Testata

Elezioni 2013 # 1









E' iniziata l'operazione ''Senso di Colpa'' : stanno cercando di instillare il dubbio che il responsabile delle loro sconfitte sia TU [ ... ] non facciamo piangere Michele Serra, non facciamo piangere quegli altri.

( Fulvio Abbate, TeleDurruti )



m5s al 26%
 

A urne chiuse, abbiamo vissuto un pomeriggio da brividi, con i primi exit-polls che davano il PD coi numeri abbondanti per governare, e poi le proiezioni ( roba più concreta ) che visualizzavano invece una situazione ripartita in misura quasi eguale tra PD, PDL e Movimento 5 stelle ( il partito che io ho votato ). Scelta civica dell'impiegato del Gruppo Bilderberg e della Commissione Trilaterale, Mario Monti, si attesta al 10%, e appare marginale.
Berlusconi resuscita, e nemmeno io me l'aspettavo.
Grillo al 26% è un boom, Gianfranco Fini e Antonio Di Pietro sono fuori dal Parlamento : è un'altra bella notizia anche se, non temete, i due non patiranno difficoltà economiche, i milioni li hanno già messi da parte. Antonio Ingroia pure ha fallito con Rivoluzione Democratica ( mi felicito ), e sul flop di FARE - fermare il declino di Oscar Giannino, bugiardo millantatore, nessuno aveva dubbi.

Mi spiace ce l'abbia fatta Pierferdinando Casini, che si è salvato per un soffio, nonostante la sovraesposizione mediatica ( par condicio ? ).

A meno di inciucio schifoso e riedizione del PD + L visto l'anno scorso a supporto del pessimo Governo Monti, si dovrebbe tornare a votare molto presto.
Il flusso dei commenti su facebook, è viziato dall'ennesimo vomito di vituperi del popolo piddino ( e di Sinistra in genere ) contro gli italiani che hanno votato PDL, ma se la prendono pure con quelli che non hanno votato la luminosa idea del PD ( cioè quelli che hanno votato m5s, o i piccoli partiti, o chi non ha votato affatto ), rei di avere prodotto la succitata ( e da me auspicata ) ingovernabilità.
E' la solita vecchia tattica comunista, puntare il dito accusatore sul nemico del Popolo, e insinuare in esso il senso di colpa per un disastro imminente, che s'abbatterà sulla comunità.
La cultura del sospetto e della delazione, la strategia del Terrore ( usando l'archetipica paura dell'Orco ), che sta funzionando da 20 anni ... lasciando le “luci del palcoscenico” grosso modo in mano al tycoon di Mediaset, senza produrre un'alternativa di idee apprezzabili.
Anzi ...............................................
Cultura simmetrica a quella spammata dal cavaliere sui comunisti che mangiano i bambini : in fondo, i due maggiori partiti sono andati d'accordo, hanno inscenato litigi posticci per ingannare le masse, e il PD + L ha portato avanti la stessa politica su Lavoro, Sanità, Istruzione, Difesa ovvero bombardamenti di Paesi esteri ( intelaiate sulle direttive U.E. e N.A.T.O., con esigui o nulli margini di manovra ) nel corso delle ultime due decadi.
Con le voci fuori dal coro marginalizzate, oppure sottomesse all'imperativo del Quattrino ( vedi i debiti della Lega Nord saldati dal B. ) e zittite, o infamate, dai vetero-media.
( cambiano i simboli, ma le facce sono le stesse ).
E bene fa il libertario Fulvio Abbate, scrittore ed opinionista, autore di saggi su Pier Paolo Pasolini e sulla comunicazione-web ( la tv monolocale ), a stigmatizzare tale abitudine deprecabile, nel video del canale Youtube TeleDurruti che ho linkato sopra.

Per quanto riguarda Pierluigi Bersani, che c'è da dire ?
Riprendendo la famosa battuta del segretario PD su Silvio Berlusconi, eseguo la parafrasi di un celebre passo di William Shakespeare sulla gazzella e il leone :




Ogni mattina in Africa, un giaguaro si sveglia, e sa che deve correre più in fretta dello smacchiatore, o perderà le pezze ...







EH.
Certe mattine, ti svegli, ti guardi allo specchio, e ................. !



Bookmark and Share

2 commenti: