scendere dal pero.
Ogni tanto.
Secondo me ci sta anche un po' di innocente nudismo - ogni tanto - nelle notti bolognesi ... e non è il caso di autoflagellarsi per questo (che lo Sceriffo gode).
Guardiamo avanti forti e fiduciosi, con un pizzico di ritrovata leggerezza : una volta era tra i “marchi di fabbrica” della nostra città.

Indecente (2) ?

Legato ai temi del comune senso del pudore e dell'erotismo attivo è il nuovo sito dell'amica Lucrezia detta “Lupa” : sono certo che lei non si sarebbe scandalizzata alla vista di alcune occasionali nudità di strada.
E non era la prima volta per la cronaca bolognese ...

12 - 12

I video sono tornati on-line !
Guardateli ...

Links

Aristocratica.eu = sito gestito dalla Lupa

Tutti nudi al Pratello e sotto le due Torri = video in Repubblica.it

La Bologna che vincerà ?




(ogni tanto mi arrabbio).

Ecco il futuro

Nella foto che ho sforbiciato dal free-press di E-polis il Bologna potete ammirare le dolci vecchiette dell'associazione “Al crusel” (il crocicchio, in bolognese) che rompono i coglioni e s'attaccano al telefono per ogni suono colto dal selciato del Pratello (l'età è quella che è, ma ci sentono straordinariamente bene e posso testimoniarlo) tempestando il centralino dei vigili urbani ...
Sappiamo bene che - se ci andrà bene - diventeremo vecchi anche noi ... ma lungo la strada ci piacerebbe anche un po' di svago sociale (ogni tanto).
Che dire, guardando questa foto ?
Bologna è una pimpante città che guarda al futuro ... ma per fortuna esiste un'altra area che cerca di ricondurre gli attriti nella zona-Pratello al dialogo e alla civile discussione tra tutte le parti in causa - cui partecipano molti residenti ma ovviamente è stato snobbato da “Al crusel” - ed è il LiberaPratello : potete leggere il dispaccio inviato ai mezzi d'informazione.

Ricorso

Intanto, gli osti colpiti hanno finalmente ricevuto di atti (la precedente udienza era stata snobbata dallo Sceriffo menefreghista dei propri doveri di amministratore pubblico, era infatti a Genova per il privatissimo compleanno del figlio) e i loro avvocati stanno studiando il ricorso al Tar.
Non ci sono da nutrire molte speranze (il podestà ha dalla sua la legge di matrice destrista) ed allora consiglio ai birrocciai di insistere sulla comunicazione con i soggetti in gioco, e le sinergie con gli altri movimenti di questi mesi di lotta : come la bella "camminata all'indietro" dei genitori anti-Gelmini di qualche giorno fa, supportata dalla fornitura di merendine ai bambini presenti.
Le attività legali come le osterie sono importanti per la trama di un tessuto sociale sano : senza di loro, le strade sono in mano ai veri delinquenti (oh ... ma loro sono spesso silenziosi e non amano il chiasso).
Tornando alla cronaca, venerdì scorso è successo il finimondo in Comune e sono stato ragguagliato a caldo da un simpaticissimo fotografo - con cui ho concordato il nome in codice Darling pet - la sera stessa,
seduti ad un tavolo della Birreria Amadeus fin quasi le 2 : più casino degli osti, lo hanno fatto i dipendenti Atc (azienda dei trasporti pubblici) che aspettano qualche euro d'aumento da cinque anni ... poi quasi-rissa tra Carella (Fi) e Valerione (Monteventi).

...

(mi pareva che Cofferati volesse fare “terra bruciata” per vendicarsi del voltafaccia dei bolognesi e del suo partito, e sono sicuro che chiuderà con più di un botto).

