Testata

Vecchio e nuovo




La pagina principale del sito-web Old Crap Vintage Computing, che ho catturato l'8 agosto.


[ ... ]

1

Ogni volta che navigo liberamente nella rete estesa – come nella raccolta di informazioni per il mio ultimo post [1] – trovo diamanti curati da appassionati e dati alla pubblica usufruizione, meritevoli d'essere inseriti nel mio listone [2]. Ad esempio, i siti Old Crap Vintage Computing ( trad. : Vecchia merda di computer d'epoca ) [3] e Mac GUI [4], che si occupano rispettivamente di retrocomputer delle famiglie Pc ( e compatibili, si diceva qualche anno fa ) e Mac : l'hardcore dei nostri vecchi compagni di applicazioni e giochi, di cui sono esposte le singole interiora.
Non è solo una questione di emozioni e ricordi per chi, come me ( classe 1970 ), è di quella generazione di teenager che hanno vissuto in pieno l'informatizzazione di massa degli Anni '80 con gli home computer a 8 e poi a 16 bit, e i personal computer in quelle famiglie nelle quali vi era almeno un genitore docente oppure libero professionista.
Sono occasioni per spendere una riflessione su ciò che eravamo allora, noi e l'informatica popolare, e cosa siamo diventati oggi.

2

C'è stato un tempo in cui le macchine convivevano con le altre attività umane, e i social erano gli oratori delle parrocchie, le sedi dei partiti, i bar, le discoteche, e le spiagge affollate d'estate.
E mettevamo assieme i calli alle dita per l'eccessivo uso di tastiere dure e joystick e le incazzature da schermo, coi lividi, le escoriazioni, e il broncio per le partitelle disputate sul cemento e sull'asfalto.
Nei social net circolano meme sui “bei tempi andati” ma sempre in antitesi con la socialità virtuale e i dispositivi odierni, in evidente contraddizione ( contestare radicalmente lo stesso mezzo che si usa per diffondere il proprio pensiero ). Le contrapposizioni frontali ed animose quanto le curve degli stadi durante gli eventi pallonari funzionano sempre alla grande.
Eppure ...
SI', ci fu un tempo in cui pensavamo che l'informatica dovesse occuparsi di risolvere i problemi gestionali degli esseri umani e farci divertire un po' con i videogiochi, e non diventare Realtà Virtuale sempre più inclusiva e pervasiva le nostre vite, roba da letteratura e cinematografia distopica.
Il film Tron ( 1982 ) preconizzò l'estroflessione dei nostri corpi virtuali in una dimensione virtuale e reale al contempo, in cui ci si deve confrontare con le regole imposte dal programma dominante [5].


La capienza delle memorie di massa




Un hard disk da 20 MB sotto un Macintosh Plus ( metà anni '80 ); foto ripubblicata sotto licenza CC BY-SA 4.0 [0].




Una micro SD ( 11 x 15 mm ) da 1 TB = 1.000 GB = 1.000.000 MB ( oggi ); foto commerciale.


[ ... ]

1

Comincio da una definizione riveduta e corretta [1] del termine memoria di massa:



Le memorie di massa sono supporti materiali utili a conservare permanentemente grandi quantità di informazioni, che l’utente ritiene di poter avere la necessità di riutilizzare in futuro.
Sono parte della componente hardware dell’elaboratore.


Un excursus dell'evoluzione delle suddette memorie, lo potete fruire qui : [2].

2

In testa a questo post, ho sistemato le immagini di due unità che ho usato personalmente nel corso degli anni.

Devo tornare indietro di 30 anni, per ricordare l'uso dell'hard disk ideato dalla Apple per la linea Macintosh : l'Hard Disk 20 { [3][4][5][6][7] ... } venne immesso nel mercato a metà degli Anni '80 e non era alla portata di tutti ( costava circa 3 volte lo stipendio di un lavoratore dipendente ). Poteva contenere la bellezza di 20 MB di dati, che al tempo sembrava una quantità più che sufficiente a soddisfare le necessità di molti ambiti professionali ( studio, piccola azienda ... ) e, oggi, può bastare appena per poche foto in alta risoluzione.

Sotto, una scheda micro SD da 1 TB { [8][9][10][11] ... } = 1.000.000 MB = 50.000 volte la capienza del disco rigido preso ad esempio comparativo. Tempo fa, ho dovuto fare l'upgrade della capienza dell'unità D: in una delle macchine che uso : da 512 GB a 1 TB, al costo di meno di 200 €.
Le micro da 1 TB sono state mostrate al Mobile World Congress 2019 [12] e, nel giugno scorso, la Micron ha annunciato la prima da 1,5 TB [13]. Sul mercato RPC ( AliExpress, gruppo Alibaba ) sono già reperibili i tagli da 2 TB a prezzi stracciati e prestazioni da verificare [14]: 2 terabyte è la capienza massima ottenibile con la tecnologia SDXC, come annunciato nel 2009 [15].

3

Per quanto riguarda l'applicazione della Legge di Moore [16] o di un postulato simile nell'ambito delle memorie di massa, appunto qualche analisi { [17][18] ... }.

Capolinea di 8.1 → alternative ?



L'ambiente tablet di 8 → 8.1 ( ex-Menu Start ) snappato su una delle mie macchine.




La schermata di avviso della prossima cessazione di supporto al sistema operativo 8 → 8.1 ( in lingua inglese ).


1

Confermando la tradizione dei numeri pari maledetti ( ... ME, Vista ... ) [1][2], Windows 8 partì nel 2012 e male : innanzitutto con la soppressione o, meglio, la trasformazione dello storico e ben conosciuto Menu Start nel lato tablet del sistema operativo, la forzatura all'uso di tale interfaccia ( era l'ambiente impostato come default ), e l'imposizione di meccanismi dell'interfaccia utente ( le cosiddette gesture ) pensati per i dispositivi touch ma assai scomodi da eseguire con il mouse { [3][4] ... }.
La casa di Seattle stava indirizzando i suoi sforzi – vedi anche l'acquisizione di Nokia { [5][6][7] ... [8] ... } – al fine di ritagliare un'area di mercato nel mobile per il sistema Windows Phone → Windows 10 Mobile.
Fu il fallimento strategico della gestione di Steve Ballmer { [9][10] ... [11][12][13] ... } che condizionò i primi anni di Natya Sadella [14][15]
:


trad.

Perché Steve Ballmer ha fallito

[ ... ].

Cosa è andato storto? Per cominciare, Ballmer ha dimostrato di essere l'anti-Steve Jobs. Ha perso tutte le principali tendenze della tecnologia. Le sue innovazioni alienavano le persone. Quando ha provato qualcosa di nuovo, come Windows Vista, il pubblico si è messo in fila per scambiarlo. Microsoft ha perso i social network. Ha completamente sbagliato il giudizio su iPhone e iPad. Ha abbracciato la complessità nella progettazione del prodotto proprio mentre tutti si stavano orientando verso la semplicità. È entrato nei mercati in crescita troppo tardi. Quando è stata l'ultima volta che hai usato Bing? Nel 2000, Microsoft ha guadagnato la maggior parte dei suoi soldi vendendo Microsoft Office e Microsoft Windows. Oggi fa ancora i suoi soldi in questo modo. [ ... ].

THE NEW YORKER


E' un giudizio tranciante.
A dre il vero, l'idea era tutt'altro che malvagia : 1 sistema operativo che, nelle varie versioni, girasse su tutti i dispositivi hardware condividendo le stesse app. E il minimalismo dell'interfaccia Metro UI mi piaceva parecchio [16].
Nello specifico, le asperità di Win 8 per pc vennero smussate dalla versione 8.1, rilasciata l'anno successivo.
Microsoft aveva sviluppato un'interfaccia originale basata sulle tile cioè le “piastrelle” ( mentre Google copiò spudoratamente quella dell'iOS di Apple ) e poteva sostenere il progetto con la forza dei miliardi di Os installati nei pc domestici e lavorativi. Non ha trovato le chiavi giuste per aprire il mercato, e, certo, Ballmer è il primo colpevole.

Allego che il patrimonio del dipendente n° 30 ed ex-CEO di Microsoft è passato dai 15,2G $ nel 2013 ( anno in cui ha lasciato la carica ) ai 91,4G $ del 2022 [10], e al momento in cui scrivo è la 9° persona più ricca del mondo ( in chiaro ).

Rimane in piedi la Universal Windows Platform [17] ma difetta dei dispositivi più usati nel mondo, gli smartphone.

Blog e social



Fotografia scattata da Acabashi nel camposanto della Chiesa di Santa Maria Vergine a Shipley ( West Sussex, Inghilterra, UK ), 2015 [1], ripubblicata sotto licenza CC BY-SA 4.0 [2].


1

Scrivevo a proposito dei vari formati di comunicazione on-line, che i blog sono generalmente più freddi cioè più riflessivi, mentre i social innervati da molti automatismi sono generalmente più caldi cioè più impulsivi.
Questo non è sempre vero.
Ovviamente, dipende in primo luogo dallo stato d'animo dell'utente che interagisce. In secondo, dai singoli interlocutori.
Ad esempio, ho terminato la mia pluriennale esperienza di lettura del blog “Un Uomo In Cammino” [3] pochi giorni fa [4]: non si è trattato di uno sfogo incontenibile ed estemporaneo come quello che avevo colpevolmente agito contro un paio di utenti, settimane addietro – ne avevo scritto pubblicamente su questo mio diario, poi ho riportato quel post a bozza siccome mi sembrava un caso di “pezza peggiore del buco” – bensì di un rifiuto definitivo di certa dialettica cameratesca, scimmiesca ... subumana, sistematicamente agita da esso nei commenti a molti dei post pubblicati in quel diario in rete.
Al contrario il locatario dello spazio sui server di Google, UUIC, apprezza i modi del compagnuccio, e la loro sembra una simbiosi ben rodata e inestricabile.
Onestamente, esso offre verbosamente una quantità di spunti interessanti, ma sempre con il tono da bullo caritatevole, da anziano della camerata che mette una mano sopra la spalla all'utente che gli capita a tiro e gli spiega come va il mondo. Perché, è facile intuirlo, esso conoscerebbe la Realtà ultima di tutte le cose, mentre i suoi interlocutori sarebbero ignoranti come sassi. Incluso il diarista UUIC che, tuttavia, sebbene trattato ripetutamente come coglione e demente continua l'annosa pratica coatta, quindi anche masochistica ed omosessuale, come esercizio fisico quotidiano.
Intendiamoci, UUIC può ovviamente continare a frequentare chi gli pare e come gli pare, e peraltro il suo blog è veramente personale e unico, con spunti di bellezza e passaggi di grande efficacia narrativa, e continuerò a consigliarlo agli amici che cercano un diario originale nella rete.

Come detto, mi fermo qua.


RU→UKR/84 – Il patriarca di Roma ne dice una giusta, poi benedice le mogli azoviane


Notizie

di Marco Poli


Segno due fatti di cui è stato protagonista il discusso patriarca di Roma – vescovo di Roma e papa, dal punto di vista cattolico – tale Jorge Bergoglio detto ''Francesco''.

1

In un'intervista rilasciata al direttore del Corsera e pubblicata il 3 maggio, ha espresso un breve, sorprendente pensiero sulle ragioni dell'operazione militare speciale decisa dal Cremlino :


Forse «l'abbaiare della Nato alla porta della Russia» ha indotto il capo del Cremlino a reagire male e a scatenare il conflitto. «Un’ira che non so dire se sia stata provocata [ ... ], ma facilitata forse sì».
[1]


Sottolineo i termini : ''abbaiare'' e ''facilitata''.

Consiglio la lettura della sintesi dei prodromi storici eseguita da Matteo Carnieletto per il Giornale [1].

1.1

Il Presidente della Federazione Russa V. V. Putin ha esposto le ragioni fattuali storiche e presenti dell'intervento militare nel Paese fittizio detto ''Ucraina'', in alcuni discorsi televisivi { [2][3] ... } ma i cani da guardia delle volontà del Padronato atlantico hanno dispacciato attraverso i media ufficiali una realtà immaginaria e distorta, volta a convincere i popolani italiani ( del tutto o quasi ignoranti di Storia dell'Europa Orientale e della Russia ) che la Federazione Russa sia nelle mani di un pazzo assassino che una mattina s'è svegliato storto e d'acchito ha ordinato l'attacco agli obiettivi militari della soldataglia di Kiev { [4] ... }. Mentre la NATO sarebbe una rivisitazione moderna degli ordini cavallereschi religiosi, che ci difenderebbe contro i ''barbari dell'Est'' ( ho letto anche le espressioni razziste ''orde euroasiatiche'', oppure ''orde russo-mongoliche'' ) e mai, contro ogni evidenza, avrebbe provocato l'antagonista né si sarebbe allargata nello spazio di sicurezza dell'orso moscovita { [5] ... }.

Bisogna pertanto annotare che le parole del capo del Vaticano, caute ma decise, sono state una constatazione che va controcorrente la putinfobica e russofobica retorica dei passaveline detti impropriamente ''giornalisti'', un segnale che, certo, non rivela un'inversione di rotta e di strategia complessiva ma è giudicabile positivamente.

2

Ma ...
qualche giorno dopo, l'11 del mese corrente, ecco che il patriarca romano è tornato nei ranghi della putrida narrazione ufficiale, e ha partecipato attivamente alla ''riverniciatura'' dei neonazisti ucraini, ricevendo le mogli dei soldati ''kantiani'' asserragliati nel bunker dell'acciaieria Azovstal' di Mariupol' :


Papa Francesco incontra le mogli del reggimento Azov

Yulia e Kateryna: «Nell’acciaieria sta finendo anche l’acqua, bisogna che siano evacuati in un Paese terzo»

Mercoledì 11 maggio erano in prima fila in piazza San Pietro: Yulya, moglie di Arseniy Fedosiuk, e Kateryna sposa di Denis Prokopenko, l’uomo che sta guidando la resistenza di Mariupol contro l’assedio russo. Alla fine dell’udienza hanno incontrato, e dialogato con il Pontefice, per quasi cinque minuti. «Ci ha detto che è al corrente della situazione, e che pregherà per loro e che farà tutto il possibile» hanno riferito le donne nell’incontro con i giornalisti [ ... ].

[6]


Che accorata compassione, per il caso dei tagliagole asserragliati nel bunker.
Forse, in compagnia di soldati e ufficiali occidentali.

2.1

Ci vogliono far credere che questa soldataglia maledetta sia composta da patrioti puri di cuore, raffinati partigiani che leggono Kant e no, mica sono antisemiti, antirussi, e neonazisti come documentato da centinaia di articoli di giornale, documenti ufficiali, materiale fotografico e audiovisivo disponibile nella rete { [7][8] ... }.

Jorge Bergoglio ha così compartecipato alla ''riverniciatura'' del Battaglione Azov ( che è cresciuto, e, oltre a sviluppare vari apparati collaterali dediti alla violenza razzista e politica di strada, tempo fa è stato promosso a reggimento ), da vero collaborazionista della feccia atlantica.
Le immagini televisive hanno un peso specifico, il loro impatto condiziona il gregge di pecore umanoidi, e confido che quest'ometto vestito di bianco pagherà per intero i suoi peccati a tempo debito.



=

Note

[1] : ''Le radici della guerra in Ucraina secondo papa Francesco'', Matteo Carnieletto, il Giornale, 3 maggio 2022, [ https://www.ilgiornale.it/news/mondo/radici-guerra-ucraina-secondo-papa-francesco-2031168.html ];
vedi : ''Intervista a Papa Francesco: «Putin non si ferma, voglio incontrarlo a Mosca. Ora non vado a Kiev»'', Luciano Fontana, Corriere della Sera, 3 maggio 2022, [ https://www.corriere.it/cronache/22_maggio_03/intervista-papa-francesco-putin-694c35f0-ca57-11ec-829f-386f144a5eff.shtml ].
[2] : ''Notizie'', Marco Poli, VK, 22 febbraio 2022, [ https://vk.com/wall170191717_1972 ].
[3] : ''Ultim'ora'', Marco Poli, VK, 24 febbraio 2022, [ https://vk.com/wall170191717_1983 ].
[4] : ''Notizie'', Marco Poli, VK, 7 marzo 2022, [ https://vk.com/wall170191717_2052 ].
[5] : ''Archivio'', Marco Poli, VK, 25 febbraio 2022, [ https://vk.com/wall170191717_1993 ].
[6] : ''Papa Francesco incontra le mogli del reggimento Azov'', Corriere TV, 11 maggio 2022, [ https://video.corriere.it/esteri/papa-francesco-incontra-mogli-reggimento-azov/b5ed0566-d122-11ec-b465-8b7c23727ee0 ];
vedi : ''Le mogli del reggimento Azov vedono Papa Francesco: «Ci aiuti a salvare i nostri mariti»'', Alessandra Muglia, Corriere della Sera, 11 maggio 2022, [ https://www.corriere.it/esteri/22_maggio_11/mogli-dell-azov-vedono-papa-ci-aiuti-salvare-nostri-mariti-bb485c70-d101-11ec-b465-8b7c23727ee0.shtml ];
vedi anche : ''Ucraina, mogli dei soldati Azov dal Papa, speriamo di salvare loro le vite'', ANSA, 12 maggio 2022, [ https://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2022/05/11/mogli-soldati-azov-dal-papa-speriamo-salvare-loro-vite_a02f65b7-5a2c-4296-85fc-25805dcc8d63.html ].
[7] : ''Notizie, e Commento'', Marco Poli, VK, 11 maggio 2022, [ https://vk.com/wall170191717_2286 ].
[8] : ''Archivio'', Marco Poli, VK, 14 maggio 2022, [ https://vk.com/wall170191717_2296 ].

