Testata

Pagine più leggere





1

Una caratteristica più volte esecrata da me, Lorenzo e Uomo ( UUIC ) sui nostri diari on-line, è la proliferazione di cookies traccianti, attività multimediali e varie installate nelle pagine-web del cosiddetto web 2.0 ... rendendole così pesanti da rallentare - talvolta oltre il limite della pazienza umana - l'esperienza di navigazione sulle macchine un po' vetuste e sulle connessioni problematiche ( fisiologicamente lente, intasate da troppi utenti connessi ... altro ).

Pare che due colossi come Facebook e Google stiano facendo un passo indietro e nella direzione del soddisfacimento degli utenti penalizzati dall'hardware divide : dopo gli Instant Articles [ 1 ] FB ottimizzerà il newsfeed - la pagina Home - per chi ha le connessioni lente ( pensando ai Paesi emergenti che viaggiano con la 2G, a situazioni di traffico intasato ... altro ) [ 2 ] e Google  ha presentato il progetto open-source AMP ( Accelerated Mobile Pages ) [ 3 ] concertato con alcune testate giornalistiche internazionali ( tra cui La Stampa ), un subset derivato da HTML e CSS per generare pagine d'informazione leggere, senza JavaScript ma con l'immancabile codice tracciante dentro ( vedi la cartella amphtml/ads/ nel repository del progetto su GitHub [ 4 ] come consigliato dall'utente Davide Trevisan ).
Il sito ufficiale del Progetto AMP è questo : [ 5 ].





2

Gli articoli che ho linkato sono stati pubblicati su Wired.
Cominciassero quelli di Wired, a dare il buon esempio : in quelle stesse pagine ( e nelle altre del magazine on-line ) vengono caricati video-servizi ...
e non solo vengono bufferizzati ...
partono automaticamente una serie di video per pagina, senza alcuna richiesta volontaria da parte dell'utente !
=
La risposta giusta a questo tipo di invadenza è l'add-on Adblock Plus ch'è disponibile per svariati browser : [ 6 ].
Il team di programmatori produce anche un browser carrozzato con codice anti-pubblicità : Adblock Browser [ 7 ].

Bookmark and Share

5 commenti:

  1. Interessante!
    E cosa mi consigli di scaricare per ovviare alle sgradite e 'rallentanti' intrusioni? Il primo o il secondo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho mai provato l'Adblock Browser, perché ho ed uso un ( cesso di ) smartphone con Windows Phone.
      Adblock Plus, da parecchi anni lo monto sui browser che uso con il Pc, e spesso funziona.

      ===

      Elimina
  2. Io sono favorevolissimo allo "hardware divide".

    Non solo per me i furbofoni e i furbofonisti potrebbero sparire ma mi fa ridere l'idea di mettere in aria degli aerostati per estendere le reti cellulari nel Terzo Mondo, cosi da mettere un furbofono nelle mani di gente che beve l'acqua delle pozzanghere.

    Il problema è molto più ampio del furbofono e riguarda la natura del Web. Essendo un problema ampio, non ha molto senso descriverlo in un commento.

    RispondiElimina
  3. Il problema è filosofico, non tecnico.
    Il fatto che si tende a realizzare prodotti sempre più pesanti ha solo qualche pallida giustificazione funzionale :- serve (?) ancora questa e quella funzionalità.

    Il propellente è invece speculativo (se io ti vendo prodotti sempre più complessi aumento fatturato e quindi utili), filosofico (tecnoteismo progressista), etologico e psicologico (ingordigia anche di cose inutili e dannose).

    Se una persona ha una dimensione spirituale, il suo cammino sarà un cammino per togliere, per semplificare, per rimuovere.
    Ma una persona con una dimensione spirituale e che quindi vive bene, è una rovina per il BAU.

    RispondiElimina
  4. Eh.
    Il Sistema mette le mani avanti, nell'Africa che in vaste regioni è da sviluppare : prima l'istruzione degli africani e poi la concessione del benessere materiale che, oggi, è fruito a macchie di leopardo.

    :)

    RispondiElimina