Link

Bologna - lettera del comitato LiberaPratello, residenti felici = pagina in Global Project Bologna

Prostitute-e-cinefile






Ultima frontiera e soggetto buono (forse inedito)

Tra i più ingordi consumatori di film (e non solo) che ho conosciuto in vita mia, ci sono senz'altro le prostitute : tra un cliente e l'altro nell'appartamento in affitto e/o nel tempo pomeridiano di riposo prima delle atletiche e lunghe passeggiate notturne (esercizio che dona alle ragazze est-europee gambe e falcata invidiate dalle italiane) compulsivamente divorano alla pari snack e dvd ...
Come la splendida domnişoară E, cui ho prestato una ventina di film ed ha apprezzato questa lista :

American crime (di Dan Mintz - Usa 2004)
The call - non rispondere (di Miike Takashi - Giappone 2003)
Il fantasma di Mae Nak (di Mark Duffield - Tailandia 2006)
Phone (di Ahn Byoung Ki - Corea del Sud 2002)

La bambola riprodotta è dimostrativa del tipo fisiognomico ed etnico della mia amica - non è lei insomma ... ma se mi darà il permesso, riprodurrò alcune belle foto che le ho scattato - e queste immagini le ho scaricate dallo storico sito “Bologna Eros” che da molti anni è un punto fermo per gli appassionati delle carni fresche.
Io non ricordo di avere visto in qualche pellicola questi interni di belle di giorno alla prese con i dvd e sviscerato il rapporto tra video - che non deve necessariamente porno (banale ridondanza) - ed esercizio del meretricio : interlacciamenti tra la finzione filmica e il vissuto materiale ... qualche utente più dotto mi ragguagli cortesemente sulla filmografia che - eventualmente - mi sono perso.

Link

Bolognaeros.it = sito di bose operative nell'area bolognese

Lo Zio




Il migliore

Adesso che persino Zefram è tornato alla ribalta e ormai proprio tutti si sono candidati al ruolo di podestà di Bologna - ci sto facendo un pensiero anche io - possiamo chiudere i portoni e gridare “completo !” ?
Non ancòra ... io penso che Alessandro Zanotti sarebbe un ottimo sindaco della città : il cinefilo - organizzatore di cineclub itineranti - produttore cinematografico ha esperienza
di lungo corso di vera cittadinanza e vero underground, è un autentico liberale con tendenze sadomasochistiche e una viscerale passione per il cinema estremo ...
Io voglio lo “zio” in consiglio comunale col frustone e la maschera tribale africana, a fustigare i politici di carriera con sottofondo di heavy metal !!

(e se non si candida, voterò Grillini).

Link

Nuovo Cinema Inferno = video di Walter Ciusa in Atypicalmovie (blog)

Senza parole




Ma perchè ?

C'è da chiedersi davvero il motivo per cui quest'uomo - al secolo Sergio Cofferati - ha soddisfatto tutte le richieste dei comitati dei “bravi cittadini bipartisan” che vorrebbero instaurare un regime cileno in questa città e intanto - ennesima decisione sciagurata della giunta in carica - hanno ottenuto il coprifuoco ... come ha scritto un ragazzo sul tazebao del Tarcaban (un foglio-maxi appiccicato sulla vetrina) :

Lavora - consuma - crepa senza dar fastidio. Grazie, questa la vostra libertà !!!

Un uomo che continua a umiliare Bologna e la bolognesità, colpendo sistematicamente i luoghi di aggregazione/accoglienza, che spesso sono gli unici spazi di aggregazione per gli studenti (guarda caso, in calo brusco) ... come il Pratello.
Perchè la strada è di tutti.
Perchè in tutte le città civili di questo mondo, vi sono strade e piccoli quartieri deputati alla socializzazione e non ad essere morti dormitori.
Perchè 'sti rompicoglioni che abitano al Pratello hanno acquistato a poco prezzo gli appartamenti - quando gli conveniva - e adesso ne vogliono fare un'asettica e ordinata strada residenziale per fighetti, ma con le serrande abbassate al piano terra.

Ignoranza ?

Può bastare ch'egli sia nato a Cremona ed abbia vissuto tutta la sua vita - fino a 5 sciagurati anni fa - lontano da Bologna ?
Che - tanto è pieno di sè - non abbia mai sentito il bisogno/dovere di scendere in strada - ogni tanto, suvvia - in mezzo alla gente comune, per chiedere come vanno le cose ?
Che - in definitiva - non abbia capito un cazzo della cosiddetta bolognesità ?

...

(è chiaro).

Opportunismo politico ?