===




---

{ prima pubblicazione del post su VK, il 14 maggio 2022 [ 9 ]; su FB : [ 10 ] }.

[ ... ]

RU→UKR/83 – Una breve lista di articoli e documenti dedicati ai neonazisti piccoli russi


Archivio

di Marco Poli


Ho dedicato vari post al Battaglione Azov ( cresciuto negli anni, e diventato reggimento ) { [1][2][3][4][5][6][7][8] ... } una delle dozzine di unità e organizzazioni paramilitari e militari di fede neonazista che sono nate soprattutto dopo il Golpe di Piazza Maidan, e sono state addestrate dagli apparati militari occidentali ( agenzie private ed eserciti ) [8].

1

Nel web, sono facilmente reperibili centinaia di articoli di giornale, documenti ufficiali, e vario materiale fotografico e audiovisivo che testimonia i crimini contro l'umanità eseguiti dai ''kantiani'' dell'Azov e dagli altri neonazisti piccoli russi detti ''ucraini''.
Ad esempio ieri, facendo una ricerca sull'oligarga Igor Kolomoisky [9], ho trovato questi :


I volontari nazionalisti ucraini commettono crimini di guerra in "stile ISIS"

Gruppi di nazionalisti ucraini di destra stanno commettendo crimini di guerra nei territori in mano ai ribelli dell'Ucraina orientale, secondo un rapporto di Amnesty International, poiché sui media locali sono emerse prove delle milizie volontarie che decapitano le loro vittime [ ... ].

[10]


Una unità di volontari ucraini include i nazisti

[ ... ]. Sebbene la Brigata Azov, composta da 900 membri, aggiunga la manodopera necessaria per respingere i ribelli, i membri che affermano di essere nazisti stanno suscitando polemiche e le denunce di abusi contro i civili hanno rivolto loro contro alcuni residenti.

Un sergente istruttore che si sarebbe identificato solo come Alex indossava una toppa raffigurante il martello di Thor, un antico simbolo norreno di cui si sono appropriati i neonazisti, secondo la Lega anti-diffamazione.

In un'intervista con USA TODAY, ha ammesso di essere un nazista e ha detto con una risata che non più della metà dei suoi compagni sono nazisti [ ... ].

[11]


Il gruppo armato compie un anno

La ferocia del battaglione Azov che brucia ostaggi come l'Isis

Ha compiuto un anno il battaglione Azov, uno dei più crudeli gruppi paramilitari della Guardia Nazionale Ucraina. Si tratta di nazionalisti filo-ucraini, tra cui molti mercenari, che utilizzano il simbolismo della bandiera nazista delle SS tedesche. Sono stati accusati di abusi e crimini di guerra contro la popolazione civile [ ... ].

[12]


Battaglioni islamici, costituiti da ceceni, aiutano l'Ucraina in guerra con i ribelli

[ ... ] A parte un nemico, questi gruppi non hanno molto in comune con gli ucraini o, se è per questo, con gli alleati occidentali dell'Ucraina, compresi gli Stati Uniti.

Pravyi sektor, ad esempio, si è formato durante le proteste di piazza dello scorso anno a Kiev da una mezza dozzina di gruppi nazionalisti ucraini marginali come White Hammer e il Tridente di Stepan Bandera. Un altro, il gruppo Azov, è apertamente neonazista, usando il simbolo dell'"uncino del lupo" associato alle SS. Senza affrontare la questione del simbolo nazista, il ceceno ha detto di andare d'accordo con i nazionalisti perché, come lui, amano la loro patria e odiano i russi [ ... ].

[13]


Un rapporto dell'Alto Commissariato dell'ONU per i Diritti Umani ( inverno 2015-16 ) ci racconta la manovalanza eseguita dal Battagione Azov per i servizi segreti ucraini ( SBU ):


103. Il 23 dicembre, l'OHCHR ha incontrato quattro detenuti trattenuti al SIZO [centro di detenzione; следственный изолятор, СИЗО] di Mariupol per loro presunto coinvolgimento negli eventi del 9 maggio. Si sono lamentati di essere stati maltrattati da funzionari della SBU [i servizi segreti ucraini] e membri del reggimento Azov a Mariupol, detenuti in segreto per qualche tempo nel settembre 2014 e che le prove estorte attraverso la tortura venivano utilizzate nel loro processo. Hanno aggiunto che era stata loro negata l'assistenza medica per le ferite subite dalla tortura e avevano un'assistenza legale inefficace. Grave preoccupazione è per l'accusa secondo cui l'imputato avrebbe subito rappresaglie sotto forma di minacce, intimidazioni e maltrattamenti da parte della SBU dopo aver contestato l'ammissibilità delle prove in tribunale.

104. Il 10 febbraio, l'Ufficio del Procuratore della regione di Donetsk ha informato l'OHCHR di aver visitato l'imputato al SIZO e, sulla base delle loro denunce e altro informazioni ricevute, aveva aperto un'indagine penale sul ruolo dei funzionari SBU nella tortura nei maltrattamenti dei quattro detenuti. L'OHCHR rimane preoccupato che, al momento in cui scrivo, all'imputato non era stata fornita assistenza medica [ ... ].

[14]


Lo stesso rapporto ci racconta che già allora la soldataglia di Kiev aveva l'abitudine di usare le abitazioni civili come basi e postazioni di tiro, e i cittadini come scudi umani :


161. Un'altra grande preoccupazione è la continua presenza di forze militari nelle aree civili, e i bombardamenti indiscriminati continuano a essere i principali fattori che mettono in pericolo i civili e pregiudicano la loro capacità di accedere ad alloggi, terreni e proprietà. Durante il periodo preso in considerazione nel rapporto l'OHCHR ha raccolto informazioni dettagliate sulla condotta delle ostilità da parte delle forze armate ucraine e del reggimento Azov dentro e intorno a Shyrokyne (31 km a est di Mariupol), dall'estate 2014 ad oggi. È stato documentato il saccheggio di massa delle case civili, così come il bombardamento delle aree civili tra settembre 2014 e febbraio 2015 [ ... ].
[14]


Ancora, da altre fonti :


Con asce e mazze, Vigilantes di estrema destra distruggono un altro accampamento rom a Kiev

Con asce e mazze in azione mentre una telecamera girava, i membri della milizia di estrema destra Azov National Druzhyna hanno distrutto un campo rom nel parco Holosiyivskiy di Kiev il 7 giugno.

L'attacco segna il secondo incidente del genere da parte dei vigilantes di estrema destra a Kiev e il quarto in Ucraina nelle ultime sei settimane.

La National Druzhyna, una milizia formata a gennaio da veterani del battaglione di estrema destra Azov, aveva visitato il campo all'inizio della giornata [ ... ].

L'attacco è stato trasmesso in diretta sulla pagina Facebook della milizia [ ... ].

Una clip più completa di 12 minuti del raid dei nazionalisti è stata infine caricata su YouTube da EuroMaydan, un gruppo politico nato dall'omonima rivolta del 2013-14 [ ... ].

[15]


Profilo: cos'è il reggimento Azov dell'estrema destra ucraina?

Il gruppo neonazista di estrema destra si è ampliato per entrare a far parte delle forze armate dell'Ucraina, una milizia di strada e un partito politico.

[ ... ] Pochi mesi dopo aver riconquistato la strategica città portuale di Mariupol dai separatisti sostenuti dalla Russia, l'unità è stata ufficialmente integrata nella Guardia Nazionale dell'Ucraina il 12 novembre 2014 e ha ottenuto grandi elogi dall'allora presidente Petro Poroshenko.

"Questi sono i nostri migliori guerrieri", ha detto durante una cerimonia di premiazione nel 2014. "I nostri migliori volontari" [ ... ].

[16]


[ ... ].

1.1

Pubblico la traduzione della prima parte di un articolo di The Nation del febbraio 2019, che spiegava bene la situazione e vi consiglio di leggere per intero [17]:


I neonazisti e l'estrema destra sono in marcia in Ucraina

Cinque anni dopo la rivolta di Maidan, l'antisemitismo e l'ultranazionalismo di matrice fascista dilagano.

