Testata

Città 30 ?




Titolo dell'AGI dedicato alla vicenda [0].



Notizie, e Qualche numero

di Marco Poli


E' appurata l'intenzione della classe dominatrice di procedere con l'eutanasia assistita dell'economia e della società italiana, previo graduale assopimento della massa vetusta e tragicamente disabituata a ragionare con la propria testa e a disobbedire, a causa dell'inevitabile decadimento biologico e/o del condizionamento mentale subito da una comunicazione percussiva pluridecennale e a senso pressocché unico.

Il bastone psicologico persuasivo usato dalla categoria burocratica di esecutori dell'Agenda 2030 è, per l'ennesima volta, la millantata ''salute pubblica'' : in poche parole, con una narrazione terrorizzante si spingono i sudditi detti impropriamente ''cittadini'' a preferire di non vivere affatto piuttosto che vivere con la paura di morire, come nel biennio della psico-pandemia e durante altri psico-fenomeni di massa ( la Russia di Putin, il femminicidio, la carestia prossima ventura ... eccetera ).

L'ennesimo capitolo sta andando in scena nella città piddina per antonomasia, Bologna, con l'entrata in vigore delle sanzioni [0] a difesa del grottesco progetto ''Bologna Città 30'' deliberato dalla giunta Lepore il 13 giugno 2023 [1]: le strade urbane in cui vige il limite di percorrenza a 30 chilometri orari sono passate dal 30% al 70% del totale [2].
Con l'ovvio plauso dei giornalini sempre concordi con la fantastica narrazione ufficiale { [3] ... [4][5] ... }.

1

La statistica dei decessi causati dagli incidenti stradali sul territorio urbano ha raggiunto una tale dimensione da spingere la giunta comunale di una media città come Bologna a costringere i cittadini di varie categorie a circolare alla ridicola velocità massima di 30 chilometri orari ?

1.1

Andiamo a leggere il rapporto sull'anno 2022 redatto da ACI e ISTAT [6], e precisamente : gli incidenti sulle strade urbane italiane sono stati 159.034, e su quelle extra-urbane 58.493 [7].
Questa è la distribuzione delle cause principali di incidente sulle strade urbane [7]:


#
Causa
%
1
mancato rispetto della precedenza o del semaforo
16,3%
2
guida distratta o andamento indeciso
12,7%
3
velocità troppo elevata
8,1%
4
manovra irregolare
7,9%
5
mancata distanza di sicurezza
5,5%
6
mancata precedenza al pedone
4,4%
7
altro tipo di comportamento scorretto
3,8%
8
comportamento scorretto del pedone
3,4%
9
svolta irregolare
2,5%
10
guida contromano
2,0%
11
sorpasso irregolare
1,9%
12
ostacolo accidentale
1,6%
13
veicolo fermo in posizione irregolare urtato
1,2%
14
veicolo fermo evitato
0,4%
15
buche, ecc. evitato o urtato
0,2%
16
animale domestico o selvatico urtato
0,1%
16
animale domestico o selvatico urtato
0,1%
 

circostanze imprecisate
22,1%

altre cause
6,0%
aci – istat


Pertanto, solo l'8,1% degli incidenti registrati è imputabile principalmente alla velocità troppo elevata tenuta dal conducente dell'automezzo.

1.2

Nel 2022 sono stati registrati 1.333 decessi sulle strade urbane italiane e 1.826 sulle strade extra-urbane [8].

Nel dettaglio : a Bologna sono stati registrati 1.914 incidenti e 18 morti sulle strade urbane, 206 incidenti e 5 morti sulle strade extra-urbane [8].

Considerando il fattore di 5,6 feriti gravi per ogni decesso ( 2021 )[9], possiamo stimare 101 eventi di questa categoria sulle strade urbane, e 28 sulle strade extra-urbane.

1.3

Il documento non ripartisce gli eventi esiziali e gravi per tipologia di causa, pertanto se applichiamo la percentuale nazionale dell'eccesso di velocità nei sinistri sulle strade urbane ( 8,1% ) al numero di tali ricorrenze sulle urbane bolognesi, otteniamo : 1,5 decessi e 8,4 feriti gravi a causa della velocità nel 2022.

1,5 decessi ( su 18 ) e 8,4 feriti gravi ( su 101 ) all'anno su una popolazione residente pari a circa 390mila abitanti più decine di migliaia di studenti fuorisede, utenti delle strutture sanitarie da altri comuni, province, e regioni, operatori e utenti degli eventi fieristici, musicali, e sportivi, eccetera ...
sono un dato così disastroso da richiedere la misura draconiana dell'abbassamento della velocità massima sul 70% del territorio comunale ?

Ovviamente, no.

1.4

Allego che, in una pagina-web dedicata, anche l'Istituto Superiore di Sanità ( ISS ) parla di più cause generanti gli incidenti stradali con esiti mortali e gravi per le persone coinvolte, e non solo della veocità eccessiva :


La grande maggioranza degli incidenti gravi e di quelli mortali sono dovuti a una serie di comportamenti scorretti, principalmente eccesso di velocità, guida distratta e pericolosa, mancato rispetto della precedenza o della distanza di sicurezza, assunzione di alcol e sostanze stupefacenti [ ... ].

Tra i fattori di rischio legati allo stato del conducente si possono classificare quattro categorie particolarmente rilevanti poiché possono alterare lo stato di attenzione e di concentrazione del guidatore.

● Alcol: è il fattore più rilevante nel caso di incidenti stradali gravi o mortali; il rischio di incidenti aumenta, in modo esponenziale, quando la concentrazione di alcol nel sangue raggiunge i 50 mg/100 ml. Inoltre, a parità di alcol ingerito, il rischio aumenta al diminuire dell’età del conducente e quanto minore è la frequenza di consumo abituale di sostanze alcoliche.

● Stupefacenti: l’assunzione di sostanze come allucinogeni, anfetamine, cannabinoidi, cocaina, estasi, inalanti e oppiacei comporta un notevole aumento del rischio di incidente, specialmente se accompagnata dal consumo di alcol.

● Farmaci: i medicinali che possono interferire con la guida sono numerosi e largamente utilizzati, come per esempio sedativi, ipnotici, tranquillanti, antidepressivi, anestetici, antistaminici, farmaci cardiovascolari, diuretici, ormoni, antidiabetici, antipertensivi. I rischi rilevati non sono generalmente troppo elevati, ma è comunque utile che il paziente sia messo in guardia dal medico sui possibili effetti dei farmaci che assume.

● Malattie: epilessia, diabete, malattie cardiovascolari, problemi di vista, disturbi del sonno, problemi cognitivi possono aumentare il rischio di incidenti mortali.

[10]


No ...
chi beve con un alto tasso alcolico nel sangue e/o altro non baderà al tachimetro.

2

Come già per la pandemia bio-mediatica di Covid-19, l'imposizione della psicosi emergenziale è corroborata dall'opinione degli ''esperti''. In questo caso, i maghi prestigiatori della Fondazione Innovazione Urbana [11], che nel sito-web ostenta effetti speciali che dovrebbero fare spalancare la bocca ai beoti.

2.1

Nella pagina ''I vantaggi. Più sicurezza stradale'' del sito Bologna Città 30 [12], sono state estrapolate solo alcune voci dal rapporto ACI – ISTAT sugli incidenti del 2021 [13], ed improvvisamente la quota degli incidenti che sarebbero causati dalla velocità elevata cresce notevolmente :


La velocità è la prima causa di incidenti mortali in città.

Il 70% dei morti sulle strade delle città italiane è dovuto a sole tre cause, guardando ai comportamenti pericolosi [ ... ].

[12]


Il testo è sbagliato, perché introduce un grafico a torta che mostra 4 ( quattro ) cause più una quinta voce generica :


#
Causa
%
1
velocità eccessiva
23%
2
guida distratta
20%
3
mancata precedenza sulle strisce pedonali
17%
4
altre precedenze non date
14%
 

altro
26%
bologna città 30


Ma ...
i dati ACI - ISTAT del 2021 erano affatto dissimili da quelli del 2022 ?

No.
Riproduco la classifica delle prime 5 cause [14]:


#
Causa
%
1
mancato rispetto della precedenza o del semaforo
17,1%
2
guida distratta o andamento indeciso
13,4%
3
velocità troppo elevata
8,5%
4
manovra irregolare
8,2%
5
mancato rispetto della distanza di sicurezza
5,7%
aci – istat


L'eccessiva velocità è sempre al terzo posto tra le cause principali dei sinistri, con una ricorrenza dell'8,5% contro l'8,1% del 2022.

2.2

Senza addurre alcun calcolo o fonte, i redattori della pagina assicurano :


La velocità conta sempre: o come causa diretta, o come fattore che comunque aggrava le conseguenze delle altre violazioni (cambiano infatti molto, a seconda della velocità a cui avviene, gli effetti di un impatto tra veicoli o dell’investimento di una persona).
[12]


Come dico da anni : da ridere, da piangere.

Tuttavia, diamo atto che i fautori di quest'ennesima psicosi non promettono il mitico ''rischio zero'' :


A 30 chilometri orari, nel giro di qualche tempo gli incidenti, in particolare quelli più gravi, diminuiscono di norma circa di un quarto e gli incidenti mortali quasi della metà.
[12]


Un quarto e metà di ...
centinaia, migliaia di eventi ?
Ribadisco quanto ho espresso sopra : 18 decessi e un centinaio di feriti gravi in un anno, e in una città di 400+mila persone.

3

Accennavo alla fottuta Agenda 2030 [15] che nessun cittadino italiano od europeo ha votato, eppure è la direttrice delle politiche surrettizie imposte dalle istituzioni statali e locali.
Il già citato rapporto ISTAT esplicita quanto segue :


Per il decennio 2021-2030 gli obiettivi europei sulla sicurezza stradale prevedono il dimezzamento del numero di vittime e feriti gravi entro il 2030 rispetto all’anno di benchmark (fissato al 2019) e il monitoraggio di specifici indicatori di prestazione, Key Performance Indicators, che l’Italia fornisce alla Commissione Europea. Tali indicatori riguardano: velocità, uso dei sistemi di protezione (casco, cinture di sicurezza e seggiolini per bambini), uso di alcool e droghe, livello di sicurezza del parco veicolare e della rete stradale nazionale, distrazione alla guida ed efficienza dei sistemi di soccorso in caso di incidente.
Oltre agli obiettivi fissati per il prossimo decennio, sono state gettate le basi per nuovi e ambiziosi traguardi. In particolare, la Dichiarazione di Stoccolma del febbraio 2020 auspica una vision “zero vittime” per il 2050.

[16]


4

Comunque, l'ennesimo laboratorio sociale per cavie rassegnate è iniziato a Bologna, e il primo cittadino multato andava alla ''esagerata'' velocità di 39 km/h [17].

Gli autobus ritardano 23 minuti in media nelle corse, e le corse saltano [18].

I cittadini bolognesi si stanno organizzando contro quest'ennesima forma di coercizione arbitraria, ed esiste un gruppo social che si occupa di raccogliere le informazioni sull'argomento [19].

4.1

Sulla postura impettita assunta dal pupazzo Matteo Salvini [20], ricordo solamente che fu proprio lui a firmare il finanziamento ai Comuni per l'estensione delle zone 30 [21].
Cito dalla Gazzetta Ufficiale del 9 febbraio 2023 :


DECRETO 22 dicembre 2022.

Piano di riparto delle risorse destinate alla progettazione ed alla realizzazione di interventi per il miglioramento della sicurezza stradale dei pedoni.

IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

Visto [ ... ].

Visto il parere reso dalla Conferenza Stato-città ed autonomie locali nella seduta del 21 dicembre 2022;

Decreta:

Art. 1.

Destinazione delle risorse

1. La somma complessiva di euro 13.500.000,00 (tredicimilionicinquecentomila/00), a valere sulle risorse iscritte nel capitolo 7333 per l’esercizio 2022, viene destinata al finanziamento dei programmi di interventi per il miglioramento della sicurezza stradale dei pedoni, comprensivi degli eventuali costi per la progettazione e la realizzazione, nei quattordici «grandi comuni», di cui al rapporto annuale ISTAT sull’incidentalità stradale.

Art. 2.

Piano di riparto

1. Al fine di consentire programmi di interventi funzionali in favore della sicurezza dei pedoni, l’importo complessivo previsto all’art. 1 è ripartito tra i comuni, come da tabella seguente:

[ ... ]
Bologna [ ... ] euro 613.723,00
[ ... ]

Art. 4.

Tipologie di interventi

1. Le risorse di cui all’art. 1 costituiscono contributi statali per la realizzazione di interventi, comprensivi degli eventuali costi per la progettazione, che sulla base di analisi dell’incidentalità specifica, sull’individuazione dei fattori di rischio presenti in loco e delle tipologie di interoco e delle tipologie di interventi più efficaci, nonché in applicazione dei criteri specificati nel successivo art. 7 del presente decreto, debbono essere dedicati al miglioramento della sicurezza stradale dei pedoni. In particolare, possono essere effettuati in tal senso interventi che prevedano, a titolo esemplificativo:

a) azioni di moderazione del traffico con l’implementazione di «zone 30» e «isole ambientali» con l’introduzione di elementi di traffic calming per mitigare le differenze di velocità esistenti tra pedoni e traffico motorizzato;
[ ... ].