Può bastare che la popolazione bolognese dei residenti (aventi diritto di voto) sia sempre più vecchia decrepita, e quindi stia cercando di soddisfare le canute arroganze del target dell'elettore bolognese-medio ?
Potrebbero bastare queste due discutibili motivazioni per imporre la chiusura alle 22 a 4 locali del Pratello (Barazzo, Osvaldo, Mammouth, Tarcaban) più il Vapian in via Santacroce (sempre in zona) condannandoli in pratica al fallimento dell'esercizio ?

Credo sia vendetta

Ne parlavo due sere fa con Lando al 96f di Abdel, ed entrambi pensavamo alla stessa cosa : il ducetto, dopo la defenestrazione comunicatagli da Veltroni, ha deciso di usare tutti i nuovi poteri da neo-podestà per fare incazzare la gente e sputtanare il Pd.
Fa i dispetti, tanto da creare tangibile imbarazzo nella sua stessa giunta.
Solo che non sono i dispetti leggeri di un bambino, continua a colpire i giovani e la gente che lavora, fa “terra bruciata” (anche a danno della sinistra).
Ripeto : gente che lavora.

Chi rimarrà in strada ?

Avevamo già suonato il nostro piccolo campanello d'allarme (ma lo Sceriffo non ha risposto alla lettera - regolarmente protocollata - di BrianOvo), e Valerio Monteventi - fresco fuoriuscito da una Rifondazione Comunista pronta allo squallido inciucio con i piddini - ha scattato la sua istantanea :

Ore 23, 15. Via del Pratello, dopo l’incrocio con via Pietralata. La strada è vuota, l’ordinanza ha prodotto gli effetti voluti. Ma un assembramento è rimasto: sono una ventina di spacciatori che, in silenzio, proseguono il loro sporco lavoro. Ma in questo caso nessuno interviene, non ci sono schiamazzi che disturbano la quiete dei benpensanti [ ... ]

Gli spacciatori vanno bene ai bravi cittadini bipartisan, perchè fanno il loro lavoro in silenzio : è uno sporco lavoro, ma qualcuno lo deve pur fare ... (cit.).

Links

Il coprifuoco del Pratello = articolo di Valerio Monteventi su Zic.it

Bologna - la città delle libertà negate. Atto II = articolo in Global Project Bologna

Jolaurlo al Tpo # 4




Tore

Gli ultimi scatti dedicati ai membri storici della band sono quelli al batterista Salvatore Nobile detto “Tore”, lo specialista del battito cardiaco : non ho molto materiale sul fine faticatore di tamburi e piatti, perchè piuttosto lontano dall'ottima posizione che mi ero scelto per scattare, spesso era avvolto dai fumi, con l'asta del microfono in asse sul volto ... chiedo umilmente perdono.
Lui è un “tossico” maestro dello strumento - sarebbe meglio usare il plurale ( è polistrumentista ) - che ha fatto stages con i migliori batteristi del mondo e suona parecchie date ( bolognesi ma non solo ) in diversi gruppi : date un'occhiata alla spalla del suo myspace per rendervi conto ... ( e magari per ascoltarlo, una delle prossime sere ).
Lo potete anche vedere live e dopo la fatica in questo video di Walter Ciusa, realizzato con le riprese del concerto dei Pangea - ensemble di cui Tore è il batterista titolare - al Vicolo Bolognetti, nell'estate trascorsa.

Link

Tore = pagina di Salvatore Nobile in Myspace.com

Bookmark and Share

1 bit di speranza



Flebile speranza

Bene : ha vinto lui ed era giusto punire il Partito Repubblicano per avere imposto agli Usa e al mondo intero un presidente inetto e spregiudicato come George W. Bush (e famiglie associate in affari petroliferi).
E ora ?
Massì, lo ammetto : anch'io mi sono fatto contagiare dal clima di festa e per un giorno all'anno, credere ad un "mondo migliore" non è poi una cattiva cosa ... ma quale mondo ?
Il neo-presidente (che entrerà in carica ufficialmente nel 2009) ha davanti a sè un enorme lavoro di ri-costruzione economica e ideologica, i popoli sono stremati dal trentennale sfruttamento neo-liberista e a questo punto si deve cambiare ... altrimenti la "barca" affonderà.