Cinque anni fa, la rivolta ucraina di Maidan ha spodestato il presidente Viktor Yanukovich, tra gli applausi e il sostegno dell'Occidente. Politici e analisti negli Stati Uniti e in Europa non solo hanno celebrato la rivolta come un trionfo della democrazia, ma hanno negato le notizie sull'ultranazionalismo di Maidan, diffamando come burattini di Mosca e utili idioti coloro che mettevano in guardia sul lato oscuro della rivolta. La libertà era in marcia in Ucraina.

Oggi, le crescenti notizie di violenza di estrema destra, ultranazionalismo ed erosione delle libertà fondamentali stanno smentendo l'iniziale euforia dell'Occidente. Ci sono pogrom neonazisti contro i Rom, attacchi dilaganti contro femministe e gruppi LGBT, divieti di libri e glorificazioni sponsorizzate dallo stato dei collaboratori nazisti.

Queste storie dell'oscuro nazionalismo ucraino non escono da Mosca; vengono archiviati dai media occidentali, inclusa Radio Free Europe (RFE), finanziata dagli Stati Uniti; Organizzazioni ebraiche come il World Jewish Congress e il Simon Wiesenthal Center; e osservatori come Amnesty International, Human Rights Watch e Freedom House, che hanno pubblicato un rapporto congiunto avvertendo che Kiev sta perdendo il monopolio dell'uso della forza nel Paese poiché le bande di estrema destra operano impunemente.

Cinque anni dopo Maidan, il faro della democrazia sembra più una marcia con le fiaccole.

Un battaglione neonazista nel cuore dell'Europa

“L'unità di volontariato ucraino include i nazisti”. — USA Today, 10 marzo 2015
La difesa standard di Kiev usata dall'establishment di Washington sottolinea che l'estrema destra dell'Ucraina ha una percentuale di seggi in parlamento inferiore rispetto alle loro controparti in luoghi come la Francia. Questa è un'argomentazione spuria: ciò che manca all'estrema destra ucraina nei numeri dei sondaggi, lo compensa con cose che Marine Le Pen può solo sognare: unità paramilitari e libertà nelle strade.

L'Ucraina post-Maidan è l'unica nazione al mondo ad avere una formazione neonazista nelle sue forze armate. Il Battaglione Azov è stato inizialmente formato dalla banda neonazista Patriot of Ukraine. Andriy Biletsky, il capo della banda che divenne il comandante di Azov, una volta scrisse che la missione dell'Ucraina è "guidare le Razze Bianche del mondo in una crociata finale... contro gli Untermenschen [i subumani] guidati dai semiti". Biletsky è ora un deputato nel parlamento ucraino.

Nell'autunno del 2014 l'Azov, accusato di violazioni dei diritti umani, inclusa la tortura, da Human Rights Watch e dalle Nazioni Unite, è stato incorporato nella Guardia nazionale ucraina [ ... ].

[17]


1.2

Una testimonianza recente :


Di ritorno dall'Ucraina, Adrien Bocquet dice: “Ho visto crimini abominevoli commessi da Azov”

Chi è Adrien Bocquet?

Adrien Bocquet, ex fuciliere dell'esercito francese, è autore di uno straordinario libro intitolato: “Alzati e cammina grazie alla scienza” edito dalle edizioni Max Milo.

La prima persona disabile in Francia a recuperare l'uso delle gambe e del braccio destro grazie all'impianto di neurostimolatori spinali.

[ ... ].

Anche Adrien Bocquet è stato tre settimane in Ucraina, nel mezzo della guerra, al fianco in particolare dei soldati ucraini.

Adrien Bocquet parla del suo viaggio in Ucraina da 14'50" nel video

Ha assistito a crimini di guerra da parte ucraina. Un discorso che contrasta con la versione ufficiale trasmessa dalla stampa mainstream francese. La sua testimonianza può essere ascoltata su Radio Sud, con una parte dedicata al suo libro, l'altra alla sua esperienza.

[18]


2

Quelle sopra elencate sono solo alcune delle tantissime testimonianze del luridume degli azoviani e degli altri gruppi neonazisti piccoli russi detti ''ucraini'', trovate al volo.
Le ho trascritte fino a che mi sono stancato ( e disgustato ) di navigare e leggere, perché seguendo i collegamenti ipertestuali e facendo qualche semplice ricerca usando le tracce date non la finivo più di trovare ulteriori documentazioni.

Ci vogliono far credere che questa soldataglia maledetta sia composta da patrioti puri di cuore, raffinati partigiani che leggono Kant [5] e no, mica sono antisemiti, antirussi, e neonazisti [19].

L'ennesimo episodio di ''riverniciatura'' è andato in scena in Piazza San Pietro pochi giorni fa, e Jorge Bergoglio detto ''Francesco'' s'è prestato alla messinscena di un'accorata empatia con le mogli di due ''kantiani'' chiusi nel bunker dell'Azovstal, da vero collaborazionista della feccia atlantica [20].

=

Note

[1] : ''Notizie'', Marco Poli, VK, 22 febbraio 2022, [ https://vk.com/wall170191717_1972 ].
[2] : ''Notizie'', Marco Poli, VK, 14 marzo 2022, [ https://vk.com/wall170191717_2073 ].
[3] : ''Notizie'', Marco Poli, VK, 14 marzo 2022, [ https://vk.com/wall170191717_2074 ].
[4] : ''Notizie'', Marco Poli, VK, 23 marzo 2022, [ https://vk.com/wall170191717_2116 ].
[5] : ''Notizie'', Marco Poli, VK, 28 marzo 2022, [ https://vk.com/wall170191717_2145 ].
[6] : ''Commento'', Marco Poli, VK, 30 marzo 2022, [ https://vk.com/wall170191717_2149 ].
[7] : ''Notizie'', Marco Poli, VK, 26 aprile 2022, [ https://vk.com/wall170191717_2239 ].
[8] : ''Archivio'', Marco Poli, VK, 28 aprile 2022, [ https://vk.com/wall170191717_2246 ].
[9] : ''Archivio'', Marco Poli, VK, 13 maggio 2022, [ https://vk.com/wall170191717_2293 ].
[10] : trad. da ''Ukrainian Nationalist Volunteers Committing 'ISIS-Style' War Crimes'', Damien Sharkov, Newsweek, 9 ottobre 2014, [ https://www.newsweek.com/evidence-war-crimes-committed-ukrainian-nationalist-volunteers-grows-269604 ].
[11] : trad. da ''Volunteer Ukrainian unit includes Nazis'', Oren Dorell, USA Today, 10 marzo 2015, [ https://www.newsweek.com/evidence-war-crimes-committed-ukrainian-nationalist-volunteers-grows-269604 ].
[12] : ''La ferocia del battaglione Azov che brucia ostaggi come l'Isis'', Prima Bergamo, 13 maggio 2015, [ https://primabergamo.it/cronaca/azov/ ].
[13] : trad. da ''Islamic Battalions, Stocked With Chechens, Aid Ukraine in War With Rebels'', The New York Times, 7 luglio 2015, [ https://www.nytimes.com/2015/07/08/world/europe/islamic-battalions-stocked-with-chechens-aid-ukraine-in-war-with-rebels.html ];
una copia della pagina-web è leggibile nell'Internet Archive : [ https://web.archive.org/web/20190331020034/https://www.nytimes.com/2015/07/08/world/europe/islamic-battalions-stocked-with-chechens-aid-ukraine-in-war-with-rebels.html?referrer= ].
[14] : trad. da ''Report on the human rights situation in Ukraine 16 November 2015 to 15 February 2016'', OUNHCHR, { PDF }, [ https://www.ohchr.org/sites/default/files/Documents/Countries/UA/Ukraine_13th_HRMMU_Report_3March2016.pdf ].
[15] : trad. da ''With Axes And Hammers, Far-Right Vigilantes Destroy Another Romany Camp In Kyiv'', Christopher Miller, Radio Free Europe, 8 giugno 2018, [ https://www.rferl.org/a/ukraine-far-right-vigilantes-destroy-another-romany-camp-in-kyiv/29280336.html ].
[16] : trad. da ''Profile: Who are Ukraine’s far-right Azov regiment?'', Al Jazeera, 1° marzo 2022, [ https://www.aljazeera.com/news/2022/3/1/who-are-the-azov-regiment ].
[17] : trad. da ''Neo-Nazis and the Far Right Are On the March in Ukraine'', Lev Golinkin, 22 febbraio 2019, [ https://www.thenation.com/article/politics/neo-nazis-far-right-ukraine/ ].
[18] : trad. da ''DE RETOUR D’UKRAINE, Adrien Bocquet raconte : « J’ai vu des crimes abominables commis par Azov »'', El Diablo, Commun COMMUNE, 14 maggio 2022, [ http://www.communcommune.com/2022/05/de-retour-d-ukraine-adrien-bocquet-raconte-j-ai-vu-des-crimes-abominables-commis-par-azov.html ];
vedi : ''"J’ai vu des crimes abominables commis par Azov." De retour d'Ukraine, Adrien Bocquet raconte'', Sud Radio, YouTube, 10 maggio 2022, [ https://www.youtube.com/watch?v=ZoKnhXnp-Zk ].
[19] : ''Notizie, e Commento'', Marco Poli, VK, 11 maggio 2022, [ https://vk.com/wall170191717_2286 ].
[20] : ''Notizie'', Marco Poli, VK, 14 maggio 2022, [ https://vk.com/wall170191717_2298 ].

