Testata

RU→UKR/94 – Myrotvorets, la lista di proscrizione dello Stato kievano



La testata del sito Миротворец ( trad. : il Pacificatore ) [6].


Archivio

di Marco Poli


Dal 2014, è operativo un sito-web ucraino che espone i ''nemici dello Stato'' all'Odio della massa nazionalista [1][2].
Si tratta di una moderna lista di proscrizione [3] nella quale vengono pubblicate fotografie e dati personali, compresi quelli sensibili ( numero del telefono personale, numero di passaporto, indirizzo di casa, nomi ed età dei familiari, eccetera ), di persone giudicate ostili dalla giunta kievana.
Alcune delle persone esposte sono state ammazzate poco dopo la pubblicazione della loro scheda.

Benvenuti nella ridente ''democrazia'' ucraina, che secondo la vulgata mainstream sarebbe il baluardo della Libertà e ultima difesa della ''democratica'' Europa occidentale contro quei ''barbari'' dei russi sottomessi al cattivo V. V. Putin.

1

Il Centro per lo studio delle prove dei crimini contro la sicurezza nazionale dell'Ucraina, la pace, la sicurezza dell'umanità e il diritto e l'ordine internazionale ( Центр исследования признаков преступлений против национальной безопасности Украины, мира, безопасности человечества и международного правопорядка ) è un apparato che collabora strettamente con i servizi segreti ucraini ( SBU ), il Ministero degli affari interni e la guardia di frontiera, con lo scopo di individuare i ''nemici dell'Ucraina'' e collaborare con le autorità nazionali e internazionali per la persecuzione giudiziaria dei soggetti individuati, talvolta agendo direttamente nelle operazioni poliziesche e militari [4].

2

E' stato creato nell'agosto 2014 da Georgiy Tuka ( Георгий Борисович Тука; governatore dell'Oblast' di Lugansk dal 2015 al 2016, e Vice-ministro presso il Ministero dei territori temporaneamente occupati e degli sfollati interni dal 2016 al 2019 )[5].
Conta un personale di alcune centinaia di persone ( 250 ? ), e gestisce una lista di proscrizione on-line nella quale vengono esposti pubblicamente i suddetti ''nemici'', con dati anagrafici, cenni biografici, e dati sensibili ( indirizzo di casa, nomi dei familiari, numero di passaporto, eccetera ): Myrotvorets ( Миротворец; trad : Pacificatore, Custode della Pace )[6].

3

Il sito-web è stato creato e messo in rete su decisione di Anton Gerashchenko ( Антон Юрьевич Геращенко ), già consulente ministeriale, parlamentare, Vice-ministro degli affari interni dell'Ucraina dal 2019 al 2021 e Consigliere del Ministro degli affari interni dell'Ucraina dal 2021 ( in carica, al momento in cui scrivo )[7].
Tra le iniziative di legge promosse da parlamentare, quella sul divieto di ''produzione e propaganda'' del nastro di San Giorgio [7][8], che prevede una sanzione amministrativa da 850 a 2550 grivne e la confisca dei simboli vietati, nonché l'arresto amministrativo fino a 15 giorni nel caso di reiterazione del reato. La legge è stata approvata dal Parlamento monocamerale ucraino ( Verkhovna Rada ) il 16 maggio 2017, ed è stata firmata il 12 giugno dall'allora presidente Petro Poroshenko ( Пётр Алексеевич Порошенко )[9].

3.1

Il proprietario nominale del dominio e dei mirror [10] è tale Oksana Sergeevna Tinko ( Оксана Сергеевна Тинько )[11][12], che risulta originaria di Vitebsk ( Bielorussia ) e residente in Thailandia, ed è anche amministratrice del sito d'informazione anti-russa InformNapalm [13], fondato dal giornalista ucraino Roman Burko [14] e dal militare georgiano Irakli Komaxidze [15][16].
La proprietaria è stata scovata dall'avvocato Alexey Romanov ( Алексей Романов ), e, come risposta, oltre ad ammettere la collaborazione con il Centro, la Tinko ha pubblicato i dati personali di Romanov sulla sua bacheca faccialibraria [11].

Il sito è una emanazione della NATO, e la Tinko, che mendacemente presenta sé stessa come una semplice ''volontaria'', è una dipendente della struttura atlantica :


La NATO è dietro il sito dei nazionalisti ucraini "Peacemaker"

Il sito dei nazionalisti ucraini "Peacemaker", che ha pubblicato i dati personali dei "nemici dello stato", è stato registrato da Oksana Tinko, un impiegato del Centro di eccellenza per la difesa informatica congiunta della NATO (CCDCOE) [18], riferisce RIA "News".

Dopo aver analizzato il modulo di registrazione, possiamo concludere che CCDCOE non solo possedeva il nome di dominio, ma forniva anche supporto tecnico alla risorsa. Allo stesso tempo, nel marzo 2014, 16 dipendenti del centro si sono recati a Kiev per aiutare le autorità ucraine nel campo della sicurezza informatica [ ... ].

