Testata

JJ Adams





1

JJ Adams [ 1 , 2 , 3 ... ] è un creativo britannico ( di origine inglese, ha vissuto per anni in Sudafrica ) eclettico e ora stanziato a Londra, con buona tecnica di meticciamento che gli permette l'interpolazione di street art, tattoo, fotografia, fotomontaggio e grafica digitale.
Ha ripreso e aggiornato lo stile di Roy Lichtenstein [ 4 ] in una serie di opere materiali ( spray acrilico su canvas [ 5 ] ) e digitali, come “Brat-at-at” [ 6 ] una rivisitazione in chiave fantascientifica di soggetti militari ( “Bratatat” [ 7 ] e “As I opened fire” [ 8 ] ) che ho riprodotto qua sopra : RAAF Supermarine Spitfire Mk. VIII [ 9 ] contro UFO.
( come dire Roy Lichtenstein nell'era dei videogiochi e degli effetti digitali 3D al cinema ).
Inoltre ha manipolato e tatuato in digitale i divi dello star system multimediale di ogni tempo ( anche la Regina ! Con piercing al labbro inferiore ) ... ritratto paesaggi e scorci urbani londinesi ... ( altro ).
Che dire ?
Spiccatamente britannico, e appassionato di storie dell'aviazione nella Seconda Guerra Mondiale. Può lavorare in diversi ambiti creativi, anche in team con altri artisti.








{ un artista da seguire.
Dalla tecnica impeccabile ma troppo pulita e ancòra troppo fredda ( per i miei gusti ).
Aspettando l'upgrade allo stile indipendente e maturo, in parole povere “autoriale”.
Quello che lascia il segno }.

2

Che dire della galleria di famosi manipolati in digitale ?

Giudicando secondo il crisma di Lichtenstein [ 4 ] si può dire che JJ Adams abbia usato il tatuaggio con lo stesso scopo per il quale il primo sfruttava il linguaggio del fumetto : “l'assenza di emozione e una tecnica per rappresentarla”.
I tatuaggi pixellati del londinese sono spesso di maniera e non correlati al personaggio : non costituiscono perciò una narrazione inscritta ma un mero elemento decorativo e anacronistico, in quanto il personaggio modificato ( nell'attimo dello scatto ) è antecedente la moda popolare del tatuaggio, straripata nei giorni nostri.
Ritocchi tecnicamente buoni ( come i bicipiti della Regina ) sono apportati con misura sottile e ironica. Talvolta esagerata ( ma esteticamente deliziosa ) come il manifesto di Kate Middleton che cavalca una bomba nel cielo, senza slogan sarcastici.
( la prossima Regina ).

---

Dall'alto in basso :

- “Brat-at-at” [ 10 ];
- “Tattooed Queen” ( a colori ) [ 11 ];
- “For the Boys of bomber Command” [ 12 ].

...

( continua )

Bookmark and Share

3 commenti:

  1. E' riuscito a fighizzare persino la regina Elisabetta.
    Un miracolo di grafica! ;)

    RispondiElimina
  2. :)

    Sì.
    Però è freddo.
    Più tecnico, che artistico.

    RispondiElimina