Links

Speciale elezioni Usa 2008 = pagine Ansa

Obama Barack = sito ufficiale

Il lupo e l'agnello




I soliti noti coi caschi

Le immagini della settimana scorsa che più mi sono rimaste impresse, sono quelle dell'aggressione fascista al corteo romano degli studenti contro il decreto-legge Gelmini e l'ennesimo taglio dei fondi all'istruzione pubblica (consuetudine pluridecennale cara ad un Sistema italiano che campa sull'ignoranza dei sottoposti).
La dinamica è chiara :
1) un gruppo di neri - molti "anziani" ovvero oltre l'età da università - è arrivato al corteo ma in posizione arretrata, ha chiesto strada per raggiungere la Piazza ma - per volontà negativa o saturazione fisica delle strade - non è stato accontentato e
2) a questo punto 'sti "vecchi ragazzi" sono stati riforniti di mazze che mi sembrano armi da kendō (fors'anche una katana) ed hanno cominciato a legnare come bestie, usando tutto quello che trovavano e poteva essere utile per fare del male agli altri (sedie di un bar, persino un Pinocchio di legno e spero che non avesse il naso lungo come quelli dei nostri politici) : molti aggressori avevano il volto scoperto.
Per una malevola applicazione della par condicio, nonostante le forze dell'ordine avessero fermato una trentina di neri ed alcuni manifestanti, alla fine ne sono stati arrestati uno per parte.
La testimonianza di Curzio Maltese stigmatizza pure il colpevole comportamento della Polizia dello Stato durante l'azione criminale, in quanti gli agenti non hanno impattato gli aggressori ma anzi li hanno aiutati, ignorandoli e percuotendo anch'essi gli studenti : roba da G8 genovese ...
Sono sempre contro il fascismo ed anche contro l'anti-fascismo, mi aveva dato un perverso piacere post-moderno l'immagine di un ragazzo fascista che gridava "duce" al fianco di una ragazza con la kefiah alla testa di un altro corteo (pochi giorni prima) : questo fattaccio è un piccolo favore fatto al governo Berlusconi IV, che tuttavia non fermerà l'Onda anomala ... ma nessuno chiede conto ai funzionari di Polizia delle loro decisioni e delle loro omissioni ?

Link

Scontri a Roma : la testimonianza di Curzio Maltese = video in Youtube.com

X-People




Rewindin' “Hulk e il Pianeta verde”

Ultimo dei pochi post pubblicati nell'altro blog : sull'incapacità dei nostri creativi di colpire l'immaginario collettivo - se quest'espressione ha ancòra un senso - con i problemi reali del paese.
Ci vorrebbe meno ideologia e più pop-art ... ci stiamo muovendo troppo lentamente ed hanno già suonato la sirena degli ultimi due minuti di gioco.

Gli X-Men loro

(6 - 7)

Questa splendida tavola collettiva è stata caricata nel database del wikipedia italiano ed è stata tratta dal sito Ign.com : come ho già scritto, ho perso tempo fa il contatto periodico con i comics e mi limito a verificare l'ibrido con la settima arte nelle sale cinematografiche. E tuttavia ritengo ancòra - per l'affetto del “vecchio lettore” - che il potenziale narrativo insito nelle mutazioni degli eroi marveliani di questo gruppo (poi cresciuto a dismisura) sia di primissimo piano.
Prima o poi, dovrò riprendere i contatti con quel mondo fantastico ...

Gli X-Men de' noartri (anzi globalizzati)

Altra “specie” di mutanti sono i precarizzati che debbono mettere braccia - intelletto - schiena alla mercè del Capitale reinventandosi ogni settimana : chiedo agli esperti di comics se/che passeranno da queste pagine, di indicarmi quelle pubblicazioni super-eroistiche che hanno così delineato la status civile dell'eroe ... in linea con i tempi.
Le prime pubblicazioni sono la stampa in carta dei blog internettiani (e questo m'allieta) però si potrebbe fare molto di più : incidendo il feedback psicologico delle relazioni e degli ambienti vissuti col bisturi di qualche scrittore vero, potrebbero sgorgare fiction notevoli e calde ... di mutazioni psicologiche e fisiche di postura e struttura - inclusa la vasta casistica delle malattie professionali - ce ne sarebbero a sufficienza per fondare un nuovo genere letterario.
A parte Niccolò Ammaniti e pochi altri cannibali - tuttavia fermatisi sul ciglio della Pubblica Decenza (ahi) - gli autori italiani sono inibiti dall'uso dell'espediente fantastico estemporaneo (cioè non all'interno della narrativa “di genere” in cui è pura routine).
I coraggiosi facciano un passo avanti ...