[17]


Inoltre, sulla destra della testata del sito ( vedi l'immagine allegata ) sono evidenziate le altre due sedi del Centro, oltre a Kiev : Varsavia ( Polonia ) e Langley ( Virginia, USA ), che è la sede della CIA.

3.2

Il database on-line viene cresciuto dagli addetti a libro-paga e con l'inserimento volontario dei dati da parte degli utenti ( è necessario essere registrati al sito ).
Non esiste una procedura che tenga conto del reclamo da parte delle persone inserite e additate all'Odio della massa dei piccoli russi detti ''ucraini''.

4

Nel sito sono stati inseriti non solo militari autoctoni e foreign fighters che hanno combattuto e combattono dalla parte del Donbass, ma anche i politici ( ucraini e stranieri ) che contestano le politiche della giunta kievana e parecchi civili di varie professioni : ad esempio, gli operai che hanno lavorato alla costruzione del Ponte di Kerch [19][20], i cittadini dell'Oblast' della Transcarpazia che hanno richiesto e ottenuto il passaporto ungherese [21] ... le troupe che nel corso degli anni post-Golpe di Piazza Maidan hanno usufruito dell'accredito-stampa delle repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk per realizzare le corrispondenze cartacee e audiovisive dal Donbass, inviate da varie agenzie e testate internazionali ( AFP, Al Jazeera, BBC, Forbes, Le Monde, The New York Times, Reuters, Der Spiegel ... ), ''ree'' di avere raccontato la Realtà della situazione sul lato dei russofili, che è quella raccontata tante volte da Giorgio Bianchi e Vittorio Rangeloni. I manutentori del sito hanno dichiarato che tali dati sono stati rubati dal database informatico delle repubbliche con un hackeraggio, mentre le autorità russe hanno sostenuto che si è trattata di una trasmissione di dati dietro compenso che sarebbe stata eseguita da un funzionario della DNR corrotto dal nemico.

Migliaia di giornalisti e persone dello staff ( cameraman, tecnici del suono, autisti, traduttori, eccetera ) sono stati schedati, e i loro dati personali ( inclusi quelli sensibili ) sono stati esposti alla mercé dei fanatici dell'estrema destra piccola russa.

Un reporter del New York Times, anch'egli inserito nella lista, ha commentato così ]:


Definito un "terrorista" per avere raccontato le due facce della guerra in Ucraina

Ho avuto pistole puntate contro di me, ho dormito in un container e sono passato davanti ai cadaveri delle vittime dei bombardamenti da quando l'insurrezione separatista nell'Ucraina orientale è iniziata due anni fa. Ma non ero mai stato inserito nella lista nera come terrorista, prima d'ora.

Quindi, quando il mio nome è apparso di recente in un elenco di giornalisti ''terroristi'' pubblicato da un sito web con stretti legami con il governo ucraino, l'ho visto con un misto di trepidazione e sarcasmo [ ... ].

[22]


Il sito ha spottato come obiettivi anche gli ucraini che hanno contestato la giunta kievana : dopo che i loro dati erano stati pubblicati, incluso l'indirizzo di casa, Oles Buzina ( Олесь Бузина; antropologo, giornalista e saggista, amico di Nicolai Lilin ), e Oleg Kalashnikov ( Олег Калашников; politico e parlamentare ) sono stati ammazzati [22][23].

La giornalista e scrittrice bielorussa Svetlana Alexandrovna Alexievich ( Светлана Александровна Алексиевич ), Premio Nobel per la Letteratura nel 2015, dovette rinunciare a partecipare ad un evento a Odessa, dopo avere ricevuto minacce di morte in seguito al suo inserimento nel sito :


Ucraina, scrittrice premio Nobel Aleksievic costretta a cancellare un evento dopo le minacce dei nazionalisti

Il Teatro Verde della città sul Mar Nero, che avrebbe dovuto ospitare l’evento, ha spiegato su Facebook che il nome della scrittrice è stato aggiunto alla lista di “nemici dell’Ucraina” compilata dal sito ultranazionalista ucraino Myrotvorets (I pacificatori) quattro ore prima dell’incontro con i lettori fissato ieri 8 agosto. Il sito accusa Aleksievich di aver “propagandato la discordia interetnica e manipolato informazioni importanti per la società" in un suo discorso a Brooklyn nel 2016 [ ... ].

[24]


Eccetera.
Questo accade nella ''democratica'' Ucraina, il millantato baluardo della civiltà europea.

5

Torno alla delazione di massa dei giornalisti che hanno operato nel Donbass, ch'è utile a documentare lo sporco che c'è a Kiev e a focalizzare l'inconsistenza delle istituzioni internazionali ( deboli quando occorre affrontare i servi del Potere atlantico che di default sono i ''buoni'', e impettite quando l'avversario è sulla lista dei nemici di Washington e Londra ).
Eppure, vi fu un frangente nel quale sembrava che davvero potesse affermarsi la Giustizia.

Nel 2016, il sito ha esposto i dati di 7mila professionisti della stampa ucraini e internazionali [25] ( presumibilmente, il numero è cresciuto ), e, di fronte alle numerose proteste internazionali, sembrava che le autorità di Kiev avessero l'intenzione di prendere provvedimenti risolutivi :

* dopo la pubblicazione massiva delle schede di giornalisti eseguita il 9 maggio 2016, ci sono state le proteste di testate ed organismi sovranazionali, e l'ambasciatore europeo Jan Tombinsky ha chiesto alle autorità ucraine di nascondere i dati dei giornalisti dal pubblico dominio siccome la divulgazione di dati personali viola le norme internazionali e la legislazione dell'Ucraina [26];

* l'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa ( OSCE ) ha espresso preoccupazione :


Si tratta di uno sviluppo molto preoccupante che potrebbe mettere ulteriormente a repentaglio la situazione della sicurezza dei giornalisti [ ... ]. I giornalisti riferiscono su questioni di interesse pubblico e non dovrebbero essere molestati per aver svolto il loro lavoro.
[27]


* l'Unione tedesca dei giornalisti ( Deutsche Journalisten-Verband, DJV ), la Federazione internazionale dei giornalisti ( International Federation of Journalists, IFJ )[28], e il Comitato internazionale per la protezione dei giornalisti ( Committee to Protect Journalists, CPJ )[29] hanno manifestato contrarietà e preoccupazione per l'attività del sito, e chiesto provvedimenti alle autorità ucraine;

* i giornalisti inclusi nel database hanno lamentato di avere subito minacce già nei primi giorni; ad esempio : Christian Neef, corrispondente da Mosca di Der Spiegel ( numero 895 della lista, con numero di cellulare, e-mail, passaporto, altro ) ha dichiarato ''da ieri ricevo per posta lettere che possono essere interpretate come minacce o intimidazioni'' [30];

* Reporters sans frontières ( RSF ) ha condannato duramente la pubblicazione dei dati e chiesto provvedimenti contro Gerashchenko, che nella sua posizione al Ministero degli affari interni ha dapprima favorito la creazione del sito-web, poi ha difeso l'organizzazione ed il sito delatorio [31];

* l'ufficio della Procura di Kiev ha aperto un fascicolo d'indagine in base alla parte 1 dell'art. 171 del codice penale ucraino ( sull'ostruzione delle attività professionali legali dei giornalisti ), e l'indagine preliminare è stata affidata alla direzione principale della polizia nazionale [32];

* la Commissaria della Verkhovna Rada per i diritti umani ( dal 2012 al 2017 ) Valeria Lutkovskaya ( Валерия Лутковская ) si è rivolta alla SBU chiedendo l'interruzione della diffusione dei dati personali sul sito-web e il blocco totale dell'accesso al sito sul territorio dell'Ucraina [33];

* il 13 maggio, è stata annunciata la chiusura del sito, sono stati rimossi i collegamenti ( disponibili dal 2014 ) al Ministero degli affari interni dell'Ucraina, al Servizio di sicurezza dell'Ucraina ( SBU ) e ad altre strutture dipartimentali ucraine, mentre è stato affermato che tutte le informazioni raccolte sarebbero state rese pubblicamente disponibili su altri siti ( ? ) [34];

* il 16 maggio, Anton Gerashchenko ( Антон Юрьевич Геращенко ) ha scritto una lettera al Ministro degli Affari interni con la quale chiedeva la chiusura del caso che riguardava i ''volontari'' [35];

* il 19 maggio, il sito ha ripreso la piena attività e nuovi nomi sono stati aggiunti al database [36].

Il sito è tutt'ora funzionante. Le iniziative sopraccitate ( ed altre ) sono state sterili, oppure di facciata, e la famigerata macchina informatica della delazione ha continuato imperterrita nell'azione criminale.
Il ''mondo libero'' – così detto nella propaganda atlantica – ha rapidamente girato lo sguardo altrove, dopo il sussulto di Coscienza del maggio 2016.

* il 17 maggio 2017, la Banca nazionale dell'Ucraina ha inviato una lettera ufficiale agli istituti di credito in cui raccomandava di utilizzare il database on-line per ''contrastare la legalizzazione di proventi della criminalità, del finanziamento del terrorismo e della proliferazione delle armi di distruzione di massa'' [37]; il sito è stato eliminato da una nuova lista dispacciata pochi giorni fa [38], in un tentativo ridicolo di porre una foglia di fico sull'implicazione delle massime istituzioni ucraine nella famigerata lista di proscrizione;

* nel dicembre 2019, il sito ha interrotto l'attività per un problema tecnico non precisato, poi ha ripreso l'infame servizio [39].

