Testata

Diritti ?






0

Le grafiche faccialibresche posseggono l'oggettiva qualità dell'immediatezza brillante.
E' uno dei motivi per cui continuo a bazzicare quell'ambiente schifato dal monaco Lorenzo e da Uomo. Ed ogni tanto, mi viene voglia di ripubblicarle sull'Orlodelboccale.


1

La prima è stata prodotta da La Casa Rossa [ 1 ] e re-distribuita da Matteo Luca Andriola PrBis nel commento [ 2 ] al pezzo “Il marchio dell'imperialismo sul gay pride” ri-pubblicato su L'AntiDiplomatico [ 3 ], e riguarda i finanziatori del Gay Pride : a prescindere di una critica alla fonte del manifesto e ai singoli punti ( dissento sulla presunta colpa di cui le telco sono accusate ) essa esemplifica lo sforzo comunicativo-pedagogico delle grandi compagnie multinazionali – talvolta brevemente descritte con il termine corporation – nell'intento di formare compiutamente il cittadino del futuro, un essere totalmente egoista quindi totalmente auto-referenziale.

Ma anche totalmente flessibile e pronto a soddisfare ogni istanza proposta ( = imposta subdolamente ) dal Sistema.
Tradotto nella politica concreta, vediamo da anni lo scambio tra alcuni diritti civili a favore di minoranze nette come i soggetti LGBT e i clandestini { supportati dai divi dello showbiz made in Usa e noti in tutto il mondo, quindi testimonial efficaci, e da soggetti costruiti localmente, come Roberto Saviano che su FB ha 2,5 M di seguaci [ 4 ] } e alcuni diritti sociali estesi ( lavoro, protezione sociale, eccetera ) che gli “economisti” ci ripetono ossessivamente essere pretese obsolete, proprie delle persone pigre, poco laboriose e pavide, che non hanno il “coraggio” di affrontare il radioso futuro che l'Élite ci propone = impone subdolamente.
E il Pansessualismo fa parte della narrazione suadente in atto, ne è uno dei cavalli di battaglia utili alla realizzazione compiuta della società liquida nell'Occidente già completamente sviluppato ed in fase conclamata di downgrade socio-economico.


2

La seconda grafica è un piccolo ed efficace capolavoro retorico di concreto sarcasmo attribuito allo scrittore e giornalista inglese Gilbert Keith Chesterton ( Londra 1874 - Beaconsfield 1936 ) [ 4 ] ed è stata re-distribuita dalla brava Maura Alpaca Brugnoli direttamente sulla sua bacheca [ 5 ].

In quello che, ad un primo sguardo superficiale, può sembrare solo un aforisma reazionario e maschilista, c'è una verità di fondo : il “meraviglioso” Sistema nel quale viviamo – il migliore possibile, che ci restituisce il mondo migliore possibile ! – elargisce diritti solo in cambio di una contropartita esosa, ma non percepita come tale ( anzi, spesso non percepita affatto ) da chi raggiunge la propria Stanza di Luce [ 6 ].

3

Le due grafiche condividono un atteggiamento critico nei confronti della Persuasione globale in atto, la quale, in particolare, riceve un'accoglienza favorevole nell'Occidente.
A supporto delle politiche di sfruttamento, si agitano babau come “maschilismo”, “omofobia”, “fascismo” ... come dire : “state dalla nostra parte, che di là ci sono le Tenebre”.
E' la solita vecchia favella del Signore medievale.
Che, ad ogni giro di giostra, viene ri-formulata in maniera più forbita, più furba e suadente.


[ ... ]

Bookmark and Share

Nessun commento:

Posta un commento