Art. 6.

Presentazione programma di interventi

1. I comuni, entro il termine perentorio di sessanta giorni dalla pubblicazione del presente decreto nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, trasmettono al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti il programma degli interventi da realizzare [ ... ].
2. Il Ministero, al fine di uniformare le attività di presentazione del programma, invia ai comuni il fac-simile dei modelli di cui al comma che precede.
3. Il Ministero approva il programma entro trenta giorni dalla ricezione ed il comune, entro i successivi trenta giorni, procede all’approvazione dello stesso con apposito atto deliberativo dell’organo titolare delle funzioni di programmazione e lo comunica al Ministero [ ... ].

[22]


4.2

Infine, se volete fare due passi nel delirio psicotico della tossica ''politica'' italiana, vi consiglio la lettura del ''fact checking'' dell'affermazione del memorabile Capitan Calippo del Papeete sugli uccellini che cantano, eseguita da Pagella Politica [23] ... alla fine, i debunker gli danno ragione siccome l'espressione ricorre nella stessa pagina ufficiale che ho già linkato, smentendo l'orientamento del ''fact checking'' e il titolo stesso :


Ridurre la velocità delle auto di 20 km/h consente di dimezzare il rumore (circa -3 decibel) in prossimità delle corsie di marcia. E dare così più spazio ad altri suoni della città, come ad esempio il canto degli uccellini.
[24]


Ma, come detto, qui siamo all'assurdo ornamentale di una politica uscita da tempo dai binari della coerenza e della mera logica.