6

Nel sito sono stati inseriti parecchi cittadini italiani, 290 secondo una rapida ricerca [40], tra cui:

* Alessandro Bertolini, militare [41];
* Giorgio Bianchi, reporter [42];
* Alfredo Bosco, reporter [43]; ha lavorato alcuni anni nel Donbass, poi è passato alla propaganda filo-atlantica [44]: in altre parole, è ancora presente nella lista, ma la sua posizione è stata ''bonificata'' de facto;
* Gabriele Carugati detto ''Arcangelo'', militare [45];
* Massimiliano Cavalleri detto ''Spartaco'', militare [46];
* Enzo Ghinazzi detto ''Pupo'', cantante [47], e la sua manager Patricia Abati [48];
* Marc Innaro, corrispondente della RAI da Mosca [49];
* Edy Ongaro detto ''Bozambo'', militare ( deceduto in battaglia )[50];
* Andrea Palmieri, militare [51];
* Vittorio Nicola Rangeloni, reporter [52];
* Andrea Rocchelli, reporter ( assassinato )[53], e il suo collega e traduttore russo Andrej Mironov ( assassinato )[54];
* ...

Quando una persona nella lista nera viene ammazzata, i curatori del sito sovrappongono alla foto la scritta ''liquidato''.
Pupo è nel database assieme alla sua manager perché nel 2021 ha partecipato al Festival russo della canzone di guerra a Jalta, in Crimea [55].
Nel sito, tra gli altri, sono presenti anche Luigi Di Maio [56] per il piano di pace fuori dalla Realtà che, comunque, dagli ukronazi è stato considerato troppo filo-russo ( ed è il contrario )[57], e Silvio Berlusconi per i noti trascorsi sodali con V. V. Putin [58].
Tra gli stranieri, troviamo anche Gerhard Schröder [59] per il suo ruolo nel consorzio Nord Stream [60], ed Henry Kissinger [61] per le recenti dichiarazioni favorevoli alla cessione di territori ucraini alla Federazione Russa [62].

6.1

Non mi risulta che le autorità italiane ( Presidente della Repubblica, Presidente del Consiglio dei Ministri, Ministero degli Esteri ... eccetera ) abbiano protestato con la giunta kievana per l'inclusione di cittadini italiani nella lista di proscrizione on line.
Né che i giornali italiani più venduti abbiano intrapreso iniziative di denuncia, e solidarietà per i giornalisti ( anche italiani ) additati alle bestie.