===




---

{ prima pubblicazione del post su VK, il 14 maggio 2022 [ 21 ]; su FB : [ 22 ] }.

[ ... ]

RU→UKR/82 – Chi è Kolomoisky ?


Archivio

di Marco Poli


Chi è Kolomoisky ?

Altro ebreo abiuratore delle proprie radici, è l'uomo forte di Dnepropetrovsk ( Днепропетровск; dal 2016 : Днепр, Дніпро in dialetto piccolo russo ) [1], città ch'è sede di importanti industrie tecnologiche ( balistica aerospaziale e nucleare, altro ), ed uno degli uomini d'affari più importanti del Paese fittizio – i cosiddetti ''oligarchi'' [2] – nonché Governatore dell'oblast' omonimo dal 2014 al 2015.
Ha creato, finanziato e promosso mediaticamente il personaggio Vladimir Aleksandrovich Zelensky ( Владимир Александрович Зеленский ), per usarlo contro il rivale Petro Poroshenko nelle elezioni politiche vinte dall'attore [3].
Possiede tre passaporti : ucraino, cipriota, e israeliano.
E' noto anche con il soprannome ''Benya'', dal nome di un gangster della letteratura [4].

Premetto anche che ho dedicato non poche ore a questo post che è un riassunto, una traccia di lavoro per quello che definirei ''l'universo'' di Kolomoisky : ad ogni pagina-web letta, finivo ad altre [n] collegate che esponevano ulteriori sfaccettature di questo personaggio, attirando la mia curiosità.

1

Figlio di genitori ebrei ( n. 1963 ) entrambi ingegneri ( il padre lavorava in un'azienda metallurgica, e la madre all'università ), ottimo studente, nel 1985 si è laureato anch'egli in Ingegneria presso l'Istituto metallurgico ''Leonid Brezhnev'' di Dnepropetrovsk.
Dopo avere lavorato qualche anno come dipendente di una cooperativa commerciale, con i soci Leonid Miloslavsky, Oleksiy Martynov, e Hennadiy Boholyubov, nonché l'aiuto economico della comunità ebraica locale, nel 1991 ha fondato la società Sentosa per l'importazione e la distribuzione locale di vari prodotti da altre regioni dell'Unione Sovietica, espandendo il commercio a benzina, ferroleghe, e manganese [5].

Nel 1992, dopo il crollo dell'URSS e già in piena epoca di privatizzazioni selvagge, con il fidato socio e futuro oligarca Gennady Borisovic Bogolyubov ( Геннадий Борисович Боголюбов ) ha fondato la PrivatBank, che è cresciuta fino a diventare la prima banca ucraina, e la holding Privat Group. Con questa, nel corso degli anni ha acquisito e gestito quote e proprietà in vari settori [5]:

* mass media ( il gruppo 1+1 con 8 canali televisivi e portali internet, l'agenzia UNIAN, i quotidiani Novaya Gazeta e Gazeta po-Kievsky ... );

* commercio ( mercato di Ozerka ... );

* finanza ( PrivatBank, filiali e banche estere ... );

* industria chimica ed energetica ( Ukrnafta, Kalinin Coke and Chemical Plant, la raffineria Neftekhimik ... );

* industria metallurgica ( Krivoy Rog Iron-Ore Combine, Nikopol Ferroalloy Plant ... controlla il 30% del mercato globale delle leghe in ferro );

* industria manifatturiera ( Stakhanovsky, Nikopolsky, Zaporizhzhya ... );

* proprietà immobiliari ( vedi paragrafo 3.2 ... );

* trasporti ( acquisizione e bancarotta delle compagnie aeree Aerosvit Airlines, Dniproavia, Donbassaero, e delle scandinave Skyways Express, City Airline, Cimber Sterling );

* sport ( la squadra di calcio locale – il Dnipro – composta esclusivamente da giocatori piccoli russi, che negli anni scorsi ha giocato anche le coppe europee ) [6]...

2

Nel 2014, dopo il Golpe di Piazza Maidan e la ridefinizione dei rapporti di Potere all'interno dello Stato ucraino, Kolomoisky è entrato in politica facendosi eleggere Governatore dell'Oblast' di Dnepropetrovsk, realizzando così il combinato di economia e politica sul territorio amministrato [7][8].

2.1

Ha creato la propria milizia personale che ha preso il nome di Battaglione Dnepr-1 ( detto anche ''Battaglione Kolomoisky'' ) in seguito cresciuto nel numero di effettivi e promosso a reggimento inquadrato formalmente come forza speciale di polizia del Ministero degli affari interni.
L'ha usato per riconquistare e difendere i siti aziendali che erano stati occupati dai separatisti filo-russi ( come la sede centrale della UkrTransNafta ), e poi per combattere l'esercito separatista nell'oblast' di Dnepropetrovsk e nel Donbass : tra le ''prodezze'' compiute dall'unità, il blocco degli aiuti umanitari destinati alle popolazioni del Donbass, in prossimità del Natale 2014 [9].

Kolomoisky mise una taglia di 10.000 $ sulla testa di ogni separatista catturato [10].

L'oligarca ha finanziato anche i battaglioni neonazisti Aidar, Azov, Dnepr-2, Donbass ... [10][11], braccio armato del sentimento russofobico e antisemita [12] molto diffuso nella popolazione piccola russa detta impropriamente ''ucraina'' ( lo Stato fittizio detto ''Ucraina'' – che significa ''[terra] sul confine'', cioè nulla – è, o meglio era un contenitore di svariate etnie ).

2.2

Poi, è entrato in rotta di collisione con il presidente nazionalista e razzista Petro Poroshenko :


Nell'ultimo anno, il governo ucraino ha chiesto l'aiuto dei potenti oligarchi del paese per combattere la sua guerra contro i separatisti filo-russi. Questa settimana si è aperta una nuova guerra, che ha contrapposto il governo a uno degli stessi oligarchi su cui aveva fatto affidamento. Il 25 marzo Petro Poroshenko, presidente dell'Ucraina, ha costretto Ihor Kolomoisky, un magnate degli affari, a dimettersi dal suo incarico di governatore della regione centrale di Dnipropetrovsk. Kolomoisky aveva finanziato battaglioni filo-Kiev e aveva svolto un ruolo fondamentale nell'arginare la diffusione del separatismo. Tuttavia, dopo che Kolomoisky ha schierato la sua milizia personale a Kiev per impedire al governo di regolamentare i suoi interessi commerciali, il presidente non ha avuto altra scelta che licenziarlo.

Lo scontro è stato la più grande scaramuccia mai vista in uno scontro in corso tra il governo e l'oligarchia. Potrebbe essere l'unico fronte più importante nella lotta per il futuro dell'Ucraina. Sergii Leshchenko, ex giornalista investigativo e ora membro del parlamento riformista, la definisce la seconda fase della rivoluzione di Maidan: "Maidan ha rimosso [l'ex presidente, Viktor] Yanukovych, ma non il sistema oligarchico". Ma potrebbe significare guerra con gli oligarchi in un momento in cui l'Ucraina non può permettersi l'instabilità [ ... ].

[13]


3

Dopo il coinvolgimento in un ammanco di 1 miliardo $ presso tre banche moldave controllate, nel 2014 [14][15], nel 2016 Kolomoisky e il suo storico sodale sono stati accusati di avere sottratto 5,5 miliardi $ al loro stesso istituto di credito, attraverso prestiti generosi transitati in una filiale cipriota :


Gli oligarchi hanno predisposto la filiale di Cipro della più grande banca ucraina per inviare 5,5 miliardi di dollari all'estero

L'ex-presidente della banca centrale ucraina lo ha definito uno dei più grandi scandali finanziari del 21° secolo.

Valeria Hontareva stava descrivendo il presunto furto di 5,5 miliardi di dollari da PrivatBank, un tempo il più grande prestatore commerciale del paese. Le sospette menti sono i due oligarchi proprietari della banca: Igor Kolomoisky e Gennadiy Bogolyubov, accusati di fuga con un importo all'incirca pari al 5% del prodotto interno lordo del Paese. Secondo i documenti del tribunale, si dice che entrambi gli uomini abbiano vissuto di recente in Svizzera, anche se Kolomoisky sembra trascorrere del tempo in Israele [ ... ].

