Testata

Yana




La copertina di Tattoo Life n. 119


1

Ho un forte debole per queste ragazze tatuate, è sovrascrittura che ha origine storica nelle pratiche sciamano-terapeutiche e già in epoca romana era usata per la marchiatura dei criminali [ 1 ], ed offre una iper-sollecitazione dei sensi : è il bello sul bello ... more is more contro il minimalista less is more.
A ognuno la sua scelta.
Io non ho un partito preso sull'argomento, dalla bellezza femminile al design lato, ma queste modelle mi fanno sbroccare da sempre.
{ lo so, questa mia dichiarazione d'amore riceverà il biasimo dell'oplita Lorenzo [ 2 ] }.

Nella mia personale ottica, queste ragazze sono devi [ 3 ] nel tempo della dissoluzone dell'Occidente sul ciglio dell'abisso di Moria, una terra che ha sospinto il mondo per secoli ma ora è prossima al punto del non-ritorno nel Grembo Virtuale.




Scatto su Fotoportale.it


2
 
Meglio ancóra se la modella è di origine russa e gli occhi da sogno “bucano” tra le lentiggini usuali nelle ragazze dai capelli rossi [ 4 ] : come la divina Yana Sinner [ 5 ] ( talvolta “Jane Sinner” ) protagonista di questo mio post-it, che ho scoperto sulle pagine cartacee dell'ultimo numero di Tattoo Life che ho trovato in edicola { qui l'articolo on-line : [ 6 ] } e – per la felicità di frate Lorenzo – ha base a 0039-02 ( detta “Milano” ).

Una lista di siti e pagine-web dedicate alla modella e alla linea di lingerie da lei ideata :



Siti e social ufficiali
descrizione
titolo e link
Sito ufficiale
Yana Sinner
Sito ufficiale della linea di abbigliamento intimo
Sinner Couture
Facebook/1
Jane Sinner Official
Facebook/2
It's Yana Sinner
Instagram
yanasinner
Pinterest
Jane Sinner
SuicideGirls
Janesinner Suicide
YouTube
Yana Sinner
Twitter
Yana Sinner
altre pagine-web
descrizione
titolo e link
album su Fotoportale.it
Yana Sinener
servizio fotografico di Stefano Girardi
Yana Sinner – La bellissima suicide girl Yana in una location da sogno
servizio fotografico di Nicola Casini, con Felisja FishBall, su GQ Italia
Felisja e Yana, un roadtrip bollente
intervista di Stefania Perosin, fotografi vari, su Tattoo Life
Yana Sinner: i tatuaggi, la vita e le lacrime degli uomini
Tumblr
post taggati “Yana Sinner” su Tumblr


[ ... ]

Bookmark and Share

43 commenti:

  1. Ha un aspetto malaticcio e zozzetto. In generale un tatuaggio ci può stare, di più mi fanno decisamente schifo. Poi se a taluni piace palesare la loro coattagine, così ci riescono benissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io, la trovo morbosa. E ... vabbè, nel post ho palesato la mia debolezza per questo tipo di ragazze.

      Elimina
  2. Io preferisco le more.
    In fatto di femmine, più che in altri ancora, direi che i gusti sono alquanto soggettivi. Ed è bene che sia così.
    Immaginate che disastro se tutti i maschi competessero per poche femmine trascurando le altre!? Sarebbe un casino_totale!

    RispondiElimina
  3. Non vi giudico, voi feticisti.

    Io sono stato educato ai valori antichi quindi, che sia principessa guerriera, vergine nel chiuso del chiostro o mite pastorella, la bellezza dipende dall'armonia. Armonia di forme, armonia di colori, armonia di spirito.

    Le cose dis-armoniche mi infastidiscono, sono la anti-bellezza, sono uno sfregio, un insulto.

    Tanto più grave quando è tutto gratuito e vuoto di senso, il segno non è una cicatrice causata dalla vita o la medaglia di una impresa compiuta.