=

Note

[1] : ''Quel sito ucraino che condanna i filorussi e i nemici della patria'', Michele Crudelini, InsideOver, 20 settembre 2017, [ https://it.insideover.com/guerra/quel-sito-ucraino-condanna-filorussi-nemici-della-patria.html ].
[2] : ''“IL PACIFICATORE”: SUL WEB LA LISTA DEI NEMICI DELL’UCRAINA, GIORNALISTI COMPRESI'', Davide G. Porro, Byoblu, 20 aprile 2022, [ https://www.byoblu.com/2022/04/20/il-pacificatore-sul-web-la-lista-dei-nemici-dellucraina-giornalisti-compresi/ ].
[3] : ''PROSCRIZIONE'', Arnaldo Momigliano, Enciclopedia Italiana, Treccani, 1935, [ https://www.treccani.it/enciclopedia/proscrizione_%28Enciclopedia-Italiana%29/ ];
vedi anche : ''liste di proscrizione'', ricerca, [ https://www.treccani.it/enciclopedia/tag/liste-di-proscrizione/ ].
[4] : ''Миротворец (сайт)'', Wikipedia, [ https://ru.wikipedia.org/w/index.php?title=%D0%9C%D0%B8%D1%80%D0%BE%D1%82%D0%B2%D0%BE%D1%80%D0%B5%D1%86_(%D1%81%D0%B0%D0%B9%D1%82)&oldid=122912949 ].
[5] : ''Тука, Георгий Борисович'', Wikipedia, [ https://ru.wikipedia.org/w/index.php?title=%D0%A2%D1%83%D0%BA%D0%B0,_%D0%93%D0%B5%D0%BE%D1%80%D0%B3%D0%B8%D0%B9_%D0%91%D0%BE%D1%80%D0%B8%D1%81%D0%BE%D0%B2%D0%B8%D1%87&oldid=121219137 ].
[6] : Myrotvorets, sito-web : [ https://myrotvorets.center/ ];
Facebook : [ https://www.facebook.com/MyrotvoretsUA/ ];
hashtag in Twitter : [ https://twitter.com/search?q=%23Myrotvorets ].
[7] : ''Геращенко, Антон Юрьевич'', Wikipedia, [ https://ru.wikipedia.org/w/index.php?title=%D0%93%D0%B5%D1%80%D0%B0%D1%89%D0%B5%D0%BD%D0%BA%D0%BE,_%D0%90%D0%BD%D1%82%D0%BE%D0%BD_%D0%AE%D1%80%D1%8C%D0%B5%D0%B2%D0%B8%D1%87&oldid=122932262 ].
[8] : ''Георгиевская лента'', Wikipedia, [ https://ru.wikipedia.org/w/index.php?title=%D0%93%D0%B5%D0%BE%D1%80%D0%B3%D0%B8%D0%B5%D0%B2%D1%81%D0%BA%D0%B0%D1%8F_%D0%BB%D0%B5%D0%BD%D1%82%D0%B0&oldid=122208484 ].
[9] : ''Порошенко подписал закон о запрете георгиевской ленты на Украине'', Ведомости ( Vedomosti ), 12 luglio 2017, [ https://www.vedomosti.ru/politics/news/2017/06/12/694007-poroshenko-podpisal ].
[10] : ''Mirror'', Wikibit, [ https://www.wikibit.it/m/cosa-significa-mirror-1490/ ].
[11] : ''Установлена личность владельца сайта "Миротворец"'', Point News, 7 agosto 2016, [ https://point.md/ru/novosti/v-mire/ustanovlena-lichnostj-vladeljca-sajta-quotmirotvorecquot/ ].
[12] : Oksana Tinko, Facebook, [ https://www.facebook.com/oxanatinko ];
''oxana.tinko@gmail.com'', Website Informer, [ https://website.informer.com/email/oxana.tinko@gmail.com ].
[13] : InformNapalm, sito-web : [ https://informnapalm.org/ ];
Facebook : [ https://www.facebook.com/informnapalm24/ ];
Twitter : [ https://twitter.com/informnapalm ].
[14] : ''InformNapalm'', [ https://informnapalm.rocks/ ].
[15] : Roman Burko, InformNapalm, [ https://informnapalm.rocks/roman-burko ].
[16] : Irakli Komaxidze, Facebook, [ https://www.facebook.com/irakli.komaxidze ].
[17] : ''La NATO è dietro il sito dei nazionalisti ucraini "Peacemaker"'', Top War, 27 aprile 2015, [ https://it.topwar.ru/73953-za-saytom-ukrainskih-nacionalistov-mirotvorec-stoit-nato.html ].
[18] : CCDCOE, sito-web, [ https://ccdcoe.org/ ];
Facebook : [ https://www.facebook.com/ccdcoe ];
Flickr : [ https://www.flickr.com/photos/133800821@N02/ ];
LinkedIn : [ https://www.linkedin.com/company/natoccdcoe/ ];
Twitter : [ https://twitter.com/ccdcoe ].
[19] : ''Annessa la Crimea, alla Russia ora serve il ponte di Kerch'', Mauro De Bonis, Limes, 18 marzo 2014, [ https://www.limesonline.com/rubrica/annessa-la-crimea-alla-russia-ora-serve-il-ponte-di-kerch ];
vedi : ''Con il ponte di Kerch, Putin ribadisce di chi è la Crimea'', Mauro De Bonis, Limes, 16 maggio 2018, [ https://www.limesonline.com/notizie-mondo-oggi-putin-ponte-kerch-crimea-russia-ucraina/106739 ].
[20] : ''Il Ponte di Kerch, destino della Crimea - Reportage di Giulietto Chiesa'', PandoraTV, 3 luglio 2017, [ https://www.youtube.com/watch?v=vUf2x6WjOLs ].
[21] : ''Residents of Zakarpattia region with Hungarian citizenship included in Ukraine's Myrotvorets database'', УНИАН ( UNIAN ), 22 settembre 2018, [ https://www.unian.info/society/10270593-residents-of-zakarpattia-region-with-hungarian-citizenship-included-in-ukraine-s-myrotvorets-database.html ];
vedi : ''Ukraine and Hungary in a row over passports'', European Forum for Democracy and Solidarity, 12 ottobre 2018, [ https://www.europeanforum.net/headlines/ukraine-and-hungary-in-a-row-over-passports ].
[22] : trad. da ''Branded a ‘Terrorist’ for Reporting Two Sides of Ukraine’s War'', Andrew E. Kramer, The New York Times, 5 giugno 2016, [ https://www.nytimes.com/2016/06/06/world/europe/reporter-branded-terrorist-ukraine.html ].
[23] : ''Peacemaker: The Ukrainian website shaming pro-Russia voices'', Mansur Mirovalev, Al Jazeera, 27 agosto 2019, [ https://www.aljazeera.com/features/2019/8/27/peacemaker-the-ukrainian-website-shaming-pro-russia-voices ].
[24] : ''Ucraina, scrittrice premio Nobel Aleksievic costretta a cancellare un evento dopo le minacce dei nazionalisti'', la Repubblica, 9 agosto 2018, [ https://www.repubblica.it/esteri/2018/08/09/news/ucraina_scrittrice_premio_nobel_aleksievic_costretta_a_cancellare_un_evento_dopo_le_minacce_dei_nazionalisti-203745188/ ].
[25] : ''Сайт Миротворец вызвал очередной скандал'', Корреспондент[punto]net ( Korrespondent[punto]net ), 11 maggio 2016, [ https://korrespondent.net/ukraine/3680858-sait-myrotvorets-vyzval-ocherednoi-skandal ].
[26] : ''В ЕС возмущены публикацией ДНР-leaks, призвали Киев убрать данные журналистов'', Европейская правда, 11 maggio 2016, [ https://www.eurointegration.com.ua/rus/news/2016/05/11/7049087/ ].
[27] : ''ОБСЕ обеспокоена безопасностью аккредитованных в "ДНР" журналистов из-за публикации их данных'', УНИАН ( UNIAN ), 11 maggio 2016, [ https://www.unian.net/politics/1342621-obse-obespokoena-bezopasnostyu-akkreditovannyih-v-dnr-jurnalistov-iz-za-publikatsii-ih-dannyih.html ].
[28] : ''Від України вимагають гарантії захисту міжнародних журналістів'', Максим Сидоржевський, DW, 12 maggio 2016, [ https://www.dw.com/uk/%D0%B2%D1%96%D0%B4-%D1%83%D0%BA%D1%80%D0%B0%D1%97%D0%BD%D0%B8-%D0%B2%D0%B8%D0%BC%D0%B0%D0%B3%D0%B0%D1%8E%D1%82%D1%8C-%D0%B3%D0%B0%D1%80%D0%B0%D0%BD%D1%82%D1%96%D1%97-%D0%B7%D0%B0%D1%85%D0%B8%D1%81%D1%82%D1%83-%D0%BC%D1%96%D0%B6%D0%BD%D0%B0%D1%80%D0%BE%D0%B4%D0%BD%D0%B8%D1%85-%D0%B6%D1%83%D1%80%D0%BD%D0%B0%D0%BB%D1%96%D1%81%D1%82%D1%96%D0%B2/a-19251751 ].
[29] : ''Международный Комитет защиты журналистов осудил действия Геращенко'', РИА Новости Украина ( RIA Novosti Ucraina ), 12 maggio 2016, [ https://rian.com.ua/society/20160512/1009811957.html ].
[30] : ''Diese Liste ist eine riesengroße Dummheit'', Christian Neef, Der Spiegel, 12 maggio 2016, [ https://www.spiegel.de/politik/ausland/ukraine-protest-gegen-veroeffentlichung-von-journalisten-daten-a-1092029.html ].
[31] : ''Ukraine : RSF condemns leak of journalists’ personal details'', RSF, 13 maggio 2016, [ https://rsf.org/en/ukraine-rsf-condemns-leak-journalists-personal-details ];
vedi anche : ''Facing Reality after Euromaidan. The situation of journalists and media in Ukraine'', RSF, giugno 2016, { PDF }, [ https://rsf.org/sites/default/files/2016-rsf-rapport-ukraine-en.pdf ].
[32] : ''Обнародование списка аккредитованных в "ДНР" журналистов будет расследовать полиция Киева'', УНИАН ( UNIAN ), 11 maggio 2016, [ https://www.unian.net/society/1342541-obnarodovanie-spiska-akkreditovannyih-v-dnr-jurnalistov-budet-rassledovat-politsiya-kieva.html ].
[33] : ''Омбудсмен просит заблокировать доступ к сайту "Миротворец", который "слил" данные о журналистах'', УНИАН ( UNIAN ), 12 maggio 2016, [ https://www.unian.net/politics/1343151-obmbudsmen-prosit-zablokirovat-dostup-k-saytu-mirotvorets-kotoryiy-slil-dannyie-o-jurnalistah.html ].
[34] : ''Сайт "Миротворец", сливший данные аккредитованных в "ДНР" журналистов, объявил о закрытии'', УНИАН ( UNIAN ), 13 maggio 2016, [ https://www.unian.net/society/1344245-sayt-mirotvorets-slivshiy-dannyie-akkreditovannyih-v-dnr-jurnalistov-zayavil-o-zakryitii.html ];
vedi anche : ''Закрився сайт "Миротворець"'', LB[punto]ua, 13 maggio 2016, [ https://lb.ua/society/2016/05/13/335066_zakrilsya_sayt_mirotvorets.html ].
[35] : ''Скандал с "Миротворцем": Геращенко потребовал закрыть дело против волонтеров (документ)'', УНИАН ( UNIAN ), 16 maggio 2016, [ https://www.unian.net/politics/1346295-skandal-s-mirotvortsem-v-mvd-potrebovali-zakryit-delo-protiv-volonterov-dokument.html ].
[36] : ''Сайт Миротворец возобновил работу'', ВЕСТИ, 19 maggio 2016, [ https://vesti.ua/strana/149188-sajt-mirotvorec-vozobnovil-rabotu ].