[16]


3.1

Dopo la nazionalizzazione dell'istituto di credito e l'azione legale della rinnovata PrivatBank contro i due maggiori ex-azionisti, ci sono state varie azioni giuridiche internazionali.
Nel Regno Unito :

* nel dicembre 2017, l'Alta Corte di Londra ha congelato beni di Kolomoisky e Bogolyubov per 2,5 miliardi di dollari [17];
* un anno dopo, i beni sono stati sbloccati fino all'appello [18];
* nell'aprile 2020, la Corte suprema ha respinto il ricorso presentato dagli accusati e dato ordine di procedere al dibattimento processuale [19];
* il processo è stato fissato per il giugno di quest'anno, ma gli accusati hanno chiesto un rinvio a causa dell'operazione militare speciale attualmente in corso [20].

3.2

Nell'agosto 2020, le autorità statunitensi hanno aperto una causa civile contro Kolomoisky e i suoi soci per reciclaggio di denaro sporco [21], e nel marzo 2021 il Dipartimento di Stato ha sanzionato l'oligarca e i suoi familiari con il divieto d'ingresso nel Paese :


Il magnate è stato coinvolto in "corruzione significativa" durante il suo periodo come governatore della regione ucraina di Dnipropetrovsk dal 2014 al 2015, ha dichiarato venerdì il segretario di Stato Antony Blinken, sostenendo che gli atti del magnate mentre era in carica "hanno minato lo stato di diritto e l'Ucraina la fiducia del pubblico nelle istituzioni democratiche e nei processi pubblici del proprio governo”.

Né Kolomoisky né un avvocato che lo rappresentava negli Stati Uniti hanno risposto alle richieste di commento.

Nella causa civile, Kolomoisky ha negato le accuse mosse contro di lui dal Dipartimento di Giustizia, affermando che il patrimonio immobiliare che deteneva negli Stati Uniti è stato acquistato utilizzando fondi personali ricevuti attraverso un accordo fatto con una compagnia mineraria [ ... ].

[22]


Le denunce di confisca civile presentate dal Dipartimento di Giustizia per reciclaggio di denaro sporco hanno focalizzato una parte dei beni posseduti da Kolomoisky e i suoi associati negli USA. In particolare, con i soci Mordechai Korf e Uriel Laber, K. ha costituito una serie di società ''Optima [qualcosa]'', e la Optima Ventures a un certo punto è diventata la più grande detentrice di immobili commerciali a Cleveland ( Ohio ), più di 5 milioni di piedi quadrati.
Altri beni :

* acciaierie in Kentucky, West Virginia e Michigan;
* uno stabilimento per la produzione di cellulari nell'Illinois;
* un parco di uffici di circa 19,5 acri a Dallas ( Texas );
* l'edificio PNC Plaza a Louisville ( Texas ).

4

Insomma, nel primo tempo dello scontro con Poroshenko, Kolomoisky è stato forzato a lasciare la scrivania di presidente dell'oblast' e la sua principale banca è stata nazionalizzata.
Ma ha preparato astutamente la contromossa politica costruendo il burattino attoriale Vladimir Zelensky, che acquisì fama grazie anzitutto al personaggio da lui recitato ( in lingua russa ) nelle stagioni di ''Servitore del Popolo'' : una serie congetturata da una società di produzione finanziata da Kolomoisky e distribuita sui canali televisivi del gruppo 1+1.

Z. si candidò alle elezioni del 2019 con una campagna elettorale eseguita quasi per intero sui social e senza presentare alcun programma politico, ed ottenne il 73% dei voti espressi ma con un record negativo dell'affluenza : solo il 49,9% degli aventi diritto si recò alle urne, e molti abitanti del Donbass non poterono votare ( coloro che riuscirono a raggiungere il seggio, votarono in maggioranza Yurij Boyko, ex-Ministro dell'Energia del presidente deposto dal golpe del 2014, Viktor Yanukovich ) [23].

Dopo l'elezione, Kolomoisky è tornato in Ucraina da Israele per riprendere le fila dei contatti siccome si aspettava la riabilitazione e un ammorbidimento delle cause legali dello Stato contro lui e il socio, ma non l'ottenne.
Incrinatosi il rapporto con il suo ex-pupillo ora nelle mani della centrale DEM statunitense, ha cercato un riavvicinamento al Cremlino.
Durante l'operazione militare speciale in Ucraina, l'oligarca ha tenuto un profilo basso, e lontano dalle luci dei media.

5

Un capitolo a sé stante, lo merita il rapporto di Kolomoisky con il mondo ebraico.

Sappiamo già che per muovere i primi passi nell'imprenditoria all'inizio degli anni '90 ricevette un fondamentale aiuto economico dalla numerosa comunità di Dnepropetrovsk.
Nel corso degli anni ha cercato un maggiore coinvolgimento nelle sorti della comunità ebraica ucraina ed europea :

* nel 2010, si è proposto come presidente del Consiglio europeo delle comunità ebraiche ( European Council of Jewish Communities, ECJC ), di cui l'oligarca Vadim Rabinovich era già vicepresidente : per ottenere la posizione, si impegnò a versare all'organizzazione un'ingente somma per cinque anni, almeno 14 milioni di dollari;
ma questa procedura indignò i rappresentanti dell'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane ( UCEI ) e quelli di altre nazioni, che uscirono dall'organizzazione [24];

* nel 2011, assieme a Rabinovich ha fondato l'ONG Unione Ebraica Europea ( European Jewish Union, EJU ) con sede a Bruxelles, promotrice del Parlamento ebraico europeo ( European Jewish Parliament, EJP ) [25][26];

* nel 2011, assieme a Rabinovich ha creato il canale televisivo satellitare Jewish News One ( JN1 ) dedicato a notizie 24h per i telespettatori di religione ebraica, che nel 2014 ha ceduto il posto al canale ucraino Ukraine News One ( UN1 ), e nel 2015 ha trasferito l'attività giornalistica specifica nel sito-web Jewish News and Israel news [27][28];

* assieme a Bogolubov ( ch'è anche Presidente della Comunità ebraica di Dnepropetrovsk ) e a Rabinovich ha finanziato la costruzione del più grande centro ebraico del mondo, il Menorah – Chabad Jewish Center : inaugurato nel 2012, al suo interno trovano posto il museo dell'Olocausto, la sinagoga, due alberghi a cinque stelle, una galleria commerciale, ristoranti kosher, un centro conferenze, una sala per concerti e svariate migliaia di metri quadrati di uffici [29][30]...

Incredibilmente, il suo rapporto con le comunità ebraiche è proseguito parallelamente ai finanziamenti che ha elargito all'estrema destra ucraina, neonazista e pervicacemente antisemita : nell'urgenza di difendere i propri interessi materiali nel mezzo del chaos post-Maidan, siccome l'esercito regolare ucraino era davvero poca cosa, ha assunto e finanziato le frange più violente della società umana.
L'ennesimo caso di un uomo che ha venduto l'anima al Diavolo per i soldi e il Potere.

6

Concludendo.

Dopo l'incrinatura del rapporto con Zelensky e l'inizio dell'operazione speciale non si sa bene dove sia Kolomoisky. Era tornato in Ucraina dopo la vittoria elettorale, ma è stato sostanzialmente tradito dalla sua creatura e il suo oblast' nativo è in prima linea sul fronte, ma con tre passaporti e un patrimonio stimato in 1 miliardo di dollari [31], certamente non ha problemi ad accasarsi ovunque.

Resta l'ombra di un personaggio torbido, molto dinamico e doppiogiochista, forse l'approssimazione più esatta di ''oligarca'' nel significato conferito al termine dalla stampa occidentale, che non ha alcuna remora morale nel finanziare l'estrema destra ucraina, neonazista e antisemita, sebbene egli sia nato in una famiglia ebrea e talvolta abbia pure la sfrontatezza di indossare ( credo più per fare scena a beneficio dei fotografi, che per vera e praticata fede ) la kippah.

Credo che sia una figura cruciale per capire cosa si muove dietro le quinte degli antagonismi interni ed esterni che hanno agitato la Piccola Russia negli anni post-sovietici ed in particolare quelli post-Maidan, dietro la guerra spettacolarizzata e distorta dalla propaganda occidentale che viene visualizzata sugli schermi dei televisori di un Occidente europeo anziano, bolso, oramai privo di energie mentali e fisiche.