    Donne sfregiate risultato di un'epoca decadente di masochismo inane. Donne che tra l'altro manifestano problemi gravi con se stesse. Le lascio volentieri al drago o a Marco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tanto più grave quando è tutto gratuito e vuoto di senso, il segno non è una cicatrice causata dalla vita o la medaglia di una impresa compiuta.

      Beh ... no.
      Spesso i disegni tatuati hanno un significato per il portatore.

      Elimina
    2. Mi ci pulisco il didietro col "significato per il portatore". Solo un pazzo parla con se stesso. Tu esibisci un segno perché vuoi comunicare AD ALTRI e la comunicazione per sua natura richiede il contenuto e la convenzione sul linguaggio.

      Il tatuaggio che significa per il portatore semplicemente non ha nessun significato, è un concetto illogico, privo di senso.

      Senza considerare l'insulto estetico, tipo gli scarabocchi su una cattedrale.

      Elimina
    3. Te fai cosi, fai in giro facendo dei versi e poi quando ti chiedono che versi sono tu rispondi che stai parlando la tua lingua personale con te stesso. Se non sei al congresso del PD e non stai facendo la tua relazione, probabilmente ti portano in ospedale.

      Elimina
    4. In verità, i significati di parecchi simboli sono codificati nelle diverse culture del tatuaggio.
      Ad esempio, la carpa nel tatuaggio giapponese :

      [ Nei motivi dei tatuaggi, il disegno di carpa preferito è il pesce che risale una cascata. Dal momento che è un disegno verticale, è particolarmente adatto per la schiena, sebbene appaia alcune volte su braccia o cosce. Il suo significato è primordiale: chi lo porta è, o vuol essere, coraggioso, risoluto, tenace”. ].

      Eccetera.

      Che, poi, una ragazza decida di portare sulla pelle un simbolo o un complesso di simboli che raccontano una sua storia personale ... questo, sì, m'intriga.

      Se non sei al congresso del PD e non stai facendo la tua relazione, probabilmente ti portano in ospedale.

      :D !

      Elimina
    5. "2004-2007, due ragazze tedesche muoiono al termine di serate in allegria: una cade nel Tevere, l’altra precipita in un hotel. Accusati i corteggiatori, un marocchino e un tunisino"

      Ormai la cronaca ha superato la fantasia o gli incubi, quindi, vai in pace con le tue donne tatuate, Marco. Nel marasma generale, coi vandali che danno fuoco a tutto, cosa vuoi che ti dica.

      Elimina
    6. Toh va, eccoti un esempio, rigorosamente a torso nudo.

      Esempio mica per l'estetica, per il "significato" dei tatuaggi.

      Ah, le risate.

      Elimina
    7. Non si vedono bene i tatuaggi, difficile interpretare.
      Anche il tribale sulla testa, si vede solo parzialmente.
      Maori ?

      ...

      Comunque questo tizio è, tatuaggi a parte, un tantino sopra le righe ...

      Elimina
    8. Marco, possibile che tu non capisca che il condizionamento attuale che programma le coscienze vuole che non ci sia nessuna "riga" da superare??

      Ti faccio un altro esempio:
      Traffik e Gallagher, mi dicono che siano due "trapper" romani con un grande ascolto, specie fra i giovanissimi.

      I "fratelli righeira", l'equivalente degli Anni Ottanta, cioè trenta, quaranta anni fa.

      Se vuoi altri esempi:
      Modello unisex attuale, i due stramboidi di cui sopra.

      Anni Ottanta, per i maschietti.
      Anni Ottanta, per le femminucce.

      I tempi sono cambiati, certamente.
      IN PEGGIO.
      Non sono cambiati per caso.

      Elimina
    9. Sì ...
      il trap sembra il classico “fondo del barile” ...
      { a proposito, ho acquistato e scansionato la copertina di una rivista reperibile in tutte le edicole italiane, che è un documento storico abbastanza importante dei tempi che viviamo ...
      presto sul blog }.

      Elimina
  4. In genere il livello di maialaggine è direttamente proporzionale al numero dei tatuaggi (anche se poi vengono battute da quelle col piercing sul grilletto..)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mark, ai miei tempi si diceva che le Figlie di Maria son le prime a darla via.

      Più che la maialaggine in sé, presumo che il numero e dimensione dei tatuaggi siano proporzionali al numero e dimensione dei problemi mentali.

      Ieri al parco ho visto un tipo che dalla cintura in su sembrava un commercialista epperò aveva due enormi rose rosse tatuate sulle ginocchia. Sono serio.

      Elimina
    2. Mi riferivo alle tatuate. Le "Figlie di Maria" sono un'altra storia.

      Elimina
    3. Ripeto, le tatuate sono svitate.
      Che siano anche maiale è un effetto secondario.

      Puoi ignorare il fenomeno principale, cioè che sono svitate, solo se non le frequenti perché come diceva il profeta Ferradini, "fuori dal letto, nessuna pietà". Altrimenti, si, ti fa comodo la maiala ma poi devi gestire la svitata tutto il resto del tempo.

      Elimina
    4. @ Mark Renthon : In genere il livello di maialaggine è direttamente proporzionale al numero dei tatuaggi [ ... ].

      Uhm.
      Da dove viene, questa ?
      Dalla tua esperienza personale ?
      Beh ...
      nella mia, è un'asserzione falsa.

      Ricordo, ad esempio, una tipa super-tatuata e con svariati piercing sul volto, che lavorava alla reception di un ostello a Rīga.
      { una delle socie proprietarie dell'ostello, mi disse dietro le quinte che la tizia era stata assunta, temporaneamente come tutte le ragazze e i ragazzi impiegati nel ruolo, proprio per la sua diversità cioè per esprimere attraverso il personale le sfaccettature della società liquida }.
      Bene ...
      quando chiesi alla tipa super-tatuata e super-borchiata qualche “locale alternativo” in città, quella sbottò !
      Mi disse, con una voce tesa come una corda di violino, che lei era tutta casa-e-chiesa, che si faceva tatuare e borchiare perché le piaceva, e che non frequentava alcun “locale alternativo” ...
      suonata ?
      Sì, probabilmente quella tipa era proprio suonata.
      Maiala ?
      Mah ...
      direi proprio di no.

      Elimina
    5. "Da dove viene, questa ?
      Dalla tua esperienza personale ?"


      Di ragazze tatuate ne ho conosciute diverse, anche biblicamente. Quello che ho trovato l'ho scritto nel primo commento, se poi tu mi dici che ne hai incontrate anche di morigerate, ne prendo atto, non ho motivo di dubitarne.

      Elimina
    6. Dai, Marco fa finta di non capire che il tatuaggio si fa per lanciare un messaggio. E' uno di quelli che insistono con l'idea palesemente falsa che ci si faccia il tatuaggio "per se stessi".

      Nel caso delle donne dovete fare riferimento alle fonti accademiche.

      Storicamente, senza andare al neolitico, i tatuaggi se li facevano i rampolli dell'alta borghesia o dell'aristocrazia che viaggiavano oltremare. Un Pincopalla d'Aosta, un Duca Pippo di Edimburgo. E si esibivano nei club per uomini, nei ginnasi, come le ferite da spada dei duelli.

      All'epoca il tatuaggio era sinonimo di "vita avventurosa", colonie, terre esotiche e lontane, esplorazioni e ovviamente ogni tipo di bordelli.

      L'idea del "tipo figo col tatuaggio" è scesa lungo la piramide sociale e si è incontrata con un altro uso dei tatuaggi, cioè i simboli della criminalità e in particolare l'ambiente carcerario.

      A partire da un certo punto (mistero svelato, gli Anni Settanta) è diventato "figo" il nero appena uscito di prigione, col pantalone senza cintura, le scarpe senza stringhe (tipico delle prigioni) il dente d'oro e le ferite da coltello, quindi sono diventati fighi i tatuaggi delle prigioni.

      Eccoci quindi allo stato attuale per cui il tatuaggio è una moda sincronizzata con tante altre mode che hanno tutte lo scopo di demolire la "società occidentale" per introdurre il Mondo Nuovo, la Società Aperta, che in pratica è il mondo che vedete nelle sequenze a livello della strada del film Blade Runner. Che è semplicemente il "downtown" delle metropoli americane.

      Notare che negli USA il "suburb", cioè la campagna, la periferia, è fatto di casette per i borghesi, col prato e la piscina. Il "downtown", cioè il centro città, è fatto dagli edifici vecchi, i palazzi, i capannoni, dei ghetti dove vive l'umanità "meticcia".

      Quella umanità che DEVE essere il modello per tutti noi.

      Poi, riguardo il concetto della "maiala", mi sa che è una idea relativa. Non credo che abbiamo tutti la stessa idea di "maiala". Facciamo il caso di una persona a noi nota che magari va in giro a braccetto con una "bibliotecaria" (genere porno) ma questa mentre passeggia ha il famoso "cuneo" nel didietro, anche se noi non lo vediamo. Viceversa, la tatuata come sopra è più wysiwyg, è improbabile che la porti a spasso la domenica con il vestito della festa e il cuneo nel didietro.

      Elimina
    7. Dai, Marco fa finta di non capire che il tatuaggio si fa per lanciare un messaggio. E' uno di quelli che insistono con l'idea palesemente falsa che ci si faccia il tatuaggio "per se stessi".

      Ma che diavolo dici, Lorenzo ?
      Non ho scritto che il tatuaggio è sempre qualcosa di nascosto e personale, ma che esistono anche tatuaggi intimi.
      La signorina soggetto del post, ad esempio, è un tripudio comunicativo esplicito, con grandi tatuaggi in vista, un afrore comunicativo di bello sul bello che mi dà alla testa ...

      Elimina
    8. Marco, vediamo se riesco a farmi capire.

      La tipa che passa giornate dal tatuatore lo fa per UNA SOLA RAGIONE, perché nel suo "giro" esporre il tatuaggio corrisponde ad un "feedback positivo", cioè la gente di cui vuole la approvazione si complimenta. Tanto più tatuaggio, tanto maggiore il complimento.

      La "maialità" secondo me è un effetto secondario, cioè ci sarebbe comunque perché anche quella, a parte gli aspetti ricreativi, è un modo per ottenere un "feedback positivo", anzi, per ottenere qualcosa in cambio. Alle donne piace scopare ma da che mondo è mondo usano la patata come merce di scambio. Essendo generalmente un po' sceme qualcuna ci guadagna e qualcuna si fa ammazzare, molte alla fine rimangono col cerino.

      Allora, alla fine tutto si riduce al bisogno di "farsi notare" per poi ottenere qualche vantaggio di posizione.

      Stare li ore a farsi bucare con un ago non richiede nessun talento a parte il masochismo. Darla via con entusiasmo oltre a non richiedere talento può anche essere divertente. Potrebbero diventare astronauta, le tipe ma li ci vuole qualcosa di più che la semplice materialità con l'aggiunta di una vagonata di CONFORMISMO.

      Circa la tua predilezione, de gustibus. Io la penso alla rovescia. Meglio cosi, ognuno il suo.

      Elimina
    9. Voglio dire, ribaltando il discorso, io non do feedback positivo ad una tatuata. Meglio se non mi chiede niente, altrimenti gli devo dire che il tatuaggio mostra conformismo nella migliore delle ipotesi e demenza nella peggiore.

      La ragione è che io NON FACCIO PARTE DEL GIRO delle tatuate.

      Se vai nella palestra "per signori" dove ogni tanto pranzavo anni fa, sono tutti tatuati. Depilati, abbronzati, pettinati, esteticamente ritoccati e tatuati.

      Se io mi iscrivessi in quella palestra e mi presentassi coi pantaloni e la maglietta Anni Ottanta, la mia naturale pelosità, i calzini con l'elastico smollato e le scarpe da 15 euro Decathlon, mi accompagnerebbero all'uscita e mi straccerebbero la tessera.

      E' una faccenda tipo "cosa bisogna fare per campare". Tutto tranne "una scelta personale" e tutte le fandonie anti-umaniste nelle quali affoghiamo.