[37] : ''Про перелік інформаційних ресурсів для пошуку інформації та її аналізу'', Національний банк України ( Banca nazionale dell'Ucraina ), ЛІГА:ЗАКОН, 17 maggio 2017, { PDF }, [ http://search.ligazakon.ua/l_doc2.nsf/link1/LB17086.html ].
[38] : ''Про перелік інформаційних ресурсів'', Національний банк України ( Banca nazionale dell'Ucraina ), 24 maggio 2022, { PDF }, [ https://bank.gov.ua/ua/legislation/Letter_24052021_44910 ].
[39] : ''Сайт "Миротворец" возобновил доступ к списку "врагов Украины"'', РИА Новости Крым ( RIA Novosti Crimea ), 11 dicembre 2019, [ https://crimea.ria.ru/20191211/Sayt-Mirotvorets-vozobnovil-dostup-k-spisku-vragov-Ukrainy-1117738303.html ].
[40] : ricerca ''Италия site:myrotvorets.center'', Google, 1° giugno 2022, [ https://www.google.com/search?q=Италия+site:myrotvorets.center ].
[41] : ''Бертолини Алессандро / Bertolini Alessandro / Bertolini Alessandro'', Myrotvorets, [ https://myrotvorets.center/criminal/bertolini-alessandro/ ].
[42] : ''Бьянки Жиоржио / Bianchi Giorgio / Byanki ZHiorzhio'', Myrotvorets, [ https://myrotvorets.center/criminal/byanki-zhiorzhio/ ].
[43] : ''Боско Альфредо / Bosco Alfredo / Bosko Alfredo'', Myrotvorets, [ https://myrotvorets.center/criminal/bosko-alfredo/ ].
[44] : ''Il fronte del Donbass e la guerra delle foto. Reporter in Ucraina - Mappa Mundi'', Limes Rivista Italiana di Geopolitica, YouTube, 15 aprile 2022, [ https://www.youtube.com/watch?v=75s6qOzOvBg ].
[45] : ''Каругати Габриэле / Carugati Gabriele / Karugati Gabriele'', Myrotvorets, [ https://myrotvorets.center/criminal/karugati-gabriele/ ].
[46] : ''Каваллери Массимилиано / Каваллері Максіміліано / Kavalleri Massimiliano'', Myrotvorets, [ https://myrotvorets.center/criminal/kavalleri-massimiliano/ ].
[47] : ''Гинацци Энцо / Ghinazzi Enzo / Ginatstsi Entso'', Myrotvorets, [ https://myrotvorets.center/criminal/ginacci-enco/ ].
[48] : ''Абати Патриция / Abati Patricia Lucette Roberte / Abati Patritsiya'', Myrotvorets, [ https://myrotvorets.center/criminal/abati-patriciya/ ].
[49] : ''Иннаро Марк / Innaro Mark'', Myrotvorets, [ https://myrotvorets.center/criminal/innaro-mark/ ].
[50] : ''Онгаро Эди / Ongaro Edy / Ongaro Edi'', Myrotvorets, [ https://myrotvorets.center/criminal/ongaro-edi/ ].
[51] : ''Пальмери Андреа / Palmeri Andrea / Palmeri Andrea'', Myrotvorets, [ https://myrotvorets.center/criminal/palmeri-andrea/ ].
[52] : ''Раньельони Виторио Никола / Rangeloni Vittorio Nicola / Raneloni Vitorio Nikola'', Myrotvorets, [ https://myrotvorets.center/criminal/raneloni-vitorio-nikola/ ].
[53] : ''Роккелли Андреа / Rocchelli Andrea / Rokkelli Andrea'', Myrotvorets, [ https://myrotvorets.center/criminal/rokkelli-andrea/ ].
[54] : ''Миронов Андрей Николаевич / Миронов Андрій Миколайович / Mironov Andrej Nikolaevich'', Myrotvorets, [ https://myrotvorets.center/criminal/mironov-andrej-nikolaevich/ ].
[55] : ''Pupo “criminale” per l’Ucraina/ “Mi ha inserito nella lista nera, ma non mi fermo”'', Silvana Palazzo, ilSussidiario[punto]net, 24 gennaio 2022, [ https://www.ilsussidiario.net/news/pupo-criminale-per-lucraina-mi-ha-inserito-nella-lista-nera-ma-non-mi-fermo/2282254/ ].
[56] : ''Ди Майо Луиджи / Di Majo Luidzhi'', Myrotvorets, [ https://myrotvorets.center/criminal/di-majo-luidzhi/ ].
[57] : ''Италия разработала мирный план с широкой автономией Крыма и Донбасса'', Delfi, 20 maggio 2022, [ https://rus.delfi.lv/news/daily/abroad/italiya-razrabotala-mirnyj-plan-s-shirokoj-avtonomiej-kryma-i-donbassa.d?id=54367958 ].
[58] : ''Берлускони Сильвио / Berlusconi Silvio / Berluskoni Silvio'', Myrotvorets, [ https://myrotvorets.center/criminal/berluskoni-silvio/ ].
[59] : ''Шредер Герхард / Schröder Gerhard / SHreder Gerhard'', Myrotvorets, [ https://myrotvorets.center/criminal/shreder-gerkhard/ ].
[60] : ''Archivio'', Marco Poli, VK, 3 aprile 2022, [ https://vk.com/wall170191717_2160 ].
[61] : ''Киссинджер Генри / Kissinger Henry / Kissindzher Genri'', Myrotvorets, [ https://myrotvorets.center/criminal/shreder-gerkhard/ ].
[62] : ''Kissinger svela come uscire dalla guerra: “Può finire in un solo modo”'', Miriam Carraretto, QuiFinanza, 25 maggio 2022, [ https://quifinanza.it/editoriali/video/ucraina-kissinger-svela-come-uscire-guerra-finira-in-un-solo-modo/648801/ ].