=

Note

[1] : ''Dnepropetrovsk'', Enciclopedia on line, Treccani, [ https://www.treccani.it/enciclopedia/dnepropetrovsk/ ];
vedi anche : ''DNEPROPETROVSK'', Giorgio Pullè e Miron Malkiel-Jirmounski, Enciclopedia Italiana, Treccani, 1932, [ https://www.treccani.it/enciclopedia/dnepropetrovsk_%28Enciclopedia-Italiana%29/ ].
[2] : ''Chi sono gli oligarchi padroni dell’Ucraina'', Stefano Grazioli, Start Magazine, 20 febbraio 2022, [ https://www.startmag.it/mondo/chi-sono-gli-oligarchi-padroni-ucraina/ ].
[3] : ''Notizie'', Marco Poli, VK, 12 maggio 2022, [ https://vk.com/wall170191717_2291 ].
[4] : il gangster Benya Krik ( Беня Крик ), protagonista della serie di brevi storie ''I racconti di Odessa'' ( ''Одесские рассказы'' ) di Isaac Emmanuilovich Babel' ( Исаак Эммануилович Бабель );
vedi : ''Беня Крик'', Wikipedia, [ https://ru.wikipedia.org/w/index.php?title=%D0%91%D0%B5%D0%BD%D1%8F_%D0%9A%D1%80%D0%B8%D0%BA&oldid=121493970 ];
vedi : ''La rinascita di Odessa e della sua comunità ebraica'', Luigi Spinola, Internazionale, 27 gennaio 2017, [ https://www.internazionale.it/reportage/luigi-spinola/2017/01/27/rinascita-odessa-ebraica ].
[5] : ''Business Career'', in ''Ihor Kolomoyskyi'', Wikipedia, [ https://en.wikipedia.org/w/index.php?title=Ihor_Kolomoyskyi&oldid=1086871794 ];
vedi : ''Kolomoisky Igor Valerievich: biography, personal life, career'', decoratex.biz, [ https://decoratex.biz/bsn/en/new-kolomojskij-igor-valerevich-biografiya-lichnaya-zhizn-karera.html ].
[6] : ''Gloria o morte a Dnipro'', Alec Cordolcini, Undici, 21 novembre 2016, [ https://www.rivistaundici.com/2016/11/21/declino-dnipro/ ].
[7] : ''“The Heart of Ukraine?” Dnipropetrovsk and the Ukrainian Revolution, What Does Ukraine Think?, ed. By Andrew Wilson, European Council of Foreign Relations, 2015, pp. 62-70.'', Andrii Portnov, Academia, [ https://www.academia.edu/12531670/_The_Heart_of_Ukraine_Dnipropetrovsk_and_the_Ukrainian_Revolution_What_Does_Ukraine_Think_ed_By_Andrew_Wilson_European_Council_of_Foreign_Relations_2015_pp_62_70 ];
{ PDF } : [ https://d1wqtxts1xzle7.cloudfront.net/37709945/Portnov-WHAT_DOES_UKRAINE_THINK_pdf-libre.pdf?1432317467=&response-content-disposition=attachment%3B+filename%3DThe_Heart_of_Ukraine_Dnipropetrovsk_and.pdf&Expires=1655619592&Signature=g5NjpAVn0hcTsE6SeOUHfvBYYlrMHxqMrfiR6486jJznXbtHdIzRpuyR5QFoFbJzZbh1QRvG~KAkbQnJhCujpCZ1CkrBzfjDaHaqdnHkA3AZOekYp4VqnXZnC5aKmMiF-L124mV4Qvxr4lTVcLFmkGHyA4MYPN3urWQoyIvHS1q-H6JTUmPTMypJuLVZiIBrh5zrTYPLPV3-GtEAnJ7O6XV9YYbWJfvJncM7H3wqZ7TBLvhktcy5Iw1uTrdXs53gaCQEu7VvYV01bNEIa5HnPAf3hsUr4hFYb0rrCbiuKXLN-MebuZLY6NHNs0EJ~p6OUIWG~htXMV3zsGa-hdbs0Q__&Key-Pair-Id=APKAJLOHF5GGSLRBV4ZA ].
[8] : ''Mercenaries and Privatized Warfare – Current Trends and Developments'', Sean McFate, OHCHR, { PDF }, [ https://www.ohchr.org/sites/default/files/Documents/issues/Mercenaries/WG/OtherStakeholders/sean-mcfate-submission.pdf ].
[9] : ''Eastern Ukraine: Humanitarian disaster looms as food aid blocked'', Amnesty International, 24 dicembre 2014, copia salvata nell'Internet Archive, [ https://web.archive.org/web/20141226211957/https://www.amnesty.org/en/news/eastern-ukraine-humanitarian-disaster-looms-food-aid-blocked-2014-12-23 ].
[10] : ''Ukrainian Nationalist Volunteers Committing 'ISIS-Style' War Crimes'', Damien Sharkov, Newsweek, 9 ottobre 2014, [ https://www.newsweek.com/evidence-war-crimes-committed-ukrainian-nationalist-volunteers-grows-269604 ].
[11] : ''Profile: Who are Ukraine’s far-right Azov regiment?'', Al Jazeera, 1° marzo 2022, [ https://www.aljazeera.com/news/2022/3/1/who-are-the-azov-regiment ].
[12] : ''Notizie, e Commento'', Marco Poli, VK, 11 maggio 2022, [ https://vk.com/wall170191717_2286 ].
[13] : trad. da ''President v oligarch'', The Economist, 28 marzo 2015, [ https://www.economist.com/europe/2015/03/28/president-v-oligarch ].
[14] : ''Latvian Regulator Imposes Largest Possible Fine on a Latvian Bank involved in Money Laundering Connected to the Magnitsky Case'', Law and Order in Russia, 19 giugno 2013, [ http://lawandorderinrussia.org/2013/latvian-regulator-imposes-largest-possible-fine-on-a-latvian-bank-involved-in-money-laundering-connected-to-the-magnitsky-case/ ].
[15] : ''How a Latvian laundered billion USD changed Moldova'', Evita Puriņa e Liene Rubane, Re:Baltica, 1° febbraio 2016, [ https://en.rebaltica.lv/2016/02/how-a-latvian-laundered-billion-usd-changed-moldova/ ].
[16] : ''Oligarchs Weaponized Cyprus Branch of Ukraine’s Largest Bank to Send $5.5 Billion Abroad'', Graham Stack, OCCRP, 19 aprile 2019, [ https://www.occrp.org/en/investigations/oligarchs-weaponized-cyprus-eranch-of-ukraines-largest-bank-to-send-5-billion-abroad ].
[17] : ''UK court freezes $2.5bn of Ukraine oligarchs’ assets'', Roman Olearchyk, Financial Times, 21 dicembre 2022, [ https://www.ft.com/content/4bc2f436-e5d9-11e7-8b99-0191e45377ec ];
copia in archive[punto]today : [ https://archive.ph/L9idg ].
[18] : ''UPDATE 2-London court throws out PrivatBank case against former shareholders'', Dasha Afanasieva, Reuters, 4 dicembre 2018, [ https://www.reuters.com/article/ukraine-privatbank-idUSL8N1Y92WQ ].
[19] : ''UK's Supreme Court confirms PrivatBank claim to be heard in London'', Reuters, 18 dicembre 2019, [ https://www.reuters.com/article/uk-ukraine-privatbank-idUKKBN21P2JQ ].
[20] : ''Businessmen sued by Ukraine bank call for London High Court trial to be delayed'', Brian Farmer, The Indipendent, 28 marzo 2022, [ https://www.independent.co.uk/news/uk/crime/ukraine-london-high-court-lawyers-vladimir-putin-high-court-b2045790.html ].
[21] : ''Ukrainian who made appearance in Trump impeachment saga accused by U.S. of stealing, laundering billions'', Matt Zapotosky e Rosalind S. Helderman, The Washington Post, 6 agosto 2020, [ https://www.washingtonpost.com/national-security/justice-department-accuses-ukrainian-oligarch-of-stealing-billions-from-bank-he-once-owned-and-laundering-it-in-the-us/2020/08/06/b88924b8-d7f4-11ea-aff6-220dd3a14741_story.html ].
[22] : ''U.S. sanctions Ihor Kolomoisky, one of Ukraine’s most powerful tycoons'', The Washington Post, 5 marzo 2021, [ https://www.washingtonpost.com/national-security/us-sanctions-ukrainian-tycoon-ihor-kolomoisky/2021/03/05/17bb8104-7dd3-11eb-b0fc-83144c02d676_story.html ];
vedi : ''Public Designation of Oligarch and Former Ukrainian Public Official Ihor Kolomoyskyy Due to Involvement in Significant Corruption'', U. S. Department of State, 5 marzo 2021, [ https://www.state.gov/public-designation-of-oligarch-and-former-ukrainian-public-official-ihor-kolomoyskyy-due-to-involvement-in-significant-corruption/ ].
[23] : ''Come sono andate le elezioni in Ucraina'', Giulia Giacobini, Wired, 22 luglio 2019, [ https://www.wired.it/attualita/politica/2019/07/22/elezioni-ucraina-risultati-zelensky/ ];
vedi : ''Volodymyr Zelensky? La biografia, il suo passato e le ultime elezioni'', Il Sole 24 Ore, 6 marzo 2022, [ https://www.infodata.ilsole24ore.com/2022/03/06/volodymyr-zelensky-la-biografia-suo-passato-le-ultime-elezioni/ ].
[24] : ''Like NBA’s Nets, European Jewish group gets an oligarch, but some see Soviet-style takeover'', Uriel Heilman, JTA, 2 novembre 2010, copia salvata nell'Internet Archive, [ https://web.archive.org/web/20101107060747/https://www.jta.org/news/article/2010/11/02/2741555/like-nbas-nets-european-jewish-group-gets-an-oligarch-but-some-see-soviet-takeover ].
[25] : ''Un Parlamento per gli ebrei d’Europa?'', Davide Denti, East Journal, 13 marzo 2012, [ https://www.eastjournal.net/archives/12936 ];
vedi : ''Sacha Baron Cohen a Jewish parliamentarian? One reason to doubt new Euro Jewish parliament'', Toby Axelrod, Jewish Telegraphic Agency, 24 ottobre 2011, [ https://www.jta.org/2011/10/24/global/sacha-baron-cohen-a-jewish-parliamentarian-one-reason-to-doubt-new-euro-jewish-parliament ].
[26] : European Jewish Parliament, sito-web, [ http://ejp.eu/ ].
[27] : ''Jewish News One'', Wikipedia, [ https://en.wikipedia.org/w/index.php?title=Jewish_News_One&oldid=1073728649 ].
[28] : Jewish News and Israel news, sito-web, [ https://jewishnews.com/ ].
[29] : ''Ucraina: Inaugurazione del più grande centro ebraico al mondo.'', Chabad[punto]it, 17 ottobre 2012, [ http://www.chabad.it/Articolo.asp?id=2846 ];
vedi anche : ''Ucraina: il magnate Kolomojskij e la lotta al separatismo'', Danilo Elia, Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa, 16 settembre 2014, [ https://www.balcanicaucaso.org/aree/Ucraina/Ucraina-il-magnate-Kolomojskij-e-la-lotta-al-separatismo-155545 ].
[30] : Menorah cultural and business center, sito-web, [ https://menorah-center.com/en/ ].
[31] : ''Ihor Kolomoyskyy'', Forbes, al 13 marzo 2022, [ https://www.forbes.com/profile/ihor-kolomoyskyy/ ].