=

Note

[0] : ''Nel primo giorno di Bologna città 30, poche multe ma molti chiedono già l'abolizione'', Annarita Incerti, AGI, 16 gennaio 2024, [ https://www.agi.it/cronaca/news/2024-01-16/bilancio-primo-giorno-bologna-abbassamento-limiti-velocita-24870154/ ].
[1] : ''APPROVAZIONE DEL PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL TRAFFICO URBANO (PPTU): “BOLOGNA CITTA’ 30”.'', delibera di giunta del 13 giugno 2023, Comune di Bologna, Iperbole, [ https://atti9.comune.bologna.it/atti/wpub_delibere.nsf/%24%24OpenDominoDocument.xsp?documentId=A0A61A71C4E2C55FC12589D00079D71B&action=openDocument ].
[2] : Bologna Città 30, sito-web, [ https://www.bolognacitta30.it/ ].
[3] : ''Il futuro delle città viaggia a 30 chilometri orari'', Alice Facchini, L'Essenziale, Internazionale, 20 giugno 2023, [ https://www.internazionale.it/essenziale/notizie/alice-facchini/2023/06/20/30-chilometri-orari-bologna ].
[4] : ''Bologna diventa “Città 30”, il test in auto con un cittadino: “Difficile, ma non impossibile”'', Beppe Facchini, Fanpage[punto]it, 21 gennaio 2024, [ https://www.fanpage.it/attualita/bologna-diventa-citta-30-il-test-in-auto-con-un-cittadino-difficile-ma-non-impossibile/ ].
[5] : ''Bologna città a 30 chilometri all'ora, perché il nuovo limite di velocità conviene a tutti'', Antonio Piemontese, la Repubblica, 22 gennaio 2024, [ https://www.repubblica.it/green-and-blue/2024/01/22/news/bologna_30_km_ora_proteste_mobilita_limite_velocita-421938294/ ].
[6] : ''INCIDENTI STRADALI – Anno 2022'', ISTAT, { PDF }, [ https://www.istat.it/it/files//2023/07/REPORT_INCIDENTI_STRADALI_2022_IT.pdf ];
vedi : ''Incidenti stradali in Italia. Anno 2022'', ISTAT, 25 luglio 2023, [ https://www.istat.it/it/archivio/286933 ].
[7] : ''PROSPETTO 5. CAUSE ACCERTATE O PRESUNTE DI INCIDENTE PER CATEGORIA DELLA STRADA'', ibidem, pag. 12.
[8] : ''PROSPETTO 8. INCIDENTI STRADALI E VITTIME PER CATEGORIA DELLA STRADA NEI GRANDI COMUNI ITALIANI E. RIPARTIZIONE TERRIOTRIALE NAZIONALE.'', ibidem, pag. 15.
[9] : ''Nel 2021, inoltre, si registrano in Italia 5,6 feriti gravi per ogni decesso in incidente stradale (rapporto di gravità). Il livello del rapporto di gravità rimane pressoché stabile rispetto al 2019 (5,5 feriti gravi) e diminuisce rispetto al 2020 (5,9 feriti gravi) [ ... ]'', ibidem, pag. 16.
[10] : ''Incidenti stradali'', EpiCentro, ISS, [ https://www.epicentro.iss.it/stradale/ ].
[11] : ''Fondazione Innovazione Urbana'', sito-web, [ https://www.fondazioneinnovazioneurbana.it/ ].
[12] : ''I vantaggi. Più sicurezza stradale'', Bologna Città 30, [ https://www.bolognacitta30.it/vantaggi/ ].
[13] : ''INCIDENTI STRADALI – Anno 2021'', ISTAT, { PDF }, [ https://www.istat.it/it/files//2022/07/REPORT_INCIDENTI_STRADALI_2021.pdf ];
vedi : ''Incidenti stradali in Italia. Anno 2021'', ISTAT, [ https://www.istat.it/it/archivio/273324 ].
[14] : ''PROSPETTO 5. CAUSE ACCERTATE O PRESUNTE DI INCIDENTE PER CATEGORIA DELLA STRADA'', ibidem, pag. 11.
[15] : ''La nuova Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile'', ONU, [ https://unric.org/it/agenda-2030/ ];
vedi anche : ''Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile'', Agenzia per la Coesione Territoriale, Governo Italiano, [ https://www.agenziacoesione.gov.it/comunicazione/agenda-2030-per-lo-sviluppo-sostenibile/ ].
[16] : fonte #6, pag. 4.
[17] : ''Bologna città 30, multato il primo automobilista: andava ai 39 km/h'', Rosalba Carbutti, il Resto del Carlino, 16 gennaio 2024, [ https://www.ilrestodelcarlino.it/bologna/cronaca/citta-30-multe-oggi-diretta-l52fxzts ].
[18] : ''Autobus a Bologna Città 30, Uiltrasporti: "Dopo le prime ore, ritardo di 23 minuti in media"'', Giovanni Di Caprio, il Resto del Carlino, 16 gennaio 2024, [ https://www.ilrestodelcarlino.it/bologna/cronaca/autobus-citta-30-ritardo-434a7414 ].
[19] : ''ABOLIZIONE BOLOGNA 30 - Comitato Civico'', Facebook, [ https://www.facebook.com/groups/745569870474860/ ].
[20] : ''Bologna a 30 all'ora, scontro tra Salvini e Lepore'', Benedetta Dalla Rovere, ANSA, 20 gennaio 2024, [ https://www.ansa.it/canale_motori/notizie/sicurezza/2024/01/20/bologna-a-30-allora-scontro-tra-salvini-e-lepore_637bc54d-b406-4bb9-b5b3-ff1688e210b6.html ];
vedi : Matteo Salvini, Instagram, 19 gennaio 2024, [ https://www.instagram.com/matteosalviniofficial/reel/C2SSsSEqZzd/?hl=it ].
[21] : ''Salvini ha finanziato le zone 30 nelle città italiane che ora contesta'', Kevin Carboni, Wired, 22 gennaio 2024, [ https://www.wired.it/article/zona-30-salvini-fondi-ministero-trasporti-bologna/ ].
[22] : ''MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI. DECRETO 22 dicembre 2022'', Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, Serie Generale n. 33 del 9 febbraio 2023, [ https://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2023-02-09&atto.codiceRedazionale=23A00784&elenco30giorni=false ];
{ PDF } : [ https://www.gazzettaufficiale.it/eli/gu/2023/02/09/33/sg/pdf ].
[23] : ''No, Bologna non ha messo il limite dei 30 km orari per “sentire il canto degli uccellini“'', Pagella Politica, 22 gennaio 2024, [ https://pagellapolitica.it/articoli/bologna-limite-velocita-30-chilometri-canto-uccellini ].
[24] : vedi il paragrafo ''Meno rumore'', fonte #12.

===



---

{ prima pubblicazione del post su VK, il 24 gennaio 2024 [25]; su FB : [26] }.

[ ... ]

Nessun commento:

Posta un commento