===




---

{ prima pubblicazione del post su VK, il 3 giugno 2022 [ 63 ]; su FB : [ 64 ] }.

[ ... ]

Client



Fotoritratto promozionale della seconda formazione delle Client ( 2005-7 ), da sinistra : Emily Mann ( Client E, basso ), Sarah Blackwood ( Client B, voce ) e Kate Holmes ( Client A, tastiere ) [1].



Fermoimmagine dal video “Refuge” ( 2014 ), una produzione italiana ( Solobuio Visual Factory ) : da sinistra, Nicole Thomas ( Client N ) e Kate Holmes ( Client A ) [2].

[ ... ]

1

Le Client sono un progetto musicale elettronico iniziato nel 2002 per l'etichetta Toast Hawaii di Andrew Fletcher [3], con Kate Holmes ( Client A ) alle tastiere e Sarah Blackwood ( Client B, 2002-10 ) alla voce. Per un paio di anni è stata parte del gruppo Emily Mann ( Client E, 2005-7 ) al basso elettrico, strumento che successivamente è stato suonato dal vivo da varie ragazze : Charlotte Hatherley ( Client C ), Mush Berrier ( Client M ), ed Emma Fox ( Client F ). Poi Nicole Thomas ( Client N ) ha sostituito nel 2013 la Blackwood alla voce [4][5].
Lo stile è quello del synth-pop più robusto dei primi anni '80, con le algide voci femminili anglosassoni a caratterizzare i brani.
Sono state gruppo di supporto nei tour di Depeche Mode ed Erasure ( Vince Clarke e Andy Bell ).
La Holmes – unica componente sempre attiva nella band – creò anche un marchio di moda omonimo della band [6].

2

Una lista di contenuti fruibili nel Tubo :


#
titolo
tipo
anno
1
clientmusic
canale

2
Heartland
album
2007
3
Command [CD #1]
album
2009
4
Command [CD #2]
album
2009
5
Can You Feel
video
2009
6
Refuge
video
2014

Fletch



Fotoritratti di Andrew Fletcher : l'autore del primo ( direi scattato negli anni '80 ) m'è ignoto [1], il secondo è stato scattato da Anton Corbijn al cimitero ebraico di Praga ( 1988 ) [2].

1

Andrew John Fletcher detto “Andy”, “Fletch”, è passato oltre il 26 maggio [3] a causa di una dissezione aortica [4][5] che gli ha procurato un malore improvviso ed esiziale [6].
Era il tastierista meno abile tra i Depeche Mode – secondo qualcuno era il “non musicista” della band – di cui faceva parte fin dalla prima formazione che firmò l'album “Speak and Spell” ( 1981 ) con Vince Clarke, ma per il suo carattere rilassato e riflessivo – pare fosse un buon giocatore di scacchi – era il mastice che manteneva insieme personalità altrimenti destinate ad esplodere, teneva lui la cassa e i rapporti con la stampa. Fu proprio la rottura del rapporto con Alan Wilder – ad esempio – che decise l'uscita del secondo da un gruppo in cui riteneva di essere sottovalutato artisticamente e materialmente, adombrato dal primo compositore Martin Gore.
Fletch aveva lavorato anche come dj – lo si vide pure a Milano, Roma, e in alcuni circoli bolognesi – discografico – sua l'etichetta Toast Hawaii – e produttore musicale del duo elettronico femminile Client [7].
Lascia in questo mondo e dimensione la moglie Gráinne Mullan e i figli Megan e Joseph [8].

[ ... ]