Testata

Succede a 051 ( # 3 )


“[ ... ] Bologna è una città accogliente e civile. Così deve rimanere.”
Amelia Frascaroli a il Fatto Quotidiano - Emilia-Romagna




[ ... ]

1

Dopo avere letto le dichiarazioni irresponsabili di Amelia Frascaroli, Assessore ai Servizi Sociali, Volontariato, Associazionismo e partecipazione, Sussidiarietà, Politiche attive per l'occupazione ( alla stessa sono delegate le funzioni di tutore e curatore nei casi deferiti alla competenza del Sindaco ) del Comune di Bologna [ 1 ] in quota SEL, in merito al fatto di presunto apartheid - ah ah ah ! - in un locale del centro storico di cui ho scritto ieri [ 2 ], ho guardato la mia casella di posta elettronica e ho trovato una notizia di cronaca relativa ad un quartiere che conosco bene.

Una delle tante che arrivano.

2

Il Quartiere Savena ( una volta “Mazzini” ) è il luogo dove sono nato, cresciuto, ed ho passato la maggior parte della mia vita.
Un quartiere abitato da lavoratori e contadini che, lasciando il pezzo di terra per godersi la meritata pensione, si erano comprati un appartamento con i soldi sudati in una vita di sacrifici. Un buon quartiere, certo c'era qualche “mela marcia”, ma era pacifico, e uno dei migliori di Bologna.
Oggi, quella zona è infestata da delinqui di ogni genere ( ricevo diverse brutte notizie alla settimana ) e anche da ronde di scugnizzi scippatori in motorino, che a spaccare le ossa di una signora anziana non ci pensano due volte : [ 3 ].
La Frascaroli proclama nell'intervista a il Fatto che 051 è una “città accogliente e civile” e “così deve rimanere” ...

beh ...
non s'è accorta che è già diventata come i sobborghi di Napoli, o Caracas.
Da molto tempo, costei mi sembra una persona poco lucida, con seri problemi mentali, di abusi, e/o immersa nel suo mondo ideologico ( altro tipo di allucinazione ).
Sarebbe da rimuovere dall'incarico attuale ( dagli incarichi , per esattezza ) per Pietà di quello che rimane della città.
Di certo, la sua idea di “civiltà” è lontana 2.000+ chilometri dalla mia.

...

Bookmark and Share

6 commenti:

  1. Ecco lo stupidario (anti)razzista di un tale Francesco Rosano sulle pagine del Corriere di Bologna.

    La reazione dei lettori indica che... non tutto è perduto.
    Qualcuno inizia a reagire a questo tentativo di catechesi rincoglionitrice immunodepressiva.

    RispondiElimina
  2. Eh.
    Sì ... ha ragione UUIC, le risposte dei lettori al pezzo di tale Francesco Rosano ( mi sbaglierò e non ho voglia di controllare, ma questo anagrafico non suona come bolognese d.o.c. ... ) sono calme E lucide.
    Sì ... ha ragione Lorenzo, qui si pensa a chiudere la stalla, dopo che troppi buoi sono entrati.
    La forbice immigrazione selvaggia-----buonismo terzomondista-----crisi economica produrrà un massacro.
    Sono pessimista quanto Lorenzo, a tal riguardo : è troppo tardi, per frenare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non sono pessimista perché vedo davanti a me l'armata persiana. Sono pessimista perché se mi guardo attorno vedo cosi tanti dementi, gente che non capisce più se è giorno o notte, con la testa riempita di merda cattocomunista, che sarebbe tardi anche se l'armata persiana fossero tre gattini ciechi.

      Un problema può essere difficile, può richiedere strumenti che non possiedi ma non lo risolvi di sicuro se non lo vedi, ancora peggio se non lo vedi e sei tu la causa del problema.

      Per questo siamo condannati. Gli Italiani sarebbero da rifare da capo.

      Elimina
    2. In risposta ad altro commento ho citato Wall-e e lo stadio larvale-rincoglionito di masse tecno rincitrullito-amebizzate così ben rappresentato in quel lavoro cinematografico della Pixar.

      Elimina