      Elimina
  5. Il tatuaggio mi pare renda impossibile la nudità, un vestito che non puoi più togliere, un vero peccato non potersi offrire spogliati ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' il contrario. Le persone come Fedez che si coprono di tatuaggi insensati, poi stanno a torso nudo ogni volta che possono per esibire l'opera d'arte agli altri.

      Infatti, insisto, contrariamente alla teoria di Marco, chi si fa i tatuaggi non se li fa per se stesso/a ma per mostrarli ad altri. E li puoi mostrare solo mostrando l'epidermide sotto la quale c'è l'inchiostro.

      Quello che non puoi fare è "spegnere" il segnale.

      Elimina
    2. Infatti, insisto, contrariamente alla teoria di Marco, chi si fa i tatuaggi non se li fa per se stesso/a ma per mostrarli ad altri..

      Talvolta è entrambe le cose.
      Ho scritto che spesso il tatuaggio ha un significato particolare per il portatore, che sceglie il punto dove farselo fare, cioè quanto dev'essere intimo il disegno.
      Di conseguenza, quanto e a chi può essere esposto.
      Ma che abbia un significato per il portatore, non impedisce che questo lo mostri agli altri.

      Elimina
    3. Quello che non puoi fare è "spegnere" il segnale.

      Beh ...
      puoi fartelo cancellare con il laser, solo che poi, quando prendi il sole, la sagoma rimane evidente.
      { vedi [ controversa storia della ragazza belga che si fece tatuare 56 stelline sul viso ] ... e poi, le fece rimuovere con il laser }.

      Elimina
    4. Si, negli esempi delle immagini che hai postato sopra ti voglio vedere a "cancellare col laser". Che poi non cancella, in realtà dovrebbe scomporre i pigmenti inseriti sotto la pelle ma l'effetto dipende dalla composizione di questi pigmenti (forse anche dal colore che risponde a quello del laser). Dato che i tatuatori fanno chirurgia senza essere medici, oltre il rischio di infezione c'è il fatto che la composizione degli inchiostri è la qualunque.

      Elimina
  6. in effetti già solo a vedere la foto mi sono detto cosa avrebbe detto il poliziotto della buon costume del parco nord e non sono rimasto deluso.

    Io comunque non ho tatuaggi e mai ne avrò. la donna che mi scopo per adesso non ha tatuaggi e mai ne avrà. eppure lo facciamo da dio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per caso ha i dread con le pulci?

      Elimina
    2. Pensa questo "laureato" che del discorso ha capito esiste una relazione tra "tatuaggio" e "scopare". Quindi si premura di dirti che lui di tatuaggi non ne ha eppure scopa da dio.

      Invertendo il ragionamento, uno che scopa "cosi cosi" dovrebbe farsi o fare fare i tatuaggi, e più tatuaggi, più "energia scopatoria". Allora verrebbe qui un altro "laureato" a dirti "io sono coperto di tatuaggi e quindi scopo da dio".

      Oh signore, ci vorrebbe l'insegnante di sostegno.

      Poi ci lamentiamo delle assurdità che escono a ciclo continuo dai "media". Per forza. Questa è l'umanità sofferente.

      Elimina
    3. Ah, per inciso, devo ancora leggere un post o un commento di un "laureato" che scopa cosi cosi. Sono tutti grandi scopatori, su Internet.
      Ah, le risate.

      Elimina
    4. A proposito di questo sotto-argomento : [ “Ecco perché così tanta gente si tatua l’immagine del pene” ].
      Ci sono vari articoli on-line.
      Ad esempio : [ sul nesso tra il papavero e la fertilità femminile, e altri significati del fiore ].

      @ Francesco : in effetti già solo a vedere la foto mi sono detto cosa avrebbe detto il poliziotto della buon costume del parco nord e non sono rimasto deluso.

      Uh ?
      Ho perso il filo ...