Link

X-Men (fumetto) = scheda in wikipedia

11 zeri



Come sotto la neve

Questo blog non è un semplice ipertesto (di poesia, aforismi e brandelli di prosa) ma anche un eccentrico progetto editoriale on-line con una impaginazione grafica compatta e originale che necessita di un'azione del lettore : nel catenaccio della testata si legge "Riflessioni ricoperte da un manto di neve (Scopri le parole cliccando negli spazi vuoti)" ed infatti il gioco è quello di puntare il cursore e poi trascinare il mouse col tasto sinistro premuto fino a leggere l'intero post.
Il contenuto "nascosto" l'abbiamo già visto su altri blog ... ma qui c'è un'ovattata eleganza minimale - che a me garba sempre - e un lavoro sui sensi del visitatore : mi rilassa come una stanza di ghiaccio luminosa.
In più : qualche volta - come in "Silenzi e grida" - i testi posseggono due percorsi di lettura indipendenti l'uno dall'altro, e possono essere usufruiti sia "in chiaro" (leggendo solo le poche parole visibili, inchiostrate in nero) che evidenziando col mouse tutto il contenuto.
Io non so chi ci sia dietro l'avatar ooooooooooo - che mi notifica via-mail la persisistenza del suo lavoro - ma mi piacciono le cose che scrive e come le espone ...

Link

11 zeri = blog

Alla ricerca di Blu




Come impegnare una domenica mattina

In settimana è stato assegnato l'appalto della ricostruzione dei terreni del vecchio mercato ortofrutticolo di via Fioravanti, e stamattina ho fatto un sopralluogo fotografico-casereccio per fissare le opere di Blu sui muri del vecchio edificio - che non so se rimarrà in piedi o verrà demolito - con la preziosa collaborazione di freulein A ... poi organizzerò il materiale in modo ragionato e pubblicherò altrove.
Dopo lo stop a "Hulk e il Pianeta verde" ho comunque la necessità di scorporare alcune parti di questo blog - che rimarrà vivo e sarà il sommario ed il link tra il sito maggiore e i vari blog personali - in altri tematici : di questi, uno sarà dedicato ai graffiti urbani.
Ne riparleremo tra 3 - 4 mesi ...

Link

Blu = sito ufficiale

Jolaurlo al Tpo # 3



Gianni

Gianni Masci detto "Aunt Klaude" - e il dottore magari me ne spiegherà il motivo nei commenti - è un polistrumentista (spesso scatenato chitarrista) e seconda voce in forza agli Jolaurlo - l'ennesimo buon cinno che ho avuto il piacere di conoscere dopo lo strepitoso concerto del 18 ottobre - che sta costruendo un proprio progetto di rock sperimentale : vi consiglio l'ascolto delle tracce "Mentale" e "Idolatry (complete version)" nella sua pagina myspace.
Quest'ultimo è il primo singolo realizzato con Maurice Noah - dj elettrohouse e nuovo membro di Ju - nel "progetto elettrico-futurista Aunt Klaude vs Maurice Noah in cui coesistono, appunto dancefloor e attitudine rock".
Ho scattato le foto di questa serie al Tpo con la mia nuova macchina - una Panasonic Lumix Fz20 (compatta "bombata") - e Gianni era quello che aveva le luci migliori, assieme a Marzia (che però si muoveva un po' ...) : entrambi hanno ostentato il nuovo taglio di capelli, lo stesso del "dottore" ... il grosso parmigiano nega un qualsivoglia accordo preventivo con i boyz ma io ...

Links

Aunt Klaude = pagina di Gianni Masci in Myspace.com

Jolaurlo fan-page (a cura de Imalatidimente)