===




---

{ prima pubblicazione del post su VK, il 13 maggio 2022 [ 32 ]; su FB : [ 33 ] }.

[ ... ]

RU→UKR/81 – Altre ''chicche'' sul burattimo attoriale Vladimir Zelensky


Notizie

di Marco Poli


Altro recente ''caso mediatico'', quello di un botta-e-risposta tra il burattino Zelensky e il segretario generale della NATO, Jens Stoltenberg [1], ch'è stato montato dalla stampa italiana [2].

Rimane l'evidenza chiara del messaggio trasmesso dalla NATO, braccio armato del Padronato atlantico, che ricorda ( a chi se lo fosse dimenticato ) la subordinazione di Kiev :


Nato, Stoltenberg sulla Crimea: «Non accetteremo mai l’annessione. Aiuteremo l’Ucraina anche se ci vorranno anni»
[3]


Un'uscita esplicita che, nonostante i rimaneggiamenti caotici della stampa italiana, strappa ulteriormente la figura pubblica del presidente ucraino ''resistente'' Vladimir Aleksandrovich Zelensky ( Владимир Александрович Зеленский ), invero burattino creato dall'oligarca locale Igor Valerievich Kolomoisky ( Игорь Валерьевич Коломойский ) e ora nelle mani del Presidente degli Stati Uniti d'America, Joe Biden ( ovvero della centrale DEM ).

2

A proposito del rapporto tra l'attore e l'uomo d'affari, ho trovato un articolo che, come capita non di rado ai debunker, partendo con l'intenzione di smentire conferma il fatto, cioè la subalternità del primo :


[ ... ]

Cosa lega l’oligarca Ihor Kolomoisky, più volte indicato come uomo dietro Vladimir Zelensky, e il nuovo presidente dell’Ucraina?

Innanzitutto bisogna dire che sono dei rumors quelli secondo cui lui sarebbe dietro Zelensky, non c’è nulla di dimostrabile. I sospetti sono nati perché, ad esempio, il consulente legale di Zelensky, un certo Andrii Bohdan, era l’avvocato personale di Kolomoisky. Poi è uscita un’inchiesta di alcuni giornalisti investigativi in cui si diceva che Zelensky avrebbe viaggiato 14 volte negli ultimi 10 anni a Ginevra e a Tel Aviv dove risiede Kolomoisky. Un altro indizio è il fatto che il canale tv di cui Kolomoisky è proprietario, 1+1, ha promosso attivamente tutta la campagna elettorale di Zelensky. Quindi sono questi tre fattori principali che hanno fatto sì che si pensasse che ci sia un collegamento tra il neo presidente e l’oligarca. Ovviamente non ci sono le prove, ma dobbiamo anche aggiungere che per Kolomoisky Poroshenko era il nemico n. 1, quindi non poteva che essere contento della sua sconfitta.

[ ... ].

[4]


Alcuni dettagli del rapporto tra Zelensky e Kolomoisky sono emersi dai documenti pubblicati nei Pandora Papers [5]:


[ ... ].

I documenti mostrano che Zelensky e i suoi partner in una società di produzione televisiva, Kvartal 95, hanno creato una rete di società offshore che risale almeno al 2012, anno in cui la società ha iniziato a realizzare contenuti regolari per le stazioni TV di proprietà di Ihor Kolomoisky, un oligarca perseguitato da accuse di frode multimiliardaria. Gli offshore sono stati utilizzati anche dai soci di Zelensky per acquistare e possedere tre proprietà di prim'ordine nel centro di Londra.

I documenti mostrano anche che poco prima di essere eletto, ha donato la sua partecipazione in una società offshore chiave, la Maltex Multicapital Corp. registrata nelle Isole Vergini britanniche, al suo socio in affari, che presto sarà il suo principale aiutante presidenziale. E nonostante abbia rinunciato alle sue azioni, i documenti mostrano che presto fu preso un accordo che avrebbe consentito all'offshore di continuare a pagare dividendi a una società che ora appartiene a sua moglie.

[ ... ].

[6]


=

Note

[1] : ''Notizie'', Marco Poli, VK, 28 febbraio 2022, [ https://vk.com/wall170191717_2016 ].
[2] : ''Rinuncia alla Crimea: la bufala del botta e risposta fra Zelensky e Nato'', Andrea Giustini, L'Indipendente, 10 maggio 2022, [ https://www.lindipendente.online/2022/05/10/rinuncia-alla-crimea-la-bufala-del-botta-e-risposta-fra-zelensky-e-nato/ ].
[3] : Open, 7 maggio 2022, [ https://www.open.online/2022/05/07/nato-stoltenberg-crimea-guerra-ucraina/ ].
[4] : ''Chi è Ihor Kolomoisky, l’oligarca vicino a Zelensky. L’analisi di Nona Mikhelidze (Iai)'', Simona Sotgiu, Formiche[punto]net, 26 aprile 2019, [ https://formiche.net/2019/04/kolomoisky-zelensky-ucraina/ ].
[5] : ''Cosa sono e chi coinvolgono i Pandora Papers'', Viola Serena Stefanello, Internazionale, 6 ottobre 2021, [ https://www.internazionale.it/notizie/2021/10/06/pandora-papers-inchiesta ];
vedi : ''Pandora Papers'', The International Consortium of Investigative Journalists ( ICIJ ), [ https://www.icij.org/investigations/pandora-papers/ ].
[6] : trad. da ''Pandora Papers Reveal Offshore Holdings of Ukrainian President and his Inner Circle'', Elena Loginova, Organized Crime and Corruption Reporting Project ( OCCRP ), 3 ottobre 2021, [ https://www.occrp.org/en/the-pandora-papers/pandora-papers-reveal-offshore-holdings-of-ukrainian-president-and-his-inner-circle ].

===




---

{ prima pubblicazione del post su VK, il 12 maggio 2022 [ 7 ]; su FB : [ 8 ] }.

[ ... ]