      Elimina
    5. Il "poliziotto" sarei io, cosa credevi. Il nostro, da bravo elettore di +Europa, sostiene qualsiasi aberrazione. Come dicevo sul mio blog, non conta se sei Zeffirelli, conta se sei omosessuale, in quanto tale. Nei tatuaggi, tanto più orripilanti, tanto meglio. Via i crocifissi ma dentro il ramadan. Eccetera eccetera, lo sai qual è la musichetta che suonano. Sempre la stessa, come tante macchinette a gettone.

      A proposito degli esempi. Mi vorresti convicere che uno che si tatua un cazzo addosso lo fa per qualche ragione filosofica e non perché è un povero demente? Mmmm... forse dovresti sostenere anche tu la Bonino.

      Elimina
    6. Io che sono "sovranista", ero rimasto alle medie, quando lo scemotto di turno disegnava l'uccello sulla lavagna col gesso e poi scappava ridendo con gli amichetti.

      Elimina
    7. Mmmm... forse dovresti sostenere anche tu la Bonino.

      Aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaarrggh !

      Io che sono "sovranista", ero rimasto alle medie, quando lo scemotto di turno disegnava l'uccello sulla lavagna col gesso e poi scappava ridendo con gli amichetti.

      Poi c'erano quelli che lo facevano di nascosto, coi pennarelli sulle piastrelle dei muri dei bagni.

      Elimina
    8. Quella è un'altra generazione. Ai miei tempi non solo non c'erano quei pennarelli in commercio ma i ragazzini normalmente non indulgevano in vandalismi, disegnavano l'uccello in modo che si potesse cancellare.
      Non per particolare intelligenza ma perché temevano l'ira di Dio se qualcuno avesse riferito ai genitori.

      I ragazzi più grandi scrivevano con lo spray sul muro i motti di Mao o di Ho Chi Mihn, dovevano essere messaggi impegnati, un po' sullo stile delle scritte del Fascio che si vedono ancora sui casali in campagna.

      Il Bossi, che viene da quella scuola li, cominciò a propagandare il suo movimento autonomista con le scritte sui muri. Andava in giro di notte in macchina con Maroni e un secchio di vernice.

      Elimina
    9. Lorenzo, forse ti sei perso qualche commento da poco avvezzo al sesso.... qui c'è chi dice che tatuata = maiala. io ho semplicemente evidenziato come non sia così. oppure dovevo meglio specificare la cosa, dicendo che scopo bene con una maiala sebbene non tatuata?

      Elimina
    10. Non mi sono perso niente.

      Ho risposto alla equazione "tatuata=maiala" dicendo che la equazione corretta è "tatuata=svitata" e che tra le "svitate" ci sono anche delle "maiale".

      Mentre tu hai dovuto dire che TU non sei tatuato (chisse) e nonostante questo scopi da dio (chisse). Il che non vuol dire niente, potresti essere un semidio come tutti quelli che raccontano dei loro cazzi su Internet e tutti gli altri invece poverini devono tatuarsi le rose sulle ginocchia per scopare.

      Quello che non puoi dire, stante la necessità di ortodossia rispetto al Mondo Nuovo, è che uno che si tatua le ginocchia (o si fa tatuare un cazzo, come dice Marco sopra) è un demente.

      Perché, vedi, il fatto che i tatuaggi siano una MODA e che la gente rincoglionita dal lavaggio del cervello segua le mode più assurde è enormemente più importate del fatto che tu abbia un tatuaggio e di come scopi.

      Elimina
    11. "...forse ti sei perso qualche commento da poco avvezzo al sesso...."

      Ha parlato il pelato delle Brazzers..

      Elimina
    12. i capelli li ho nonostante la veneranda età. se incontro Johnny Sins te lo saluto, ok ?

      Elimina
    13. Ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah !

      Quanta roba in forno ...

      Certo, è vero che i tatuaggi sono attualmente sulla cresta modaiola, ma ... è una moda passeggera ?
      O tatuarsi soddisfa il fondamentale bisogno umano di comunicare sé stessi agli altri, usando il proprio corpo come medium ?

      Poi, visto che siamo in vena di outing : io non ho 1 tatuaggio.
      { però mi fanno sbroccare le tipe iper-tatuate }.

      Elimina