Testata

Capolinea di 8.1 → alternative ?



L'ambiente tablet di 8 → 8.1 ( ex-Menu Start ) snappato su una delle mie macchine.




La schermata di avviso della prossima cessazione di supporto al sistema operativo 8 → 8.1 ( in lingua inglese ).


1

Confermando la tradizione dei numeri pari maledetti ( ... ME, Vista ... ) [1][2], Windows 8 partì nel 2012 e male : innanzitutto con la soppressione o, meglio, la trasformazione dello storico e ben conosciuto Menu Start nel lato tablet del sistema operativo, la forzatura all'uso di tale interfaccia ( era l'ambiente impostato come default ), e l'imposizione di meccanismi dell'interfaccia utente ( le cosiddette gesture ) pensati per i dispositivi touch ma assai scomodi da eseguire con il mouse { [3][4] ... }.
La casa di Seattle stava indirizzando i suoi sforzi – vedi anche l'acquisizione di Nokia { [5][6][7] ... [8] ... } – al fine di ritagliare un'area di mercato nel mobile per il sistema Windows Phone → Windows 10 Mobile.
Fu il fallimento strategico della gestione di Steve Ballmer { [9][10] ... [11][12][13] ... } che condizionò i primi anni di Natya Sadella [14][15]
:


trad.

Perché Steve Ballmer ha fallito

[ ... ].

Cosa è andato storto? Per cominciare, Ballmer ha dimostrato di essere l'anti-Steve Jobs. Ha perso tutte le principali tendenze della tecnologia. Le sue innovazioni alienavano le persone. Quando ha provato qualcosa di nuovo, come Windows Vista, il pubblico si è messo in fila per scambiarlo. Microsoft ha perso i social network. Ha completamente sbagliato il giudizio su iPhone e iPad. Ha abbracciato la complessità nella progettazione del prodotto proprio mentre tutti si stavano orientando verso la semplicità. È entrato nei mercati in crescita troppo tardi. Quando è stata l'ultima volta che hai usato Bing? Nel 2000, Microsoft ha guadagnato la maggior parte dei suoi soldi vendendo Microsoft Office e Microsoft Windows. Oggi fa ancora i suoi soldi in questo modo. [ ... ].

THE NEW YORKER


E' un giudizio tranciante.
A dre il vero, l'idea era tutt'altro che malvagia : 1 sistema operativo che, nelle varie versioni, girasse su tutti i dispositivi hardware condividendo le stesse app. E il minimalismo dell'interfaccia Metro UI mi piaceva parecchio [16].
Nello specifico, le asperità di Win 8 per pc vennero smussate dalla versione 8.1, rilasciata l'anno successivo.
Microsoft aveva sviluppato un'interfaccia originale basata sulle tile cioè le “piastrelle” ( mentre Google copiò spudoratamente quella dell'iOS di Apple ) e poteva sostenere il progetto con la forza dei miliardi di Os installati nei pc domestici e lavorativi. Non ha trovato le chiavi giuste per aprire il mercato, e, certo, Ballmer è il primo colpevole.

Allego che il patrimonio del dipendente n° 30 ed ex-CEO di Microsoft è passato dai 15,2G $ nel 2013 ( anno in cui ha lasciato la carica ) ai 91,4G $ del 2022 [10], e al momento in cui scrivo è la 9° persona più ricca del mondo ( in chiaro ).

Rimane in piedi la Universal Windows Platform [17] ma difetta dei dispositivi più usati nel mondo, gli smartphone.

2

Ho usato per diversi anni questo sistema operativo su macchine finanche con 9 anni di età tecnologica, ed ho verificato che è robusto e non consuma troppe risorse hardware : è stata un'esperienza positiva.
Qualche giorno fa, dopo un aggiornamento, ho letto sullo schermo il messaggio sulla cessazione del supporto da parte della casa madre, stabilita per il 10 gennaio 2023 [18].
Eppure, i sistemi hardware-software che uso oggi sono ancora pienamente soddisfacenti come macchine general purpose : reggono benissimo il multi-tasking, e sui browser sono aduso ad aprire parecchie dozzine di pagine-web a cascata per ogni sessione.

A cosa serve l'obsolescenza programmata ?

Non credo sia solo una questione di tornaconto economico : (1) l'Élite apolide possiede salvadanai smisurati e può fare coniare moneta digitale ad libitum, e (2) come ho scritto dozzine di volte, si vuole l'upgrade dell'hardware personale e delle infrastrutture ( ad esempio, il 5G → 6G ) per realizzare una migliore, più seducente e più duratura immersione delle masse nella Realtà Virtuale.

3

Procedo ad elencare qualche numero.
La quota di Windows nel mercato complessivo dei sistemi operativi ( varie versioni, tutti i tipi di dispositivi ) da dominante assoluta ha subito una forte erosione dal 2007 in avanti [19][20]: in quell'anno Steve Jobs presentò l'iPhone [21][22], mentre nel successivo Google portò in scena il sistema mobile rivale per antonomasia, Android [23][24].
Al giugno dell'anno corrente, Android avrebbe confermato – nella rete sono reperibili tante statistiche differenti e variamente datate, questa di cui ripropongo i dati è abbastanza aggiornata ed è stata elaborata da Statcounter – la prima posizione davanti a Windows [25]:



#
Os
%
1
Android
44,15%
2
Windows
29%
3
iOS
17,44%
4
OS X
5,56%
5
vari
1,92%
6
Linux
0,92%
STATCOUNTER


La distribuzione delle versioni di Windows [26]:


#
Win
%
1
10
73,45%
2
7
11,54%
3
11
10,96%
4
8.1
2,83%
5
8
0,67%
6
XP
0,39%
STATCOUNTER


Come vedete, la persistenza di Win 8 – 8.1 riguarda una nicchia di macchine ( 3,5% ).
E' notevole la percentuale di chi usa ancora 7, una delle versioni più amate dagli utenti : nonostante la sospensione del supporto ufficiale alla versione Home agita il 14 gennaio 2020 [27], è tutt'ora possibile acquistare l'estensione del supporto per le versioni Professional ed Enterprise [28].

4

Che fare, a questo punto ?

4.1

E' possibile passare da 8.1 a 10 [29][30] e, poi, verificare se l'hardware è idoneo alle specifiche dell'ultimo sistema e provare l'installazione di 11 [31][32].
Con le opportune smanettate, è possibile installare l'ultima versione anche su macchine che non soddisfano i requisiti [33][34], a riprova che l'obsolescenza qui nemmeno è “programmata” da Microsoft bensì chiaramente “millantata” al fine di spingere surrettiziamente l'utente a spendere soldi, comprare una nuova macchina, e seguire la luminosa strada dell'inclusione virtuale.

4.2

E' possibile passare a una distribuzione Linux { [35][36] ... } oppure al doppio sistema operativo Windows/Linux, da selezionare al riavvio della macchina.
In questo caso, potrebbe essere un problema l'avere crittografato le unità di massa ( dischi rigidi, SSD, SD ... ) con BitLocker [37][38] in ambiente Windows, ma è disponibile l'utilità Dislocker [39] che permette di decrittare le unità e lavorare sui file in ambiente Linux [40][41].
Un'alternativa multi-piattaforma open source e gratuita alla crittografia di Microsoft è l'utilità VeraCrypt [42][43] sviluppata da IDRIX [44] come fork del progetto nativo TrueCrypt ( ancora disponibile, ma non più aggiornato dal 2014 ) [45] e disponibile per gli ambienti Windows, Mac e Linux.

[ ... ]

Nessun commento:

Posta un commento